Blocco del dispositivo: 14 Paramedici arrestati


Questo evento è la continuazione del movimento della professione contro la riforma del finanziamento del trasporto sanitario.

Il dispositivo parigino è stato bloccato martedì mattina, il secondo giorno della mobilitazione dell’ambulanza contro una riforma del finanziamento dei trasporti sanitari che minacciano le piccole e medie imprese. Alcuni paramedici rimasero di notte e una buona parte del mattino alla tangenziale, compresa la porta di Bercy, prima dell’intervento del CRS.

Leggi anche >> Parigi: Escargot Funzionamento dei paramedici

In totale, 14 Di loro sono stati arrestati per il coinvolgimento criminale, ostacola il traffico e l’ostacolo alla rimozione, secondo la prefettura della polizia. Anche un’ambulanza è stata rimossa e imposta. Il blocco è stato sollevato alle 10:35.

“Questa è la goccia d’acqua”

Nella linea di vista dei manifestanti, l’articolo 80 del progetto di bilancio della sicurezza sociale 2017 è entrato in vigore il 1 ° ottobre 2018. Da tale data, il trasporto del paziente prende il sopravvento direttamente agli ospedali e alle cliniche piuttosto che all’assicurazione sanitaria, come ha la scelta di ambulanze private, precedentemente riservate ai pazienti.

“È la goccia d’acqua che ha rotto il vaso”, ha detto Olivier Meraud, direttore di Ambulances Brie-Comte-Robert, Seine-et-Marne. Cita, Pell-Mell “Aumento dei prezzi diesel, prezzi dei trasporti che non sono stati rivalutati dal 2013, standard”.

Buzyn proprio nei suoi stivali

Il movimento, a cui le principali federazioni del settore non hanno partecipato alle coordinazioni del campo, guidata dall’associazione per la difesa del trasporto sanitario (ADST) , creato un mese fa. “I sindacati non ci rappresentano, secondo Olivier Menaud, che hanno partecipato al lunedì lunedì”, per legale e prefettura “, ma non siamo rimasti fino a martedì mattina.

Dalla fonte dell’aeroporto, circa quindici paramedici bloccati nel mezzo del giorno le strade che portano ai terminali di Roissy, rendendo la circolazione “difficile” vicino al terminal 1.

il Il ministro della salute, Agnès Buzyn, ha respinto le preoccupazioni espresse dai paramedici lunedì sera, dicendo di essere stato “molto attento a non favorire l’uberizione” del settore. “Le spese di trasporto sono aumentate considerevolmente da anno in anno”, ha detto il ministro, che vuole incoraggiare gli ospedali a “razionalizzare il trasporto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *