Audiogrammi spiegati

Inviaci il tuo audiogramma per ricevere suggerimenti

Se vuoi inviarci il tuo audiogramma, saremmo lieti di analizzarlo con te e Spiega ciò che mostra e, naturalmente, per consigliarti sull’aiuto uditivo che sarà adattato. Clicca qui per inviarci via e-mail una copia del tuo audiogramma. Puoi anche inviarci una copia per posta (clicca qui per trovare il nostro indirizzo), oppure puoi eseguirlarlo e inviarlo via e-mail a [email protected]

Come leggere un audiogramma per te

I professionisti dell’udito hanno diverse procedure e test diagnostici per misurare l’apparecchio acustico. L’audiometria tonale è di gran lunga il metodo più comune. Questa guida ti aiuterà a capire i risultati dei test uditivi dopo l’audiometria. Questi risultati vengono solitamente presentati come audiogramma.

Un audiogramma rappresenta graficamente il modo in cui una persona risponde a una serie di suoni calibrati prodotti da un audiometro e più spesso ascoltati tramite cuffie. La persona che passa il test deve premere un pulsante o sollevare la mano ogni volta che pensa ascoltando un suono.

Ogni orecchio è testato separatamente. Lo scopo principale di questo test è determinare le soglie uditive per diversi toni o frequenze. Una soglia denota il livello più basso di decibel (il volume) di una frequenza necessaria per avere una risposta affidabile dalla persona, vale a dire il suono più basso è in grado di ascoltare.

Le frequenze testate sono tra 250 Hz (basso) fino a 8.000 Hz (alto). I test utilizzano queste frequenze perché rappresentano l’estensione delle frequenze che la voce umana può produrre. Alcuni audiometri possono tuttavia produrre suoni molto più acuti, ma non sono comunemente usati in audiometria standard.

Il tuo audiogramma può assomigliare a questo, dove ogni orecchio è rappresentato da un singolo grafico. Ecco un esempio dell’orecchio destro:

audiogramma combinato

o può sembrare così: le due orecchie sono state combinate .

Audiogramma dell'orecchio destro

Prima, le basi: la frequenza (la qualità seria o acuta di un suono) è rappresentata su L’asse orizzontale, con le basse frequenze a sinistra (250 Hz) e le alte frequenze a destra (8.000 Hz). Il grado di perdita di udito è visto sull’asse verticale, dove una figura elevata indica una notevole perdita di udito.

Se i risultati sono di colore, il rosso corrisponde all’orecchio destro e al blu nel Orecchio sinistro.

I simboli utilizzati sono il cerchio per l’orecchio destro e una croce per l’orecchio sinistro. Un punto sul grafico indica quindi una misurazione della soglia uditiva a questa frequenza della persona testata; cioè, il volume (l’intensità) in cui il suono è solo percepibile.

da soglie che vanno da 0 a 20 dB hl (decibel livello uditivo o livello dell’udito) sono considerati come la normale estensione uditiva degli adulti . Oltre a questo punto, iniziamo a osservare le difficoltà di comunicazione con alcune persone a causa delle soglie uditive più elevate. Più alto è la figura, la perdita dell’udienza è considerevole.

altri dettagli tecnici:

I cerchi e le croci per le orecchie giuste e siniste sono designate come soglie di conduzione aerea. Misurano il modo in cui una persona sente il suono quando è emesso tramite cuffie o cuffie di schiuma interna. Il suono è passato attraverso l’intero sistema uditivo: dall’aria dentro e intorno all’orecchio esterno, attraverso l’orecchio medio, all’orecchio interno dove viene trasmesso al cervello dalle fibre nervose.

In ordine Per evitare qualsiasi problema che potrebbe verificarsi nell’orecchio esterno o medio, un test di conduzione ossea può essere eseguito come parte di una audiometria tonale standard.

I toni puri non sono trasmessi da un casco, Ma da un trasduttore posato direttamente su ciò che è chiamato osso mastoideo, che puoi sentirti dietro il tuo orecchio. L’orecchio interno è stimolato direttamente. Le stesse frequenze sono testate con la stessa procedura (in cui si indica il suono più basso che puoi sentire), quindi contrassegnato sull’audiogramma per indicare i risultati mediante la conduzione ossea. Se osserviamo una notevole differenza tra i risultati mediante conduzione aerea e mediante conduzione ossea, la persona che esegue il test sarà avvisata da un potenziale problema nell’orecchio esterno o medio.

Risultati per conduzione. Gli osso sono rappresentati sull’audiogramma da frecce o parentesi.

Una volta che tutte le frequenze sono state testate, può essere descritta una possibile perdita di udito con la sua estensione, forma e tipo.

L’estensione della perdita è solitamente classificata in uno dei Categorie seguenti:

  • Light: soglie tra 20 e 39 dB
  • moderata: da 40 a 69 dB
  • grave: da 70 a 89 dB
  • Deep: Deep: 90 dB e altro

Non confondere la soglia di 100 dB con perdita di udito al 100% (o con una perdita totale dell’udienza). Le sensazioni dell’udito continuano oltre questo punto, e alcuni audiometri possono produrre suoni fino a 120 dB.

La forma della perdita dell’udito si riferisce al modo in cui seguono le diverse soglie. L’audiogramma del nostro esempio mostra una curva in discesa, il che significa che le soglie cadono regolarmente mentre le frequenze aumentano.

È possibile utilizzare altri termini:

  • piatta: la grandezza di La perdita dell’udienza sembra essere la stessa su tutte le frequenze
  • forte pendenza: la grandezza della perdita dell’udito cambia notevolmente tra le basse e le frequenze elevate
  • pendenza invertita: la perdita è Più considerevole sulle basse frequenze, poi torna indietro mentre arriviamo alle alte frequenze.
  • in U: Questo si riferisce a un audiogramma in cui i risultati sono abbastanza buoni sulle frequenze molto elevate e basse, ma non sulle frequenze medi.

Il tipo di solito si riferisce alla causa suggerita della perdita dell’udito.

Può essere descritto come “percezione” o “conduttiva”. La perdita della percezione uditiva significa che la perdita è dovuta al danno all’interno dell’orecchio interno: coclea o fibre nervose. Questo è di solito il caso delle perdite uditive relative all’età. La perdita di udito conduttiva si riferisce alla perdita a causa di un problema nell’orecchio centrale o esterno (ad esempio un timpano perforato o un’infezione dell’orecchio medio). Le perdite uditive “misti” possono derivare da una combinazione di elementi conduttivi e percezione. Ad esempio, quando una persona che soffre di una perdita dell’udito dovuta all’età ha un timpano perforato.

Se le orecchie non hanno la stessa estensione, forma o tipo di perdita dell’udito, sono descritte separatamente. Se simile, la perdita è solitamente descritta come “bilaterale”.

I test di volume scomodi possono anche essere eseguiti nel contesto dell’audiometria. Sono effettuati per testare l’acuità uditiva di una persona in base al volume del suono. Le misurazioni UCL (livello di ascolto scomodo) o ULL (volume del suono scomodo) sono rappresentate dai simboli in “L” e dovrebbero essere in fondo all’audiogramma. La differenza tra le soglie dell’udito e la linea ULL è chiamata “Gamma dinamica” dell’udienza, e può essere utile quando si considera l’adozione di un apparecchio acustico.

Devi conoscere i dettagli del tuo Audiogramma, per seguire le modifiche nel tempo. La perdita dell’udito, in particolare quando si verifica negli adulti, può deteriorarsi regolarmente (chiunque osserva i cambiamenti nelle loro soglie uditivi dovrebbe consultare il loro medico di medicina generale).

È opportuno notare che alcune persone Con audiogrammi molto simili può “sentire” in un modo molto diverso. Un audiogramma può aiutare a spiegare il comportamento uditivo di una persona, ma non spiega tutto. Ci sono altre sfaccettature dell’esperienza uditiva che non possono essere spiegate da un audiogramma.

L’audiogramma, tuttavia, rimane un buon punto di partenza per comprendere le difficoltà uditive di qualcuno.

  • audiologia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *