andando o morire: un mese di strada e routing

ankara, 24 ottobre 2018

24 settembre sono partito. Oggi è passato un mese da quando viaggio il mondo con la mia borsa sul retro e Múki in un compagno. È poco in una vita di routine, è molto in una vita di viaggio. Ho sperimentato molteplici esperienze, ho incontrato molte risposte alle mie domande e ho trovato la strada per la serenità che mi ha tenuto così tanto … quindi è arrivato il momento di condividere alcuni aneddoti con te!

Essentials of il mio zaino

Ottieni indicazionitica

Crissier – Zurigo – Monaco di Baviera – Slovenia – Croazia – Bosnia ed Erzegovina – Montenegro – Albania – Grecia – Turchia

Modalità di trasporto

Auto-stop, a piedi, barca-stop. L’autobus all’interno di grandi città come Istanbul una volta per uscire da un angolo perduto senza un’anima luminosa. Senza dubbio farò una bicicletta da qualche parte. Ho provato il trattore-stop ma non è mai andato oltre il prossimo campo!

hey per favore! Fermare! Hey hey!

Estratti di viaggio

Germania

felice disprezzo

“entschuldigung … Können Sie Mir Helfen? “

Sto parlando con un gruppo di camionisti che condividono un caffè all’ingresso di una stazione di servizio da Monaco. Ho cercato una buona ora per uscire da questa città per prendere la direzione dell’Austria, senza successo. I grandi agglomerati, è il peggior incubo degli autostop. Non usciamo mai e le macchine rare che smettono mai di andare nella giusta direzione … un vero formicale! Li mostro il pezzo di cartone scarabocchiato che tengo tra le mie mani. Si imbarcano con grandi spiegazioni animate sulla strada da seguire per raggiungere l’ingresso dell’autostrada. Non capisco nulla e sono amantemente rimpianto di non aver imparato meglio ai miei vocabolari tedeschi a scuola. Imbarazzato, sono felice di ringraziarli. Uno due si avvicina a me e consegna la mia mano, aprire palmo al cielo.

“Geld, Geld”

Immagino che voglia avere un suggerimento in cambio di spiegazioni. Sono cauto di loro.

“nein, nein. Kein Geld … Danke für alles.”

Mi sfoglie poi 30 euro in mano. Mi rendo conto che la mia disprezza e si affretta a dargli via. Rifiuta categoricamente e mi offre un caffè prima di chiedere a uno dei suoi colleghi di guidarmi alla prima stazione di servizio autostradale.

Sono commosso da tanta gentilezza. … è solo il terzo giorno di Il mio viaggio.


Riunioni presso l’Oktoberfest

Croazia

Meetings Estratti

Con Elias, stiamo aspettando l’uscita della Chiesa a chiedere al sacerdote se si poteva dormire con i nostri sacchi a pelo sul pavimento del grande allegato di costruzione. Un giovane propone di chiedergli al nostro posto, perché lei lo sa bene. Emerge dalla chiesa tutto dispiaciuto. Non prima è sui gradini che dietro la porta in legno pesante è chiusa e bloccata. Sono sorpreso che non siamo nemmeno venuti a vedere quello che sembravamo. Un intero piccolo gruppo di persone si forma intorno a noi e crescono come bambini. “È l’ira di Dio, devi andare a casa! Il tuo viaggio è incosciente, vai a casa e prega Gesù!”

Parlano tra loro per molto tempo, in croato, allora non capiamo nulla . Alla fine ci annunciano che ci hanno trovato un intero appartamento gratuito e un pasto caldo ci attende con i genitori di uno di loro. Non avremmo mai sperato per così tanto. Mangiamo tutto il possibile e ci offrono grandi riserve alimentari per la strada. La giovane donna ci dice che aveva una malattia incurabile dei muscoli e che grazie a Gesù, lei guarita. Ci ha ancora supportato dalla nostra incoscienza, ordindoci di tornare ai nostri rispettivi paesi. Tuttavia, decidiamo di riprendere la strada il giorno dopo, premuroso, imbarazzato, e con una sensazione di disagio che è indolore per sbarazzarsi di.

Albania

Imparare la semplicità

cinque giorni. Questo è il momento che trascorro da una modesta famiglia in Albania. A strada casuale, offrirono spontaneamente ospitalità. La loro casa? Una specie di bricole domestica mobile con legno, sagex e cartoni. Il tetto è in lamiera. Acqua corrente ed elettricità sono presenti alternativamente. Intorno al logis, ci sono servizi di riparazione auto e discariche selvagge, oltre a molte case la cui costruzione è stata avviata prima di essere abbandonata.Le due ragazze vanno a scuola la settimana, mentre nei fine settimana, fanno principalmente lavori di casa e cucina. Offro molte volte per aiutarli senza successo. Qui, gli ospiti sono sacri.

Preoccupato per la mia sicurezza, non sono autorizzato ad andare via da soli. Passo la maggior parte del mio tempo seduto, per osservare ciò che sta accadendo intorno a me, per mangiare il delizioso cibo preparato e riposando. Basti dire che è una vera sfida per la palla di energia che sono … è con loro che ho il mio secondo corso di guida auto e la più grande lezione di vita vedendo questi giovani che lavorano instancabilmente, vivendo semplicemente eppure così felice, così generoso. Scopro i loro amici, la loro vita quotidiana … una delle quali meraviglie:

“Tu, sei nato in Svizzera. Me, Albania. Hai mille possibilità più di me grazie al paese in cui Sei cresciuto. Posso lavorare 24/24 Tutta la mia vita e non avrò mai la qualità della vita che hai lì. Spiegatemi? Che malvagio ho fatto? Che errore sono impegnato? Lavoro duro, vivo onestamente . Sono appena nato nel paese sbagliato, e non c’è giustizia lì dentro. “

Io rimango silenzioso. Bam. Un grande schiaffo nella mia figura. Uno altro nel mio viaggio.

una parte della famiglia (qui davanti alla casa di zia) che m ” Accolto

Una signora dorata

mi guarda con i suoi due grandi occhi scintillanti di scintille. Sono passati cinque minuti che cerco di decifrare il discorso di una signora relativamente vecchia incontrata in modo casuale in Albania. Nonostante i miei sforzi, non capisco cosa mi dice. Sono arrivato una settimana fa in questo paese, ad eccezione di alcune parole di base, il mio vocabolario è vicino al nulla.

“No include, mi dispiace … Italiano?”

I suoi Gli occhi si illuminano ancora di più, ride quando ha visto la mia miniera abusato. Si mette la mano sinistra sul suo cuore e l’altra, mette l’indice nella mia direzione.

“Tu, molto buono, la tua persona molto molto buona.” Si irradia come un sole.

“FalemenSerit”. Le lacrime sono la mia visione. Nel mio turno metto la mia mano sul cuore prima di aprirlo nella sua direzione.

Si gira nella ridere, felice. Mi sento avvolto con un calore morbido e la mia motivazione SkyRets. Ripreso la mia borsa sulle spalle e continua a camminare.

Istanbul

Una storia di pesce

La moschea che sto visitando è bella. Questa è la prima volta nella mia vita che torno a uno di loro. Sono nel gioco per i turisti, separati dal gioco per le preghiere da parte di grandi bande. Come in tutti i luoghi religiosi, sento immenso rispetto e mi sento molto piccolo. È molto diverso dalle chiese, c’è un grande tappeto a terra dove mescolare felicemente i bambini che corrono e adulti che pregano o discutono tra loro, in un cerchio. Noto una piccola stanza per informare sull’Islam o per rispondere a qualsiasi domanda. Diamo un’occhiata dentro. Un uomo è in piena discussione con una coppia. Rimango perplesso, esitante, davanti alla porta chiusa. Cinque buoni minuti dopo, mi dico che il mio viaggio è una ricerca, e che sarebbe un peccato non ascoltare ciò che avrebbe dovuto dirmi. Entro la stanza mentre la coppia crolla. Sto facendo un breve riassunto del mio viaggio e le ragioni che mi hanno spinto a partire.

“Immagina un pesce in un lago di squalo. Vide la sua vita tranquillamente e comodamente e non sorge dalla domanda perché Non c’era niente di nulla e non conosce il pericolo. Morire sarà di vecchiaia senza essere evoluto da una nascita. Ora immagina un pesce in un mare infestato da squali. Diventerà vivo, forte, intelligente. Ogni giorno lo farà Sviluppa le sue qualità e quando muore, si è evoluto molto. Per te, è la stessa cosa. “

In questo momento, sento un’enorme pace. Quello di aver finalmente dato un senso a ciò che ho vissuto. Una dolce serenità mi invasta. Mi sto prendendo grato per il mio passato, che mi ha sperimentato così tanto, ma permettendomi di sentirmi così forte oggi.

“sembrerà ancora ulteriormente, non ascolterà mai una persona e soprattutto rimane libera. GRATIS dal tuo corpo, dalla tua mente e dai tuoi pensieri. Leggi molto, scopre, esplora e trova la tua strada. Buon viaggio! “

Io confuso in grazie e retrò, plasmando.

Turchia

Installa la tua borsa e vieni scoparmi

“Metti la tua borsa nella tua stanza d’albergo e vieni a scopare con me. Voglio sesso con te. Voglio fottere te . Mi ecciti. “

L’hotel glaucous dove mi ha portato spaventato. Sono scioccato, disgustato, voglio batterlo. La rabbia brucia in me, quella di essere considerato un semplice pezzo di carne.Lo criterò scappando.

“Stai sfacciando in Allah! Sei disgustoso!”.

“Non è colpa mia, sono solo. Non è colpa mia! “

Una volta in strada, cammino, vai su. Mi prende. Mi precipitò a un gruppo di giovani che lavorano in un bar per chiedere aiuto. È scomparso. Sono servito per un tè e un Nurdan, l’unico dipendente che parla inglese, mi offre ospitalità per la notte. Ha 18 anni e ha lavorato tutti i giorni dalle 14h fino alle 1 del mattino. Nessun fine settimana, nessuna vacanza. Il suo sogno? Viaggiando, vai all’avventura, scopri il mondo e soprattutto in Francia, perché il francese “suona come una canzone soft”.

Il suo capo è ateo. Sperimenta una profonda avversione verso tutte le religioni e non crede in nessun Dio. È un artista, tutta la caffetteria è decorata con un migliaio di colori, piante e cani, gatti e uccelli hanno eletto lì. Mi spiega che secondo lui, non c’è Dio.

“Ma allora qual è il significato della vita? Questo è il punto di vivere se non c’è nulla, dopo? Da dove viene il mondo? Puoi spiegare tutto questo? “

” Stai parlando delle cose passate e delle cose future. Non ci interessa perché né l’uno né l’altro è la realtà! La vita è ora. E ora, mi sento felice e libero. Perché mi preoccupo di ieri o domani? E perché dovrei credere in un unico paradiso mentre la nostra terra è così bella. Abbiamo tutto il necessario per fare quel paradiso è qui, ma l’umano è stupido. “

Dopo questa discussione, torno a Nurdan. È istintivamente che propongo di venire alcuni giorni con me, se il cuore gli dice, mentre ero stato in grado di continuare la strada da sola. Dormiamo a casa. La mattina dopo prepara il suo piccolo zaino e annuncia che lei mi accompagnerà. Dà addio ai suoi genitori, alle sue sorelle e al suo capo. Solleviamo il pollice, due. Lei che non ha mai lasciato la sua famiglia e non ha mai viaggiato, è parte per scoperte incredibili!

Riflessioni

Mi ci è voluto un mese di strada per trovare le risposte alle mie domande e alla serenità che sto cercando così tanto tempo. Oggi sono consapevole dell’immenso dono che tutti questi galleys vissute mi hanno portato. Sono così orgoglioso di essere picchiato per uscire, ma soprattutto, sono così grato per la fortuna che ho. Quello di aver avuto l’assistenza medica di cui avevo bisogno, quello di essere sempre stato guidato e quello di avere così tanto ricevuto … ci vuole ombra per vedere la luce, e capisco profondamente che sia miseria sottoy che mi permette di essere felice. Prova a disegnare la fiamma di una candela a matita: senza tratto nero sulla carta, non c’è altro che un foglio bianco. Non sento odio nei confronti dei miei genitori.

“Non ti hanno rispettato? Dobbiamo sempre rimanere in pace, anche in quei casi. Ma soprattutto, devi proteggerti, che vuoi mantenere la tua integrità e la tua libertà prima di qualsiasi altra cosa. In quel momento continuerai ad essere benevolo anche verso coloro che ti respirano perché non saranno mai in grado di farti del male. “

rano le parole di un uomo saggio incontrato sulla strada. Era la chiave che mi mancava. Si sono stranamente ragionatamente con le parole di Jamal durante una classe di inscatolamento:

“non sarà dato ai test dal vivo che non puoi superare. Se devi affrontare grandi difficoltà, è perché hai l’abilità per affrontarli. Un’esperienza che sembra cattiva può essere davvero buona per te, proprio come il contrario. Guarda la forza che hai oggi. “

” Proteggiti in ogni momento “

Mi aveva già dato tutti gli strumenti per trasformare il mio odio per la pace interiore. Eppure è la distanza e il declino che il viaggio mi ha portato che mi ha permesso di meditare e capirli. Decido di continuare la strada per lo Sri Lanka per mettere ciò che ho imparato in prospettiva e continuare a scoprire ogni momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *