Appello di Aubervilliers: Primer Il diritto all’alloggiamento

habitat privato malsano, sia legati al vecchio habitat, condomini degraditi o all’epoperabilità del padiglione del tessuto è lontano da un epifenomeno. In alcune aree, il numero di custodia non sani rappresenta fino al 40% del brodo abitativo privato. In un contesto di crisi abitativa, i mercanti del sonno prosperarono sul retro della precarietà e della fragilità di intere famiglie.
In considerazione della situazione, le risposte non possono riposare solo sulle spalle. Comuni. È necessario un intervento pubblico

Allo stesso tempo mentre annuncia che vuole combattere contro questi fenomeni, il governo fa la possibilità di affrontare il modello francese di alloggi sociali che rappresenta un rampart per consentire alle famiglie a modesti redditi Per rimanere dignling.

Attraverso la legge Elan e i tagli drastici nel budget degli uffici HLM, indebolisce questi strumenti necessari. Ciò influenzerà considerevolmente i progetti di manutenzione e ristrutturazione del Parco immobiliare sociale. Allo stesso modo, l’obiettivo di accelerare le vendite di appartamenti agli inquilini presenta l’enorme rischio di esplorare i condomini degradati. Dietro la volontà desiderata di promuovere l’accesso alla proprietà, nasconde il profondo desiderio di questo governo ad affrontare il settore immobiliare sociale.

Queste misure vengono con vista su una politica regionale, come a Ile-de-France, che aveva Già minato la costruzione di alloggi sociali decidendo di fermare il finanziamento dell’alloggio sociale nei comuni già con il 30% dell’alloggiamento di questo tipo.

L’abitazione svolge una grande contraddizione tra la sua qualità della legge riconosciuta dalla Costituzione e dalla proprietà mercantile che rappresenta e che lo rende oggetto di speculazione. Nelle nostre metropoli di progetto, l’aumento dei prezzi del metro quadrato penalizza le famiglie e prenota in balia dei proprietari senza scrupoli.

Nonostante i conseguenti sforzi intorno alla ristrutturazione urbana, la violazione della legge Sru. Da alcuni Comuni, da alcuni Comuni in affitti e il declino dei WFA ha aggravato le difficoltà del fegato.

Affermiamo che il diritto all’alloggio deve prevalere e che deve essere garantito per consentire a ciascun cittadino-NE, a ciascuna famiglia di rimanere e uscire dall’insicurezza insopportabile.

Noi, sindaci, parlamentari, ELU-ES, Associative Militant-Ves, vogliono finire con questo ciclo infernale.. È tempo per un vero diritto all’alloggiamento per tutti.

Lunedì 8 ottobre alle 11:00, Hall del municipio di Aubervilliers, chiediamo dallo Stato e dalla regione di Ile-de-France per Ciò che lo riguarda, che implementano 6 azioni concrete.

1- Un arsenale legislativo rafforzato contro i commercianti del sonno per accelerare gli approcci, per prevenire le divisioni suburbane, per facilitare la prelazione con questi trasgressori. Lo sblocco dei mezzi per trasferirsi e sostenere nelle loro procedure le vittime dei commercianti del sonno.

2- Misure coercitive più forti contro città che non rispettano il 25% degli alloggi sociali, previsto nel quadro. La legge SRU.

3- Il restauro di una conseguente assistenza di pietra per costruire massicciamente, ma anche per mantenere e rinnovare il Parco sociale, in particolare per rispondere alla sfida della transizione energetica.

4- Arrestare l’asfissia programmata delle organizzazioni HLM riportando alle 800 milioni di punciamenti di Euro per il 2018 e 873 milioni di euro per il 2019.

5- Un piano d’azione nazionale per porre fine ai condomini degradati .

6- La generalizzazione del sistema di noleggio degli affitti e della licenza in affitto, che deve passare attraverso lo sblocco dei mezzi finanziari per le comunità che dimostrano il volontariato nella loro attuazione.

Più che mai, la battaglia da condurre L’alloggio con dignità in Francia deve essere una causa nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *