2 – Malformazioni vascolari del bambino

Distingua:
• Le malformazioni vascolari del flusso lento che possono toccare diverse quote vascolari: capillare, venoso , Linfatico …
• Malformazioni arterovenose del flusso veloce.
Sono presenti dalla nascita e non tendono a sparire (a differenza dei helangiomas). Le malformazioni capillari (angiomi aeree) rimangono visibili ed evolvono poco. Le altre malformazioni possono inizialmente inosservate, quindi progressivamente o in occasione di una spinta evolutiva che si verifica dopo il trauma, la pubertà o durante una gravidanza.

2.1 – Piani angiomi (malformazioni capillari)

2.1.1 – Forma USUALE

Caratteri clinici comuni
Vengono come macchie rosse congenite (figura 6) (“spot del vino”, “Desidera”) :
• Presente alla nascita;
• Appartamento, senza alcun sollievo;
• Non scomparire completamente con 20ttix;
• Sieger su qualsiasi territorio della pelle;
• senza respiro, rabbrividire o battere ;
• Normale temperatura della pelle.

figura 6. Angioma tronco

evoluzione
non ha una tendenza alla spontanea spontanea. La loro superficie aumenta proporzionalmente alla crescita del bambino. Possono essere accompagnati da un’ipertrofia delle parti morbide dell’area interessata (viso, segmento di appartenenza) gradualmente su di affa la durata del tempo. Di solito sono isolati, senza alcuna associazione con angiomi viscerali, in particolare il cervello. Ci sono, tuttavia, le eccezioni da sapere (vedi sotto).
Diagnosi differenziale
Si distinguono da:
• Attività angiomatose fisiologiche (“Salmonizzato”):
– localizzato sulla fronte, palpebre superiori o la regione occipitale,
– molto frequente nel neonato,
– Questi sono gli unici che hanno un’evoluzione regressiva (tranne sul collo);
• Emangioma nella fase iniziale, Neonatale;
• Alcune complesse malformazioni linfatiche;
• Alcune malformazioni artero-venose nella fase quiescente.
Principio terapeutico
In caso di ripercussioni estetiche, gli aerei angiomi richiedono un trattamento laser a tintura pulsata per ottenere un attacco spesso importante.

IV XMLNS = “http://www.w3.org/1999/xhtml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *