Artiglieria francese durante la prima guerra mondiale

di fronte alla trasformazione del conflitto in una guerra affettatrice dalla caduta del 1914, rispetto al tempo a un gigantesco Seat, l’artiglieria adatta la sua attrezzatura, l’organizzazione e la dottrina del lavoro.

Più canonsModifier

In attesa della produzione di nuovi modelli più moderni, l’artiglieria francese vive da espedienti: all’inizio lei manda i vecchi cannoni alla fronte, riscrive pistole marine o artiglieria costiera, improvvisa malte affettate e coglie tra i produttori di pistole destinati ad essere esportati (ad esempio il modello 75 mm 1914, che era destinato all’esercito russo sotto il Nome di Schneider PD07). I programmi successivi, sempre più ambiziosi, forniscono sempre più parti artiglieria, con un’applicazione progressiva: decisioni ministeriali del 24 ottobre 1914 (“Bange Barrier”), del 27 luglio 1915 (riorganizzazione dell’artiglieria pesante) e il 30 maggio 1916 (triplici il numero di 155 mm Breve).

Primo ExpedientsModifier

Foto in bianco e nero di a Barilotto è stato caricato.'un canon en train d'être chargé.
A 155 mm L Modello 1877 Aprire il cilindro per caricare il guscio (la polvere gargestedata seguirà). La sparge di ricambio (che è 3,2 T) è integrata da Cingoli e angoli di ritorno della batteria; L’installazione di un tale barile richiede un’ora, per non parlare della fossa, della piattaforma in legno e mimetizzazione.

22 settembre 1914, il GQG chiede al Ministero della Guerra Che mette i pezzi di artiglieria dei luoghi forti, poi avendo ottenuto loro il 24, offre loro i comandanti dei vari eserciti. Questi sono vecchi modelli, diversi su “sedile e luogo” affilatura (SP) così poco mobili, a tassi di tiro lenta, utilizzando gargoussi e non prese (consentendo il risparmio di ottoni), ma disponibili in gran numero: i cannoni di 90 mm del modello 1877 devono Sostituire le pistole da 75 mm in cento batterie campagne per salvare le munizioni di 75, i modelli da 95 mm Modello 1875 e il modello da 120 mm modelli 1878 devono inserire nuove batterie campagne affidate al corpo dell’esercito (il 120 per rendere la batteria controcorrente) , Mentre i modelli da 155 mm modello 1877 e le mortai del modello 220 mm 1880 rimangono nelle mani dell’artiglieria a piedi, in batterie pesanti colpite a livello dell’esercito e destinate a colpire i retricazioni. Questa “barriera di Bange” consente all’esercito di tenere la fronte in attesa dell’arrivo di attrezzature pesanti più moderne.

nella caduta del 1914, l’arrivo in numero di pistole pesanti di sedile e disparità nel loro incarico tra il loro incarico Diverse grandi unità decide il GQG, il 27 novembre 1914, per influenzare organicamente un gruppo (due batterie di quattro pistole) di artiglieria pesante (lunghezza 105, 120 o 155 mm) ad ogni Corpo e gruppo di divisioni di riserva. Altre batterie pesanti rimangono attaccate all’esercito, che li tiene in riserva o li affidano temporaneamente al suo corpo. Ad esempio, il 1 ° dicembre 1914, poco prima della sua partecipazione all’offensiva dello Champagne, il 4 ° esercito (composto da cinque corpi) allinea un totale di 488 pistole da 488 75 mm (anziché 600), pistole da 1440 mm, 16 di 65 mm , 14 di 80 mm, lungo 30 di 120 mm, 16 di 155 mm short shot Veloce, 34 di 155 mm Breve modello 1912, 26 mortai fumosi di 15 cm e sei pistole auto; Generale de Langle ha anche richiesto l’11 dicembre per essere rinforzato con quattro pistole lunghe da 155 mm e due mortai di 220 mm.

Dal 1916, 120 cannoni di 155 mm modello lungo 1877 sono montati su un nuovo aspetto costruito da Schneider (simile a quello di 105 mm) con un freno per il ritiro del tubo, uno scudo e un puntamento in altezza fino a 42 °: questo pezzo modernizzato, chiamato il cannone di 155 mm il modello 1877-1914 (il mercato Datato dal 1913, ma era stato sospeso nell’agosto del 1914) permesso di sparare fino a tre colpi al minuto. Le altre parti di 120 e 155 mm sono dotate di Cingoli. Tutte queste parti devono essere completate con mezzi hippomobili (cavalli, treni anteriori e scatole) e il personale necessario (provenienti da luoghi, batterie costiere o depositi). Questi campioni riguardano le fortificazioni della parte posteriore (luoghi di Langres, Besançon, Dijon, Lione, Grenoble, Tolone e Brest), ma anche quelli vicini alla fronte (Places de Paris, da Verdun, Toul, Epinal e Belfort).

Parti di artiglieria recuperata


MATERIALI Peso della batteria Tasso di tiro Max Range. Munizioni (massa)
80 mm C Modello 1877 di baniamo 955 kg uno a Due colpi / min 8.7 km Schils a sfera (6,3 kg) o esplosivi (da 5,9 a 6,1 kg)
80 mm M Modello 1878 Banco 305 kg da uno a due scatti / min 4, 1 km
155 C Banco 1881 2 080 kg A soffia / min 6,2 km Conchiglie a sfera (da 40,5 a 40,8 kg) o esplosivi (da 41,3 a 43,7 kg)
155 c Modello 1881-1912 FILLOOUX 4 660 kg da uno a due scatti / min 7,8 km
155 c Modello 1890 Baquet 3 115 da uno a due scatti / min
Vecchi pezzi per eserciti,

Calibres 30 / 11/1914 1/05/1915 1/10/1915 1/02/1916 1/08/1916 1/12/1116 1/08/1917 5/11/1918
80 mm MLE 1877 o 78 DE BANGE 88 168 455 467 408 407 494 494 32
90 mm Model 1877 de Bange 587 612 1 570 1 783 1 452 1 349 1 193 144
95 mm Model 1875 Lahitolle 243 435 900 857 894 896 1 094 241
120 mm L MLE 1878 DE BANGE 286 540 540 1 480 1 335 1 338 1 110 1 407 526
155 MM L MLE 1877 DE BANGE 112 328 328 630 629 738 669 943 ?
220 mm Modello 1880 di Bange 14 63 190 169 169 306 200 193 . ?
270 mm Modello 1884 Bange 0 4 51 46 53 66 66 24

Nuove parti di Campagnedier

Il cannone da 75 mm viene mantenuto come un importante pezzo di artiglieria francese. La produzione seriale è quindi rianimata nella caduta del 1914, per sostituire le perdite (447 pistole vengono abbandonate o adottate dall’avversario tra agosto 1914 e febbraio 1915) e soddisfare le esigenze di creare nuove batterie. 160 cannoni 75 mm Modello 1897 e 80 modelli Model 1912 sono ordinati a Schneider, con consegna dalla primavera del 1915. Nel frattempo, l’ordine è stato dato il 25 settembre per assumere 240 pistole da 75 di pistole da 75 in Algeria, poi nel febbraio 1915 passano temporaneamente tre pezzi batterie anziché quattro. Nel maggio del 1915, 200 pistole da 2000 75 mm 1912 sono ordinate a Schneider e 200 altri modelli 1915 a Saint-Chamond; Per quanto riguarda la produzione del modello 1897, raggiunge 200 pistole al mese durante l’estate del 1915, poi circa 500 nel 1916-1917 e quasi 700 nel 1918: 27.000 75 pistole sono usciti dalle fabbriche durante il conflitto. Ma questi cannoni mancano di potere e range per distruggere i reti e il contratto dell’artiglieria avversaria; L’artiglieria francese ha quindi bisogno di artiglieria pesante. Fortunatamente, Schneider ha modelli moderni, originariamente sviluppati per l’esportazione (soprattutto per l’esercito russo), alcuni dei quali sono in ordine per l’esercito francese dal 1913. Nell’agosto del 1914, il nuovo modello di 105 mm 1913 (originariamente le 42 linee russe, 106,7 mm) sono entrate nella produzione; Il primo gruppo di dodici pistole (su un ordine iniziale di 220 pezzi) è appena stato consegnato al momento della mobilitazione: arriva al sesto esercito il 16 settembre (IV / 2E RAL). Lo stesso produttore è stato ordinato nel novembre del 1913 di 18 mortai di 280 mm TR modello 1914 (in realtà un grande carico della testata del cilindro di 279,4 mm, l’11 pollici russo): le consegne devono iniziare nel 1915. Più, l’esercito cattura Le batterie Creusot Elene Rail di 120 mm destinate alla Bulgaria; Questi pezzi si uniscono finalmente all’esercito francese dell’est.

Foto in bianco e nero di un hetalzer.'un obusier.
Il cannone di 155 mm Modello C Modello 1917 s è stato sviluppato per sconvolgere i reti con il suo colpo di curva (velocità iniziale di 450 m / s) e il suo potente proiettile (modello di OBUS Fa Modello 1915 43,55 kg Compreso 4.8 esplosivo).

Nel giugno 1915, Joffre rivendica i corti cannoni (cioè, ubrezza) di 155 mm di scatto rapido per distruggere gli trincenti avversi: 512 di queste parti sono ordinati nell’ottobre del 1915 da Schneider (155 mm C 1915 e 1917 s, derivato dal suo obbeyer da sei pollici per la Russia) e Saint-Chamond (155 mm C 1915 HP, sviluppato per il Messico), ma non cominciano a essere consegnato solo dall’estate del 1916 a Un tasso di 60 pistole al mese, che è molto lontano dalle esigenze. Anche nell’ottobre del 1915, 40 copie del mortaio di 220 mm TR Modello 1915 sono ordinate a Schneider (è l’adattamento del suo mortaio di nove pollici russo), che comincia a consegnarli durante l’inverno 1916-1917.

L’esercito ha inoltre richiesto armi a lungo raggio; In attesa dello sviluppo di questi nuovi materiali, 48 pistole marine da 48 mm (“tiro veloce”) Il modello 1897 precedentemente utilizzato dall’artiglieria costiera viene rimossa dalle loro piattaforme concrete da collocare su SP Sharpest, che passano il loro tasso di fuoco di sei a solo una volta al minuto. Ma il potere delle loro cartucce e la lunghezza del loro tubo offrono una velocità iniziale di 760 m / s, o al punteggio massimo di 28 ° una gamma di 9,5 km con il modello del modello 1898-1908, quindi 13,5 km per il modello 1915 Tipo D. Sei gruppi di 100 mm (due batterie a quattro pezzi) sono gradualmente composti da primavera 1915 a quella del 1916, poi cinque dei gruppi vengono rimossi alla fine del 1916 a causa dell’usura dei tubi.; Tre gruppi sono riformati nella primavera del 1917 con 24 cannoni dal calibro di 105 mm, per essere finalmente restituito alle batterie della costa tardo 1917.

per tirare ancora oltre 39 cannoni da 14 cm (in realtà 138,6 mm ) della Marina, di cui 15 tubi sono nuovi, 12 provengono dalle vecchie battaglie di Carnot e Charles Martel e 12 altri, troppo usurate, sono tracciate al calibro di 145 mm, per metterli su rotoli di campagna appositamente costruiti. Queste parti sono ordinate nel gennaio 1916 e vengono consegnate dal 1916 settembre al luglio 1917. Dopo queste esperienze, la produzione di 200 nuove pistole di questo tipo è ordinata nel 1916, sotto il nome di Cannon di 145 mm modello 1916 (il tubo è prodotto . Alla fonderia del vicolo, mentre la looking è montata da Saint-Chamond): le consegne si diffondono fino all’inizio del 1918. La velocità iniziale è tale (794 m / s) che l’inoltro è fornito per il calibro 155.MM , con l’applicazione dall’autunno 1918. Nel 1916, due modelli di lunghi cannoni al 155 calibro, il modello di 155 mm L 1917 S (alla ricerca di 155 model 1877-1914) e il modello 155 mm 1917 GPF (su un look bifleche Per indicare a 60 °), che arriva alla fronte solo dall’estate del 1917.

Nuove parti dell’artiglieria


Materiale Peso della batteria Rate di fuoco MAX. Munizioni (massa)
75 mm Model 1914 S 1 096 KG 12 A 18 scatti / min 6.3 km gusci a sfera (da 7,2 a 7,4 kg) o esplosivi (da 5,5 a 7,2 kg)
75 mm Modello 1915 hp 1 090 kg da 12 a 18 scatti / min 6,5 km
100 mm TR modello 1897 6 000 kg un colpo / min 13.5 km gusci esplosivi ( 13,3 a 14,3 kg)
105 mm Model 1913 S 2 350 kg da 6 a 8 colpi / min 12,5 km Schils a sfera (16,9 kg) o esplosivi (da 15,4 a 16 kg)
120 mm Modello Schneider 2 150 kg dieci scatti / min 8, 1 km gusci esplosivi (19,7 a 21 kg)
14 cm Modello 1891 10 940 KG A Blow / Min 15.8 km Gusci esplosivi (da 30,5 a 36,5 kg)
14 cm modello 1910 11 935 kg un colpo / min 17.4 km
145 mm Model 1910 12 000 kg Due colpi / min 17.6 km Shells esplosivi (33,7 a 36 kg)
145 mm Model 1916 12 500 kg Tre colpi / 2 min 18.5 km SCULL PALLA (36,4 KG) o esplosivi (da 33,7 a 36 kg)
Modelli C 155 mm 1915 e 1917 s 3 220 e 3 300 kg Quattro colpi / min 11.9 km Gusci esplosivi (da 41 a 44,8 kg)
155 mm C Modello 1915 h 2 860 kg tre Scatti / min 9.3 km
155 mm L Modello 1917 S 8 710 kg tre Scatti / min 15.9 km
155 mm Model 1917 GPF 11 200 kg 3 a 4 colpi / min 16.3 km
220 mm mod modelli 1915 e 1916 s 7 455 e 7 792 kg Due colpi / min 10,8 km Shells esplosivi (100,5 kg)
modello 280 mm E 1914 S 16 000 kg A soffia / min 10.9 km gusci esplosivi (202 a 275 kg)
Parti moderne su Armature,

0


Calibre 30/11/1914 1/05/1915 1/10/1915 1/02/1916 1/08/1916 1/12/1916 1/08/1917 5/11/1918
37 mm TR Modello 1916 34 138 140 149 195 483 ? ?
65 mm M Modello 1906 80 84 85 79 72 36 183 136
75 mm MP 1897, 1912, 14 e 15 3 539 3 071 3 524 3 819 4 029 4 446 5 890 5 145
100 mm TR modello 1897 0 4 24 48 45 27 48 0
105 mm Modello 1913 S 24 51 79 83 83 79 79 105 327 576
120 mm C Modello 1890 Baquet 59 150 143 131 125 141 141 10
155 mm Modello C 1915 CH 0 0 0 0 72 ? ?
155 mm C Modello 1917 S 0 0 0 0 46 136 433 ?
155 mm CR MPLE 1904 RIMAILHO 101 97 93 93 90 > 81 50 0
155 mm C Modello 1881-1912 102 161 330 329 372 314 387
155 mm L Modello 1877-1914 S 0 0 0 0 23 60 105 ?
220 mm TR Modello 1915 e 1916 0 0 0 0 0 0 39 ?
280 mm TR modello 1914 0 0 2 6 16 16 18 65

artiglieria pesante a grande power-alimentato

Foto in bianco e nero di una lunga pistola su uno sguardo girevole.'un canon long sur affût pivotant.
cannone 16 cm di marina sotto una rete mimetica a Thury-en -Valois, nel 1918. Possiamo vedere il calcestruzzo Posizione e lo sguardo fisso che consente uno scatto a 360 °.

Articolo dettagliato: Artiglieria pesante al grande potere.

Nel settembre 1914, l’alta probabilità dell’assedio del campo di uscita di Parigi giustifica l’uso di marine per fornire batterie a lungo raggio (come per la sede del 1870-1871). I primi pezzi serviti dai loro guners arrivano finalmente all’Arsenal de Verdun (per la parte settentrionale della regione fortificata) e quella di Toul (per il grande incoronato di Nancy) da ottobre: è di 14 cm di pistole (infatti 138,6 mm) Modello 1910 (originariamente destinato alla classe Bretagne) e 16 cm (164,7 mm) modelli 1887, 1891 e 1893 (per le classi Repubblica, Suffren e Iena). Questi pezzi vengono consegnati sul loro aspetto di bordo, sono installati in una stazione fissa, a volte in Casemates semi-semi-semi-sepolti (diversi saranno catturati nel febbraio 1916, ad esempio con i fay e la vache). Ancora a settembre, una batteria sul camion di affetto (che è da dire su Wagon) viene colto al Creusot, esercito con due corti cannoni da 200 mm Schneider Peru (perché comandato dal governo peruviano nel 1908, ma non ancora consegnato) Questi primi due pezzi di artiglieria pesante sulla ferrovia (ALVF) aprono il fuoco il 5 ottobre 1914 per coprire il ritiro dell’esercito belga alla fine della sede di Anversa.

14 ottobre 1914, il GQG si applica al ministro della guerra per utilizzare pezzi di artiglieria molto potenti da artiglieria navale, artiglieria costiera o parti immagazzinate o di produzione nel settore privato (a Schneider e Saint-Chamond), per posizionare su piattaforme in calcestruzzo o sul telaio della locomotiva. Si forma un primo gruppo di cannoni costa da 19 cm, è arricchito dall’arrivo delle camere di 240 mm o di 270 mm portati all’artiglieria costiera, le cui batterie vengono gradualmente inviate al fronte. Nel novembre 1914, un grasso (la sua massa è 53 tonnellate) Canon G di 240 mm Modello 1884 sul suo aspetto circolare viene trasferito da Calais a Perugia (legno delle forcelle, ad est del forte di giustizia) per difendere il campo trincerato da Belfort in caso di sede; Poi, nel dicembre del 1914, quattro cannoni modello 24 cm 1870-1887 della batteria delle torceri vicino a Cherbourg vengono inviati alla fronte, nonostante la rabbia dell’ammiraglio prefetto marittimo.

25 ottobre 1914, il GQG ha stabilito una lista di pistole ad alta potenza che desidera; Questo programma è approvato dal Ministro della guerra il 31 ottobre, che opera con arsenali e industriali: un 305 mm di marino, due 274 mm di navy, otto 240 mm dalla costa e dodici 19 cm dalla costa. Se le pistole marine devono essere prima avvolte, tutte devono essere montate su una vedetta, che si tratti di ferrovia (su un camion di affetto) o con campioni (una struttura in legno fissa). Questi cannoni arrivano sul davanti solo all’inizio dell’anno 1915, costituendo le batterie all’interno dei reggimenti dell’artiglieria a gruppi a piedi o autonomi, temporaneamente influenzati dal GQG ai vari eserciti, integrati da quattro chiatte canoniche. Dal novembre 1914 e sei altri cannoni di 240 mm nel febbraio 1915. Un nuovo programma di costruzione è stato lanciato il 9 marzo 1915 per raggiungere un totale di 2011 pezzi (otto di 400 mm), aumentato il 22 giugno 1915, 30 maggio 1916, 22 giugno 1916 e febbraio 24, 1917 (quest’ultimo per 318 nuovi pezzi): gli industrialisti trovano difficile soddisfare questi ordini, diffondendo consegne su uno o due anni. Il 28 giugno 1915 è creato un comando dell’artiglieria pesante di grande potenza (ALGP, che riunisce l’ALVF, le chiatte e molti altri grandi tubi) affidati al generale Vincent-Dupportal, con la missione di fornire formazione e di fissare le condizioni di occupazione . Il tutto è affidato alla Riserva Generale dell’artiglieria pesante durante la creazione di quest’ultimo il 14 febbraio 1917, con riorganizzazione in sei otto otto reggimenti di artiglieria pesanti di grandi dimensioni (RALGP, 70-78).

  • parti voluminose
  • Presentazione di un barile 320 mm modello 1870/84 su Ferrovia per una missione militare cinese, nell’agosto del 1917 in Thierville-sur-Meuse. I servi che attivano i cilindri che abbassano i sei punteggiatori di supporto.

  • canon di 240 mm modello 1884 vicino a Dannemarie nell’agosto del 1916, smontata in due oneri (look + tubo) da posizionare su un percorso stretto.

  • Canonniers-marinai e il loro treno corazzato, armato di cannoni di 19 cm modello 1870-1893 su camion Tutti Azimuths (Taz) Schneider.

  • Per i materiali ALVF, il tipo di look – camion (spesso scritto “trucco” al momento) dipende dalla loro massa. Le camere fino a 240 mm sono montate su squali girevoli (taz) girevoli, ancorati a terra dai cilindri.I pezzi più pesanti sono attaccati a travi che possono solo tirare nell’asse della pista: una sezione curva, chiamata EPI, serve come una circolare puntata verso. Per i modelli scorrevoli, il rinculo è frenato da traversine di quercia che sfrega sui raggi paralleli alle guide. Per i modelli di culla, il tubo scivola in esso, quindi tornare in posizione.

    I tre calibri più utilizzati per l’ALGP erano il 190, 240 e 320 mm, essenzialmente dei canoni della Côte modificati (Denominations 19, 24 e 32 cm Indicare che i tasti sono ghisa, racchiudendo il tubo d’acciaio). Ci sono otto obluster di 370 mm modello 1915 e dodici modelli da 400 mm 1915 e 1916, che sono pistole marine (305 mm e 340 mm) intrappolati: hanno rotto il Fort de Douaumont nell’ottobre del 1916, i tunnel del Monte Cornilillet nel maggio 1917 e il morto nell’agosto del 1917.

    Al momento dell’armistice, un modello di obender da 520 mm è disponibile (il suo gemello esploso il 27 luglio 1918. Un colpo di prova a Saint-Pierre-Quiberon ), lo sviluppo di un pezzo molto a lungo raggio (TLP) è in corso (una maglietta da 340 mm con un tubo più stretto e molto lungo), mentre il nuovo modello lungo 220 mm 1917 Schneider inizia ad essere consegnato.

    ALGP sulla fronte,

    calibes 30 / 11/1914 1/05/1915 1/10/1915 1/02/1916 1/08 / 1916 1/12/1916 1/07/1917 1/01/1918 11/11/1918
    Modelli 14 cm 1887, 1891, 1893 e 1910 0 22 24 16 28 12 3 4
    16 cm Modelli 1887, 1891, 1893 e 1893/96 0 5 17 20 28 30 30 37
    19 cm modelli 1870/93 (IT), 1916 (IN) e 1917 (IT) 0 16 24 23 24 46 78 100
    200 mm Perù (en) 0 2 0 0 2 2 2 2 2
    Modelli 240 mm 1870/87, 1884, 1893/96, 1903 (IN), 1916 e 1917 0 2 23 33 40 112 148 213
    270 mm Modello 1889 0 0 12 24 24 68 80 84
    274 mm Modelli 1887, 1893 e 1893/96 0 0 2 2 4 9 6 10 10 7
    293 mm danese 0 0 0 6 6 6 6 6
    305 mm modelli 1893/96 e 1917 (IT) 0 0 2 6 10 11 11 10
    Modelli 320 mm 1870/81 (IT), 1870/84 (IT) e 1870/93 (EN) e 1870/93 (EN) 0 0 0 0 24 44 44 44
    Modelli da 340 mm 1893 (IT) e 1912 0 0 0 0 2 4 4 4 6
    370 mm Modello 1915 (IT) 0 0 4 10 10 6 8 4
    400 mm Model 1915 e 1916 0 0 0 0 8 8 8 8 12
    520 mm Model 1916 (IT) 0 0 0 0 0 0 0 0 1

    mortai di fette

    Alla fine del settembre 1914, i FlanAssels schierati in Argonne soffrono di colpi a corto raggio, piuttosto preciso e soprattutto potente, tratto dalle trincee tedesche: è il Minenwerfen (“Lancer mining”) Che i pionieri del 16 ° corpo tedesco del generale von mudra (stesso Sapore) portò arsenali dal luogo di Metz. Sono una risorsa importante in questa massa boscosa, al terreno accattivante limitando l’osservazione e le riprese dei pistole: il 2 ° Corpo francese vede le sue perdite accumulate, con conseguenti richieste di un materiale corrispondente che salgono la catena gerarchica..

    Foto a colori di due mortai in un museo.
    Malta da 58 mm in primo piano (caricato con il suo siluro) e 240 mm lt nel secondo (con la sua bomba).

    La prima risposta è quella di uscire dalle azioni a cento mortai di 15 cm model 1838 (bronzo, soprannominato “fellows” a causa della loro crema di sagoma che ricorda il rospo) che Disegna bombe sferiche caricate con polvere nera. Velocemente, molte altre malte improvvisate appaiono sulla fronte, montate da materiali di recupero (corpo shell, tubo di vecchie pistole, ecc.) Oppure prodotto in fabbriche per soddisfare le esigenze urgenti della fronte: la Bomb Luncher Cellerier, il lanciatore dei tatboarding o il tipo di cavalletta di IMPHY. Lo sviluppo di materiali specifici inizia durante l’inverno del 1914-1915: nel gennaio 1915 i primi 70 mortai di 58 mm T vengono inviati sulla fronte di Artois, tirando un siluro dotato di pinne. I 58 mm T non 1 bis (migliorato) e il n. 2 (più grande) sono fatti a diverse migliaia di copie in Saint-Étienne (macchine Leflaive at the Chaleser). A partire dal febbraio del 1915, i mortati di trinch ad alta potenza sono affidati esclusivamente all’artiglieria (organizzata in batteria di dodici pezzi), mentre quelli di bassa potenza sono lasciati alla fanteria (cannoni di 37 mm, stokes di malte di 81 mm, ecc. Platoni bombardieri). Il centro di istruzioni per la trench artiglieria (CIAT) viene creato lo stesso anno in Bourges. Dato il disprezzo di altri Gunners per queste unità, il personale assegnato all’artiglieria di Trench (AT) include inizialmente la frase condannata sospesa di tutti i bracci, supervisionata da ufficiali di riserva volontaria che sfuggono così al dominio degli ufficiali attivi.

    La gamma molto corta di queste parti del AT è compensata dalla bassa velocità iniziale (70 m / s per 57 mm per non 1a), il che consente di utilizzare proiettili con pareti spesse a basso contenuto, contenente un sacco di esplosivi: un Il guscio esplosivo di 75 mm è teoricamente 5,4 kg di cui 0,775 kg di esplosivo, mentre un tipo di bomba LS per mortaio di 58 mm T n. 2 in realtà 18 compresi 5 kg di esplosivo. Inoltre, circa 1.500.000 gusci esplosivi di 75 mm difettosi (prodotti in inverno del 1914-1915) sono stati riciclati come proiettili del mortaio Schneider da 75 mm che tira a bassa pressione dal 1915.

    Parti di artiglieria Trench

    70 millimetri VD modèle 1915

    1915 miglia BOMBE (21 kg Dont d’explosif 8)


    Materiali Peso della batteria Tasso di tiro MAX. munizioni (in massa)
    15 cm modèle 1838 150 kg un Coup / 2 min 600 m

    BOMBE sphérique (7,5 kg, 0,3 Dont d’explosif)

    450 m

    Bombè Nicole (10 kg Non d’explosif 6)

    225 m

    Bombe Cernesson (16 kg Dont d’explosif 7)

    Lance-miniere Gatard 105 kg

    un coup / 3 min

    174 da 480 m

    miniere Gatard (40 da 102 kg)

    58 millimetri T o 1 114 kg

    un coup / min

    300 m

    bombe (16 kg Non d’explosif 6)

    58 millimetri T o 1 bis 181 kg

    un coup / min

    450 da 530 m

    bombe (16 kg Non d’explosif 6)

    58 millimetri 2 o T 417 kg Un coup / min 650 m

    Bombes tipo A et B (16 kg Dont d’explosif 6)

    1 250 m

    LS BOMBE (18 kg Non d’explosif 5)

    450 m

    D bombe (40 kg Non d’explosif 10)

    350 kg

    3 su 4 Coups / min

    600 m

    Bombé VD ( 19 kg Dont d’explosif 6)

    tipo 75 mm A 1915 miglia Schneider 300 kg

    quatre Coups / min

    1 700 m

    Obus explosif 1900 miglia (5 kg Dont d’explosif 0,8)

    150 millimetri T modèle 1916 510 kg Trois Coups / min

    1 900 m

    1 930 m 1916 miglia BOMBE (18 kg Dont d’explosif 5)
    120 m 2 1917 miglia BOMBE (17 kg Dont d’explosif 5)
    150 mm t modèle 1917 Fabry 615 kg

    quatre Coups / min

    1 980 m

    240 millimetri CT modèle 1915 1 003 kg un colpo / 6 min

    1 025 m

    bombe M (87 kg Dont d’explosif 47)

    1 440 m T bombe (83 kg Non d’explosif 42)
    240 millimetri LT modèle 1916 3 600 kg un colpo / 6 min
    2 140 m

    bombe E (85 kg Non d’explosif 42)

    150 m 2

    BOMBE AB 1918 miglia (83 kg Dont d’explosif 40)

    850 m 2

    BOMBE DH 1918 miglia (50 kg Dont explosif 22)

    340 millimetri T

    2 260 kg

    un coup / 6 min

    2 375 m

    1915 miglia BOMBE (195 kg Dont d’explosif 93)

    Plus munitionsModifier

    Si la guerre de mouvement limitait les TIRS d ‘artillerie da mais des frappes rapides Peu nombreuses, délivrées par artillerie légère et Une Tres cellulare, con passaggio della guerre di posizioni allunga considérablement la durée des tirs (ciondolo Plu sieurs heures voire ciondolo plusieurs Jours d’affilée) Qui sont Désormais réalisés des batterie par Peu Mobiles et de plus en plus Lourdes. La Consumo des cartigli d’artillerie connait alors Une Tres forte croissance:. Les témoignages parlent di déluge d’obus, matraquage della UO di pilonnage

    “Out La Rumeur nombreuses, tenue souple et des 75 Qui passaient morte Dans un bruissement di déchirée soie, è soufflé mêlait con gravi et des sans Pausa 155, celui, più la Quaresima, des 120. Au-dessus, GROS cuivres Orchestre de cet sans cuoco, les lourds Obus di 220 coupaient odio sans les Hautes divani de l’on en ronflant quando Comme un HOMME enrhumé. Et, plus haut bis, l’œil Guida par l’oreille suivait, en s’étonnant di ne pas les surprendre au pouvoir Passage, les trajectoires des pesants 270, Qui avançaient par saccades Dont et en la Chute, un ventilatore accélérée Gamme chromatique semblait IS suspendre di avant un instant s’achever en un monstrueux éventail di blocchi di Arraches la craie sèche “.

    – Description de la Preparazione d’artillerie pour l’offensiva Champagne de l’Automne del 1915.

    105 mm

    Consumo energetico Quotidiennes moyennes de l’Artillerie FRANÇAISE par calibro
    Calibri Dec.1914 juin 1915 septembre 1915 décembre 1915 juin 1916 Septembre 1916
    65 millimetri 780

    1 002

    1 000

    780

    1 150

    569
    75 mm 24 077 62 160

    148 404

    20 330

    171 610

    226 290

    80 mm 340 710

    1 058

    335

    1 804

    975
    90 mm

    6 350

    2 636

    7 600

    1 630

    6 119

    8 920

    95 mm

    2 080

    3 020

    3 890

    1 760

    8 352

    11 210
    150

    1 291

    1 895

    125

    5 754

    4 206

    120 mm

    2 760

    3 740

    9 130

    1 564

    13 635 12 818
    155 millimetri

    3 080

    5 697

    11 2 10

    1 787

    19 456 28 230
    220 mm 70 541

    1 586

    157

    1 420

    2 475

    Nouvelles munitionsModifier

    Foto couleur d'un Obus GROS.'un gros obus.
    Un Obus di 155 mm tipo D (Desaleux), aux formes élancées (ici sont les MARCATURE Finlandais).

    Les performances balistiques français sont des proiettili da Grace améliorées des charges propulsives più puissantes, ainsi piuttosto che a livello des profils et des più allongés culots chanfreinés (Forme di tronconique ): par exemple l’Obus explosif di 75 mm modèle 1917 tipo D atteint les 11 km portée au lieu des 8 km précédents des modèles (1900 et 1915). L’efficacité des Obus est étudiée del presidente: la Fin des del 1914, da fabrique des désormais Obus en Fonte (Obus FA) plutôt qu’en acier, par souci d’économie mais aussi parce qu’ils è fragmentent en un plus grand Nombre d’éclats.

    de Nouvelles en fusées entrent produzione, celles notamment da double effet Qui permettent scia di au Choix du tir fusant (barillets gradués des servent au réglage du temps avant detonazione) OU percutant Avec da Meme obus (fusée dE 24/31 mm modèle 1915, remplaçant la del 22/31 1897, réglage Avec da 0 da 24 secondes), qu’il un Fallu adattatore aux obus tipo D (24/31 fusées di un 1916 et 1918, Avec réglage jusqu’à 32 h) et aux longues portées de l’Artillerie lourde (dE LD 24/31 1917 et 1918, jusqu’à 51 h). Les percutantes è diversifient entre celles instantanées (explosant au sol du macchia: Io FUSEES 24/31 1914 et modèle IA 24/31 1915 24/31 1899 remplaçant la) et celles retardées (Avec des ritardati di UO 0,05 0,15 e, un creusant entonnoir .)

    Si lors de la guerre di mouvements d’août et septembre 1914 les Obus dal balles ont été utilisés principalement, sont les oltre Obus Explosifs utiles Dans la guerre di Tranchées e Qui ‘éternise bagno: les Lotti (compone Chacun su 5 976 cartigli di 75 mm, théoriquement conditionnées Dans 664 AD caisses de neuf Coups) lire aux parcs sont donc modifica, composés initialement di 2 952 obus Explosifs et 3 384 obus da balles, en Novembre 1914 ils passent 5 688 288 da Explosifs et balles, Puis à 5 391 585 da Explosifs et balles en juin 1915.

    L’artillerie intrinsecamente par des Obus Explosifs milioni, completa par des Obus dal balles, mais aussi des fumigènes (oneri au phosphore), des incendiaires (contenant des et du mèches goudronnées magnesio), des DCC rymogènes et des toxiques (Avec Une petite carica éventre Qui l’Obus, libérant con gas), des perforanti (AL tipo, aux Parois épaisses, fusée Avec di Culot), des éclairants (éjectant l’par arrière un contenant un cylindre Parachute retenant une cartiglio éclairante), les traçants et quelques Meme Obus da tratti.

    Obus chimiquesModifier

    con Développement des armes chimiques en 1914-1918 al posto di Donne une entre les belligeranti ovviamente, è répondant l’un l’autre. Des octobre 1914, l’Infanterie FRANÇAISE utilizzare des granate lacrymogènes-irritantes (d’au bromacétate etile) Pour des Tranchées con Nettoyage et abris. 27 ottobre 1914, L’Artillerie allemande intrinsecamente 3 000 lacrymogènes Obus di 7,7 cm (au bromoacetone) da Neuve-Chapelle. La Première Massive attaque au gaz sur toxique da Occidental fronte di disperazione posto con il 22 avril 1915 lors de la deuxième bataille d’Ypres: les troupes allemandes lâchèrent devant eux Une nappe di gaz-Chlore jaune vert da partir de cylindres pose au sol, fumo qui permettere il controllo della percée Une di Trois kilomètres di grande entre et Steenstrate Langemark Travers les deux lignes di Tranchées, L’Artillerie FRANÇAISE perdant Dans l’affaire 29 canoni di 90 mm (l’87 dC), 16 canoni da 75 mm ( AD 45), sei canonici 95 mm et quatre di 120 mm L (ces derniers repris di 25 aprile). semaine Une APRES Cette attaque, con GQG demande du matériel et des des gaz libérant proiettili.Il primo attacco chimico francese di cloro si svolge nel luglio del 1915. Tutti i belligeranti sviluppano quindi un’artiglieria chimica, una soluzione più pratica e precisa rispetto alle tovaglie alla deriva (che dipendono troppo dal vento). Il primo “Shell Special” francese, battezzato obus n. 1, è prodotto nel giugno del 1915: la parte interna del guscio esplosivo di 75 è isolato e riempito con tetraclorosulfuro di carbonio, una molecola soffocante. Il primo speciale obusa il numero 1 è disegnato il 14 luglio 1915 sul legno tedesco di Fricourt durante una mano del 151 ° divisione di fanteria e in maggior numero durante la battaglia di Champagne nel settembre del 1915. L’interrogatorio dei prigionieri ha rivelato che queste conchiglie Aveva solo provocato formicolio a livello degli occhi e poco imbarazzo a livello respiratorio, il guscio esplosivo di 75 non avendo una capacità sufficiente per raggiungere una concentrazione tossica del prodotto. Allo stesso tempo, i nuovi gusci speciali battezzati # 2 e # 3 sono sviluppati sulla base della shell esplosiva 75. Il guscio speciale n. 2 è un guscio incendiario-soffocante composto da fosforo e solfuro di carbonio, lo speciale shell # 3 è un guscio di incendiario-fumigina caricato solo dal fosforo.

    di fronte al lavoro. Gas soffocante francese, I tedeschi passano al diphosgene (soprannominato “verde croce” a causa dei segni sui conchiglie) che usano durante gli attacchi chimici nel maggio 1916 intorno a Verdun. Il popolo francese risponde con gusci speciali # 4 e # 5, sviluppato durante l’anno 1915 ma tenuto in riserva, dipendenti dal febbraio 1916 per il conchiglia n. 5 nella battaglia di Verdun e luglio 1916 per Shell # 4 durante la battaglia del somma. Obus No. 4 è responsabile della “Vincennitis”, una miscela di acido cianidrico, la molecola tossica, il cloruro arsenico, il cloroformio e il cloruro di stagno accusato con la nuvola creata dall’esplosione del “guscio. Il n. 5 è accusato di “colongite”, fosgene associato a cloruro arsenico.

    Nel 1917-1918, i colpi tossici si moltiplicano, mentre l’arrampicata continua. Nel luglio del 1917, i tedeschi cominciano a usare cyananadifenilarsine (“croce blu”, che provoca vomito, forzando di rimuovere la maschera antigas), poi da luglio il solfuro etilico diclorourato (“croce gialla”, soprannominato. Sommergibile. Yperite dai francesi dopo la battaglia di Passchendaele vicino a Ypres nel 1917). Il 15 ottobre 1917, l’artiglieria francese attiva un tiro di sette giorni e sette notti a base di conchiglie di fosgene per preparare un attacco alle donne chemini. Nel 1918, altre conchiglie speciali francesi sono piene di sostanze tossiche, in particolare i gusci di cloropicrina (una lacrima soffocante, ma fatale ad alta dose), gli obiettivi # 16 caricati con “ratifica” (mortale immediato vescicale) e le conchiglie n. 20 caricato con etil solforfo dicorurato (yperite), quest’ultimo solo da giugno 1918.

    Durante la guerra, dal luglio 1915 al novembre 1918, il materiale chimico del servizio ha caricato 18,2 milioni di conchiglie speciali (calibri 75, 90, 105 , 120 e 155 mm, così come Bombe di Crapouillot), di cui 9,2 milioni di obusa i nostri 4 e 5, 4,4 milioni sono fumigebiebi, 2,3 milioni contengono l’yperito e 870.000 sono tearmogeni; Ci sono 1.140.000 granate soffocanti. 200.000 soldati tedeschi sono stati messi fuori combattimento da gas, tra cui 9.000 die; 190.000 francesi sono stati intossicati, di cui 8 000 morti.

    “Questa è probabilmente la forza più straordinaria che si rivolge a cui è mai stato dato ‘Assist: Improving qualsiasi parte una persona senza personale, senza materie prime, senza prassi nemmeno di produzione. In pochi mesi, in effetti, i processi di laboratorio sono stati trasformati. “

    – Alexandre Millerand, Ministro della guerra dal 1914 agosto al 1915, circa l’industria chimica francese.

    Articolo dettagliato: gas di combattimento della prima guerra mondiale.

    problemi di produzioneModificatore

    Foto in bianco e nero di un magazzino Pieno con batterie a prese.'un entrepôt remploi de piles de douilles.
    Conservazione di prese da 75 mm: Realizzato con ottone, è stata necessaria l’importazione per soddisfare i bisogni, da cui il loro recupero Dopo l’uso e l’uso di gargesse su tela per il carico propulsivo di grandi calibri.

    Quando il ministero dei ordini di guerra per avviare la massiccia produzione di cartucce di artiglieria, rapidamente tutti mancanti, sia Sono le materie prime (acciaio, rame, esplosivi e polveri), macchine utensili, fabbriche o personale.Fattori aggravanti, da un lato la maggior parte delle regioni industriali nord-orientali è sottoposta a occupazione (la Francia perde il 63% della sua produzione di acciaio e l’81% della sua produzione di ghisa), d’altra parte i principali fornitori di “Pre-War erano tedeschi (Ma alcune piante situate in Francia sono sequestrate).

    Una volta che gli stock sono quasi svuotati, l’acciaio è sostituito dal ghisa aranti (Obs Fa in “Grigio in ghisa”, più scarsa carbonio del cast lordo ferro), più economico e fluente; Per l’esplosivo, la cresylite (Trinitrocresol) è sostituita dall’ottobre del 1914 da Schneiderite (basata su Nitrato di ammoniaca e Dinitronaphthalina), tolinite o tolite (trinitrotoluene), melindic (trinitrofenolo) xilite (trinitromeaxylene) e Ched ha detto; La polvere B usata come propellente è in parte importata dagli Stati Uniti; Il fenolo è prodotto dal gas della città, produzione industriale di etere, nitrocellulosa e acido solforico, anche se l’industria chimica francese, parzialmente trasferita nel sud-ovest (Angoulême, Bassens, Tolosa, Saint-Médard, Bergerac, ecc.), Dipende, tra Altre cose, del nitrato di Soda cileno e nitrato di ammonio norvegese.

    L’industria dell’armi usata come forza lavoro essenzialmente rialzata militare (il “Special interessato”, mezzo milione del 1918), donne (430.000 “munizioni” Alla fine della guerra, più spesso ex lavoratori tessili) e lavoratori civili, integrati da adolescenti, stranieri (compresi gli impegni cinesi), coloniali (in particolare gli algerini, indocinesi, marocchini e tunisini), volontari prigionieri di guerra e mutilati.

    Articoli correlati: Sevaran Polwerrock Livry, Vonges Duplery, Ripault Viola, Esquerdes e polvere di polvere Goulie.

    Produzione di proiettili in Francia all’anno (non contando importazioni)

    1918

    1914 1915 1916 1917 1918
    3 396 000 24 152 000 80 319 000 101 341 000 70 588 000

    problemi logisticiModificatore

    220 mm convoglio obly (tutti sono 100 kg) Un modo ristretto vicino alla stazione Quenel nell’agosto del 1916.

    L’enorme consumo di munizioni richiede un’infrastruttura logistica adattata; Avere abbastanza munizioni per nutrire un’offensiva diventa così importante che la responsabilità va dalla direzione della schiena a quella del 1 ° ufficio GQG. Le fabbriche consegnano le cartucce oi loro elementi ai magazzini di riserva generale, situati sul retro (Besançon, Lione, Clermont, Bourges, Angers, Rennes and Nevers). Questi magazzini sono ampliati in agosto e settembre 1915 (aggiungendo attacchi e ferrovie) e integrati da quelli di Héricy (per le munizioni di 75 e 105 mm), Cosne (per l’artiglieria trench) e Vincennes (per i conchiglie “speciali”). Ognuno di questi magazzini è collegato a un esercito da almeno una linea ferroviaria, con almeno quattro treni al giorno.

    Ogni treno di munizioni è composto da 30 a 35 auto, una capacità da 300 a 350 tonnellate. Gli eserciti memorizzano le loro riserve sotto forma di “snack mobili”, vale a dire i treni caricati e di stanza sui canali del garage. Questi parchi ferroviari sono nell’agosto del 1915 a Vaiver (dipendenti dal Grigio), Brienne (Gr de Troyes), Noisy-Le-Sec, Le Bourget, Creil e Dunkerque, un totale di 3.440 auto, a cui sono aggiunti a forti titoli di posti a sedere, Iniziato dagli eserciti vicini.

    Ad esempio, per l’offensiva Champagne del settembre-ottobre 1915, la preparazione riguarda i servizi della parte posteriore, con tutto il mese. August lo sviluppo di reti ferroviarie e stradali, pure come lo stoccaggio di impilamenti di forniture enormi. In caso di rivoluzionario, la fornitura di forniture in munizioni sono fornite tra le terminazioni ferroviarie e i livelli hippomobili di fornitura di organismi o eserciti. Il parco nel nord-est di Brienne, sulla linea di Jessains alla luce, è arredato con un raggio di venti canali da garage per gli snack (capacità di 800 e 1000 auto), oltre a sei vaste hangar di munizioni (ciascuna di 200 su 16 Metri, serviti da ferrovie, con capacità media di 700.000 colpi di 75 e 200.000 di AL).La sicurezza è affidata a pareti a bullone semplici, pompe e pompe per bracci, con la movimentazione di due grandi distacchi del parco e per la custodia una società territoriale e un pacchetto di cavalleria (pistole DCA e proiettori arrivano dal Medio del 1916). Di fronte a questo parco, le stazioni di Saint-Dizier, Rinnovi e Châlon servono anche sul garage di altri snack (ciascuno centotrecento carri). Proprio dietro la fronte, la linea di Suippes a Sainte-Menehould, messe a due vie, è più raddoppiata a sei chilometri più a sud con una nuova linea di 33,8 km da non perdere a Dampierre.

    Consegne francesi di proiettili durante gli offensivi del 1915-1916


    Calibra Artois e Champagne
    (agosto-ottobre 1915)
    per difendere Verdun
    (Febbraio-luglio 1916)
    per la somma (maggio-ottobre 1916)
    58 mm Trench 0 13 598 653 968
    75 mm Trench 239 350 0 0 196.000
    150 mm Trench 0 0 98 780
    240 mm Trench 1 950 1 220 36 430
    65 mm 9 648 55 476 0
    75 mm 5 497 920 12 513 744 17 378 2 08
    75 mm Gas 460 000 180 000 1 329 000
    80 mm 39 700 103 500 13 400
    90 mm 285 800 368 800 290 500
    95 mm 104 700 556 000 740 800
    100 mm 8 400 33 100 33 600 105 mm 112 200 508,000 415 500
    120 mm 430 500 1 361 200 902 900
    120 mm Gas 0 5 200 88 200
    155 mm 535 000 1 425 200 2 310 000
    155 MM GAS 0 0 269.000
    220 mm 75 460 55 120 360 390
    270 mm 9 900 700 24 150
    Numero di auto necessarie
    (Media di J Il nostro)
    13 297
    (200 al giorno)
    27.671 211 al giorno) 46 483
    (263 al giorno)

    Notizie OrganizzazioniModificatore

    L’artiglieria francese è in gran parte in via di sviluppo Durante il conflitto, da 434.000 uomini nell’agosto del 1914 (16% dell’intero esercito) a 771.000 nel 1918 (26% del totale), senza contare il treno che garantisce la logistica delle munizioni. Il reclutamento del personale pone meno problemi che in fanteria, l’attrito è molto più bassa. Reggimenti di artiglieria a piedi, depositi e lezioni da 1914 a 1919 (quest’ultimo in anticipo del 1918 aprile) coprono le esigenze. Tutte le categorie sociali sono interessate, con preferenze per le persone urbane con una professione tecnica (lavoratori, meccanismi, conducenti, ecc.) Alla rurale per affrontare migliaia di cavalli (conducenti, carrelli, marshals-fermant, ecc.).

    Dal 1915 gennaio, il comando dell’esercito diventa consapevole delle perdite tra i dirigenti delle unità di artiglieria esistenti e la necessità di formare nuovi ufficiali per nuovi reggimenti di artiglieria pesante e paese. Tra gennaio 1915 e dicembre 1917, 6.000 ufficiali sono nominati direttamente dal comandante generale. NCOS con dieci mesi di grado e almeno dodici mesi di servizio attivo agli eserciti designati dai loro superiori vengono inviati in essere sviluppati presso la scuola di Fontainebleau; Questa rotta del reclutamento consentita, tra il gennaio 1915 e il dicembre del 1917, la formazione di 4.000 sotto-tenetenant e 800 secondi detenuti specializzati nell’artiglieria della trincea durante 14 promozioni. NCS di meno di otto mesi di anzianità nominati dalla grande sede della classe di aspiranti studenti esentati dall’esame di ammissione, sono uniti in questi corsi da parte dei soldati delle nuove classi che riuscì ad ottenere almeno 12 al generale Concorso di conoscenza. Quest’ultima rotta di reclutamento ha reclutato 3.500 ufficiali non commissionati e 5.000 che ottengono il grado di aspirante studente.

    Creazione di unitàModificatore

    per fornire all’artiglieria necessaria per la creazione di nuove divisioni (fino al 170 ° di formato nel dicembre 1916) e il nuovo corpo (fino al 40 ° CA ha anche creato durante lo stesso periodo), il loro personale è realizzato raggruppando il quarto gruppo di reggimenti di CA esistenti, le poche batterie da 75 mm disegnate dalle colonie o creando alcune batterie dagli stock di vecchi modelli da 80 mm 1877 e 90 mm modello 1877 (dal sistema Bange ). Il 1 ° aprile 1917, tutti questi gruppi formano nuove auto numerate da 201 a 276.

    La campagna di artiglieria pesante, che ha sviluppato molto durante l’inverno del 1914-1915, è riorganizzato il 1 ° ottobre, 1915 in 20 regimi di artiglieria pesanti Hippomobile (Ralh i nostri 101-121) e in cinque poi dieci (1 novembre 1915) Reggimenti di artiglieria pesanti rimorchiati (RIM 8 da 81 a 90). Questi reggimenti hanno una vocazione amministrativa e non tattica; I RALH devono essere 20 batterie per fornire gruppi (due batterie) di artiglieria pesante del corpo e degli eserciti dell’esercito, mentre il RIM TIM è teoricamente (l’industria lotta per fornire le pistole necessarie) a 24 batterie e servire come riserva di telefonia mobile per offensive , assegnato agli eserciti e poi alla riserva generale dell’artiglieria. Il 30 maggio 1916, il Ralh va su carta a 36 batterie per fornire i gruppi pesanti divisionali (armati di nuovi 155 mm C, il personale gradualmente fino all’estate del 1918). Il 1 ° ottobre 1917, l’ordine è dato per dividere l’altro da 10 a 20 reggimenti (il nostro 281 al 290, il 289 e 290 ° all’inizio del 1918) senza aumentare il numero di gruppi. Il 28 dicembre 1917 è il turno del RALH che deve passare da 20 a 32 reggimenti (i nostri 130-145 con alcuni vacanti) per formare il reggimento organico di ciascun Corpo. Nel febbraio 1918, quattro gruppi vengono rimossi da ciascun RALH da assegnare alla riserva generale e alla forma 30 RALH (il nostro 301 a 456, aggiungendo 200 al numero del reggimento originale).

    Nel 1917, Le divisioni di fanteria subiscono una riprogettazione: il livello di brigata viene rimosso, la fanteria è ridotta a tre reggimenti di fanteria (anziché quattro prima), mentre l’artiglieria divisionale è aumentata da un gruppo hipompomobile artiglieria pesante (155 mm C, organica con decisione di luglio 12, 1917, con l’applicazione fino all’estate 1918) e una batteria trincea oltre al reggimento artiglieria della campagna (e sui suoi 75 mm). A livello del corpo vengono aggiunti il reggimento dell’artiglieria della campagna montata, gradualmente trasformato in una RAC trasportata (75 mm su camion), oltre a due gruppi (ciascuno a due gruppi) di un pesante reggimento artiglieria (con 105 mm e 155 mm L, spesso sostituito da 120 mm L).

    Riserva generale di Artilleildedit

    28 giugno 1915 è creato il “grande artiglieria” (ALGD), le unità di raggruppamento dotate di marine o Costa costiera di calibro molto grande, compresa la pesante artiglieria sulla ferrovia (ALVF). Sulla base delle lezioni dei combattimenti del 1915 e del 1916, il generale Buat (professore di formazione) raccomanda la creazione di una riserva di unità che consentono una “manovra di artiglieria” (la concentrazione di incendi); Ascoltato dal nuovo comandante in capo il livello generale (anche Artiller), la “Riserva Artilleria” è stata creata nel gennaio 1917, gradualmente organizzata e definita dalla nota del 14 febbraio 1917. Questa prenotazione dipende direttamente dal GQG, include Uno staff (con Buat alla testa e nel 1918 General Herr), tutti i gruppi armati dei più grandi calibri, un centro in Mailly (per manutenzione e istruzione), squadroni dell’aviazione (per l’osservazione e l’adeguamento) nonché i propri servizi di trasporto (compresi gruppi di “normali produttori di modi”, depositi di attrezzature, una scuola di driver e meccanica di langes, un servizio auto, ecc.). La riserva è organizzata in tre divisioni: il primo gruppo l’ALGP (incluso l’ALVF), la seconda artiglieria pesante del trattore e le terze parti servite dai Gunners.

    Rinominato “Riserva generale di Artiglieria” (RGA) Il 26 gennaio 1918, è quindi composto da tutte le unità di artiglieria che non cadono nella composizione organica delle grandi unità. Comprende 3.200 appezzamenti di artiglieria da paese rimorchiata, 4.480 pezzi di artiglieria pesante tracciata o intoppo, oltre a 200 pezzi di artiglieria pesante con grande potenza (ALGP).Con l’integrazione dell’artiglieria a piedi e gruppi di artiglieria di trincea, viene aggiunta una quarta divisione:

    • la 1a divisione (ordinata da colonnello allora generale Maurin), costituito da grande artiglieria pesante (ALGP , incluso ALVF), o RA numerato da 70 a 80;
    • la seconda divisione dei reggimenti del trattore numerata da 81 a 90 (per i reggimenti dotati di cannoni lunghi) e da 281 a 290 (per i reggimenti con le pistole corte) ; È rafforzato da gruppi di vettori e trattori e nel 1918 da reggimenti hippomobili (i nostri 101 a 118, 120 e 121, 130-188, 141 e 141, 130-138, 141 e 142);
    • la 3a divisione (ordinata da a contro-ammiraglio) formato da gunkrs-marinai che servono batterie del trattore e una flotta armata (gunners e chiatte che utilizzano la rete d’acqua);
    • la quarta divisione formata dai reggimenti dell’artiglieria a piedi (1 °, 3, 5 A 11), le batterie a piedi del 1 °, 2 ° e 3 ° reggimento dell’artiglieria coloniale e dei reggimenti dell’artiglieria della trincea numerati da 175 a 178.

    una quinta divisione della RGA è formata in 19 giugno 1918 con i reggimenti dell’artiglieria della campagna, confiscati con il Corpo. La sostituzione dell’apparecchiatura è garantita dagli eserciti per la seconda e la 4a divisioni e dalla RGA rispetto alle 1 ° e alla 3a divisioni. L’ispettorato generale dell’artiglieria è formato nel gennaio 1918, è guidato da un generale di divisione ed è destinato a guidare e monitorare l’istruzione dell’artiglieria all’interno degli eserciti. L’ispettore generale dell’artiglieria dirige anche la riserva generale dell’artiglieria (RGA).

    nuovo uniformemodifier

    Foto a colori di un auricolare di metallo.'un casque métallique.
    Il modello del modello 1915 dell’artiglieria: due pistole croce sotto un melograno infiammato con le iniziali rf.

    L’uniforme del dispositivo (il “Artiflot” in gergo) si adatta anche al conflitto, seguendo la stessa evoluzione di quella delle altre armi: il progressivo passaggio nel 1915 all’orizzonte foglio di lana blu (tinto con indigo) E il porto del casco Adrian (spessore 0,7 mm, coperto con una vernice “artiglieria grigia”, poi grigio opaco dal 1916). Alcuni distintivi segni di artiglieria sono ancora preservati: il distintivo del pin rimane rosso scarlatto e le padelle dei pantaloni collant, mentre il casco tiene davanti a due pistole croce.

    In pratica, i cannocchini che devono garantire le molestie o preparazione per diverse ore e dover maneggiare munizioni e pezzi sempre più pesanti sostituire il loro vestito da combattimento da parte della holding di Chore, vale a dire un pantalone reticolo e un clip da clip di lino Globe. All’inizio, uniforme non regolata, velluto marrone, beige o blu-grigio-grigio (mancanza di clip blu) così come gli effetti civili in inverno (sciarpe, maglioni, guanti e cappelli).

    Nuovo scorsoio

    Di fronte all’incapacità della fanteria francese per perforare le linee tedesche, il personale di risposta accumula sempre più artiglieria e munizioni per preparare il secondo offensivo champagne nell’autunno del 1915, l’offensiva della somma dell’estate del 1916 e La seconda offensiva dell’Aisne nella primavera del 1917. Per questo, l’esercito francese rafforza considerevolmente la sua artiglieria e soprattutto cambia il suo modo di usarlo. Questo adattamento è progressivo, perché ogni offensiva porta una nuova lezione da applicare durante la prossima battaglia, ma anche perché l’applicazione di queste innovazioni affronta il conservatorismo di una parte degli ufficiali del personale, compreso il personale. Condividi di Gunners.

    in 1915modificatore

    La nuova dottrina del lavoro di artiglieria è sviluppata da pratiche esperte in diverse unità principali dalla caduta del 1914. La loro descrizione sale la gerarchia, quindi lo staff dei diversi eserciti e il GQG diffonderli, quest’ultimo sotto l’istruzione del titolo sull’occupazione dell’artiglieria il 9 novembre 1914, quindi dalla nota sul ruolo dell’artiglieria degli attacchi del 14 febbraio 1915. Secondo quest’ultimo, l’artiglieria ora ha quattro missioni:

    • la preparazione, per devastare la rete spinata e neutralizzare la linea di opposizione trencing (con una densità teorica di “una stanza per dieci metri di fronte);
    • il barr bar Età, sui fianchi e di fronte all’attacco da 100 a 200 metri, vietando i contro-attacchi e l’intervento dei rinforzi;
    • la distruzione delle pistole a fianco di fianchi da 7 a 800 m di larghezza sui fianchi dell’attacco;
    • la batteria, per silenziare o distruggere l’artiglieria avversaria, con la posizione e la regolazione in aereo o palloncino.

    Dal 1915, ogni corpo e l’esercito ha un servizio di identificazione dell’artiglieria (SRA), che riunisce informazioni da sezioni di ricerca delle informazioni da parte dell’osservazione della terra (srot), sezioni di tracciamento del suono (SRS), prigioniero Palloncini, oltre a osservazione e aviazione di regolazione (con uno squadrone di CA). Gli ufficiali di collegamento sono distaccati alle unità di fanteria da coordinare, mentre il colonnello di ogni reggimento artiglieria diventa il consulente del suo generale. L’artiglieria di ogni divisione e di ogni corpo è ora guidata da un piccolo personale, supportato a livello dell’esercito dal gruppo di tela sparatoria (composta da membri del servizio geografico dell’esercito, i lavori cartografici accusati di SGA). Le reti telefoniche devono collegare gruppi, batterie, personale, motivi di aviazione, posti di osservazione, ecc. Per l’impostazione, la connessione viene eseguita da TSF o segnali.

    Da ora, i piani dell’occupazione dell’artiglieria sono stabiliti prima di ogni attacco; Due esempi di questi piani mostrano l’applicazione delle linee guida. Il 15 febbraio 1915, il quinto corpo attacco Vauquois, Gouleuilles e il rating 263: gli ordini stanno precedendo l’assalto della fanteria da una preparazione di artiglieria di due ore, con due interruzioni di dieci minuti per sorprendere i fantrymen tedeschi nelle loro trincee. “Non appena sarà iniziato il movimento della fanteria, l’artiglieria allungherà il suo sparo per fare delle dighe, raggiungere la seconda linea e le riserve del nemico e paralizza i suoi contro-attacchi”.

    Articolo dettagliato: Battaglia di Vauquois.

    Alla fine del febbraio 1915, il 21 ° corpo prepara un nuovo attacco verso Souchez, tra la collina di Lorette e il vimy crête (preceduto dai tedeschi in All’inizio di marzo, l’attacco francese è finalmente condotto a maggio): ci sono anche due ore di preparazione all’alba, da 120 pezzi di paese (AC 21, AD 43, 58 e 92 e un gruppo di 2 ° CC) e 106 pesanti Artiglieria (il gruppo settentrionale del decimo esercito). Le batterie nazionali sono in media solo 2.600 metri dai loro obiettivi, a distanze estreme variabili tra 1.600 e 4.000 m (questo posizionamento consente di migliorare la precisione e quindi estendere lo scatto), mentre le batterie pesanti sono fino a 6 km (metà è riservato per la controbotteria). L’impostazione è fornita da osservatori immessi nella prima riga e da due aeromobili.

    Articolo dettagliato: Battaglia di Artois (maggio-giugno 1915).

    he offensive dell’autunno 1915 in Champagne è segnato da una preparazione ancora più potente, dal 22 al 27 settembre 1915: per una fronte di Attackow da 35 km è stata implementata 872 pezzi di artiglieria pesante, una stanza pesante per 40 m in media e un cannone da 75 mm per 33 m, quindi il consumo di 300.000 conchiglie pesanti e 1,3 milioni di 75 mm. L’offensiva ha permesso di prendere la prima linea tedesca (catturata dai conchiglie), ma calpestata davanti al secondo (intatto), prima di essere interrotto per mancanza di munizioni.

    in 1916DIT

    Gli offensivi francesi della primavera e dell’autunno 1915 sono a loro volta l’oggetto di un’analisi (rapporti di Foch su Artois e Petain su Champagne), con diffusione durante il periodo invernale (silenzioso) delle conclusioni sotto forma delle istruzioni di novembre 20, 1915 sull’occupazione di artiglieria pesante e il 16 gennaio 1916 allo scopo e le condizioni di un’offensiva generale.

    Il primo giorno della battaglia di Verdun, il 21 febbraio 1916, vede l’applicazione di Una nuova tattica: se la preparazione dell’artiglieria tedesca è ancora più potente di quella francese del 1915 in Champagne, è particolarmente più breve, per nove ore invece di tre giorni, che sorprende il personale francese (artiglieria pesante francese, composta quindi in particolare Vecchi pezzi, tira più lentamente). Gli insegnamenti della prima fase dei combattimenti intorno a Verdun sono pubblicati nell’istruzione del 27 maggio 1916, sull’uso dell’artiglieria nella difensiva, compresa la “contro-preparazione offensiva” (CPO) che deve essere eseguita durante la preparazione avversaria, Poco prima del suo attacco, al momento in cui i nemici iniziano le trincee sono piene. La preparazione dell’artiglieria che innesca una contro-preparazione, qualsiasi aumento dello scatto degenera quindi in un duello (una guerra di usura), ogni artiglieria colpisce le linee avverse.

    L’attacco del 6 ° esercito (comandato da Generale Fayolle, un armatore) come parte della battaglia del Somme è su un fronte di 15 km, dopo una settimana di preparazione dell’artiglieria.Per realizzarlo e accompagnare l’assalto, ogni divisione e corpo militare ha un’artiglieria fortemente rinforzata: la concentrazione rappresenta 444 pistole campagne, 360 malte di trincea, 228 pistole corte e 300 lunghe artiglieria, nonché “un dispiegamento di 56 mortai e 61 lunghi Canoni di ALGP. I colpi dei nuovi oblyiers francesi di 400 mm hanno schiacciato i villaggi fortificati di Herbécourt, Estrées e Belloy-en-Santerre. Grazie a questo, l’assalto della fanteria lanciato il 1 ° luglio 1916 conquista la prima linea tedesca: “Grazie alla preparazione dell’artiglieria, completa distruzione degli accessori di difese, sconvolgimento delle trincee, schiacciamento dei rifugi” (il 21 ° RIC di fronte di Dompierre) D’altra parte, la seconda linea tedesca, poco colpita dalla preparazione e dalla portata dell’artiglieria della trincea, impedisce l’ondata di assalto. Per raggiungere questo risultato magro, il consumo di munizioni era due milioni di conchiglie da 75 mm e mezzo milione di conchiglie pesanti (dal 24 giugno al 10 luglio 1916). L’offensiva continua, come previsto dalla “condotta scientifica della battaglia”, da una serie di nuove spinte (14 luglio, 30 luglio e 3 settembre), il periodo tra due attacchi necessari per far avanzare l’artiglieria su un terreno scioccato, ma Mentre i tedeschi riorganizzano le loro difese in profondità, la svolta è impossibile.

    in 1917modifier

    L’evoluzione della dottrina per l’impiego degli interventi (e le sue istruzioni per lo staff) è affidata all’artiglieria Centro di studio (CEA), fondato il 27 giugno 1916 a Châlons-sur-Marne, mentre la scuola di artiglieria di Fontainebleau adatta rapidamente il suo insegnamento per fornire i nuovi ufficiali. L’esperienza acquisita dall’importo genera l’istruzione del 16 dicembre 1916, applicata durante la seconda offensiva dell’Aisne (sulla strada verso le signore) con un bombardamento di oltre 40 km di larghezza da quattro milioni di conchiglie da 75 mm e 1,2 milioni di conchiglie pesanti (da 7 aprile al 17, 1917). C’era un barile di 75 mm e un barile pesante con 20 m dal davanti ad attaccare. Il fallimento è stato parzialmente attribuito al maltempo (rendendo la regolazione difficile) e il terreno difficile (i pezzi di artiglieria di 1.650 trincea implementati non sono stati in grado di seguire la fanteria).

    Foto in bianco e nero del caricamento di un barile pesante.'un canon lourd.
    mortaio di 220 mm TR Schneider sulla costa di Talou nell’agosto del 1917: Quattro Gunners indossano un guscio (100 kg) alla testata del cilindro aperto, mentre un altro inizia un razzo.

    Durante l’estate 1917, gli offensivi limitati si basano su enormi concentrazioni di artiglieria. Quello del 2 ° esercito a nord di Verdun su entrambe le rive del Meuse, è preparato e quindi supportato da circa 600 batterie, o 2.256 pezzi, serviti da 60.000 cannocchini, tutti per sostenere 50.000 fanteria (otto divisioni) su una parte anteriore di soli 18 km (un pezzo per otto metri di fronte). Sono implementati 1.195 pistole da 75 mm per supporto tattico (un gruppo per ogni battaglione); 1.016 malte di trincea, 435 pistole da 155 mm cort (160 de Bange, 140 S e 135 CV), 122 mortai di 220 mm e otto di 270 mm per la distruzione dei retricazioni; 16 cannoni di 100/105 mm, 50 di 105 mm, lunghe lunghe da 140 di 120 mm, 24 di 145 mm, 250 di 155 mm di scapolo lungo, 55 155 mm di lunghezza S e otto di 155 mm GPF per controbotteria; Alla fine, cento cannoni dell’Algp (17 di 240 mm, 28 di 270 mm, 16 di 32 cm, quattro di 370 mm e quattro di 400 mm) per colpire le stazioni, depositi di munizioni, così come i tunnel del Dead-man e il legno grezzo. L’istituzione dell’artiglieria, che riguarda circa un terzo di tutta l’artiglieria pesante francese, diffusa oltre cinque settimane. La preparazione inizia il 13 agosto 1917 (a J-4 prima del 17, finalmente posticipata a 20), culmina il 19-20, quindi i colpi continuano fino a 23. Durante questi undici giorni, sono 3,5 milioni di colpi (incluso 311.000 chimici), cioè 82.400 tonnellate di munizioni.

    Articolo dettagliato: Battaglia di Verdun (1917).

    Lavori di gazir / h4>

    La dottrina francese su L’uso di conchiglie di gas si evolve nel tempo e con l’arrivo di nuovi prodotti tossici. Le funzioni del gas sono quella di uccidere gli occupanti delle aree destinate da scatti di distruzione o per neutralizzare le aree da colpi sporadici. L’efficacia dei gusci di gas dipende dalle condizioni meteorologiche con il parametro più importante, davanti alla temperatura, all’umidità e alla radiazione solare. Quando la velocità del vento supera i 3 m / s, i gas vengono rapidamente dispersi e non possono raggiungere concentrazioni letali, sono possibili solo scatti di neutralizzazione.

    I primi scatti di distruzione per eliminare gli occupanti delle trincee mirate vengono eseguiti nel luglio del 1915 in Champagne ma la bassa tossicità dei prodotti utilizzati non consente di ottenere questo risultato. L’uso del fosgene consente il 19 maggio del 1916 dei colpi di distruzione. Quest’ultimo obiettivo target che occupano un obiettivo dimensionale: batterie, trincancie, rifugi o punti di rifornimento. La distruzione con gusci di gas consiste nella ripresa in un piccolo periodo di tempo, tra due e cinque minuti (tempo corrispondente a un uomo addestrato a posizionare correttamente la sua maschera antigas), da 200 a 500 colpi di 75 pistole mm o da 50 a 100 colpi di 155 MM o da 20 a 50 uccisioni di 58 mm per raggiungere gli occupanti degli obiettivi target.

    Nel corso del 1916, i gusci tossici sono utilizzati per i colpi di neutralizzazione. Questi scatti non sono sufficientemente numerosi in modo che la concentrazione tossica uccide le persone in aree mirate, ma costringono gli occupanti di indossare la loro protezione. Questi colpi di cadenza lenti e monotoni in tempi variano tra quattro e dodici ore sono destinati a ostacolare i movimenti dell’avversario e demoralizzarlo. Per neutralizzare una larghezza della fronte 100 m, 500 conchiglie di 75 mm, 250 gusci di 120 mm o 200 gusci di 155 mm devono essere disegnati da 120 mm. Questa tecnica è perfezionata inserendo le fasi di neutralizzazione mediante distruzione esplosiva della shell.

    Gli yops lacrime vengono utilizzati nel 1916 per gli scatti di zona, l’azione delle molecole che sono persistenti. Si riconosce che un guscio da 75 mm copre una superficie di 5 m2, mentre un guscio da 155 mm copre una superficie di 50 m2. L’arrivo di Yperite dal giugno 1918 consente di modificare l’uso di colpi di zona. L’yperite affronta il tratto respiratorio, la pelle e contaminano l’area in cui viene utilizzata per diverse settimane. I gusci dell’analisi sono usati come difesa, evitando di passare le truppe avverse. Nella fase offensiva, i colpi di conchiglie dell’analto sulle batterie tedesche o nelle zone vicine li rendono inutilizzabili in assenza di decontaminazione, gli scatti del fianco o sul crocevia permettono di bloccare o limitare l’arrivo dei rinforzi.

    ProtectionModifier

    Foto in bianco e nero di una batteria falsa di cannone.'une batterie de faux canons.
    Quattro cannoni di 155 mm di legno, in batteria vicino alla fattoria dei waceques durante l’estate del 1916.

    l’invenzione della polvere B a La fine del XIX secolo aveva portato un vantaggio per l’artiglieria: è una polvere senza fumo, rendendo i pezzi molto più discreti che con la polvere nera. All’ingresso della guerra, il vecchio materiale è verde oliva opaco (non riflettere), mentre il più moderno è in Grey di perle, soprannominato “artiglieria grigia”, dalla decisione del 21 dicembre 1896, all’origine per limitare il riscaldamento Delle scatole di munizioni quando sono esposte al sole.

    La trasformazione del conflitto in guerra per la posizione porta allo sviluppo del cammuffamento militare. Dal mese di ottobre 1914, diversi Gunners del sesto reggimento di artiglieria pesante si impegnano individualmente per mimetizzare i loro pezzi di artiglieria. Il 12 febbraio 1915, il Ministero della Guerra crea una squadra di camouflage, composta da pittori e decoratori non gestiti, guidati da Girand de Scevola (un pittore mobilitato nell’artiglieria a piedi). Di fronte all’osservazione aerea, l’invisibilità è ricercata dal dipinto di parti da attività irregolari che imitano l’ambiente (ocra gialla, ruggine marrone, rosso terra rossa, verde scuro, nero, ecc.) E specialmente rompendo la regolarità delle forme. I nuovi materiali escono di nuovo dalla fabbrica in verde oliva, a cui i pittori degli eserciti aggiungono il camuffamento in diversi toni. Le altre soluzioni utilizzate sono per coprire la stanza con una tela di bario, una rete mimetica o rami.

    per sopravvivere agli scatti che arrivano nonostante tutto sulle posizioni, questi sono disposti: i rifugi o le trincee sono scavati accanto al Piattaforma di tiro, la stanza può essere semi-semi-sepolta in una fossa, a volte supportata dai rifugi, oppure è installata in un tetto di copertura in tronchi o in ferro da stiro, o anche in alcuni casi concreti (aree fortificate di Dunkirk e Verdun). Alla fine, i falsi cannoni in legno sono usati per attirare colpi di controbotteria opposti o credere allo spiegamento di artiglieria pesante su una porzione del davanti.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *