Brauma Acqua: Definizione, spiegazioni

Definizione Brauma Acqua:

Un’acqua salmastra è acqua, o un corpo d’acqua come Brauma Laguna per esempio , la cui salinità è intermedia tra quella di acqua dolce e quella dell’acqua di mare. La salinità è compresa tra 0,1% e 1%. Le varianti della salinità sono talvolta grandiose, funzioni delle piogge. L’acqua di Brauma si distingue da acqua dolce principalmente dal fatto che contiene troppo sale (nonostante la sua salinità relativamente bassa) per bere per gli umani, le acque salmastre designavano tutte le acque. Salato il cui contenuto disciolto è inferiore a quello dell’acqua di mare, c’è Un’acqua salata concentrata tra 1.000 e 10.000 ppm, quindi intermedio tra acque dolci e saline. Tecnicamente, l’acqua salmastra contiene tra 0,5 e 30 grammi di sale per litro.

un pefish acqua-salmastro, pesci-arciere: Toxotes jacularatrix vive in acqua salmastra
La specie Tossica Jaculatrix è un pesci d’acqua salmastra, molto apprezzati nel malarium per le sue eccezionali capacità di caccia.

L’acqua salmastra può derivare dalla miscela di acqua di mare con acqua dolce (casi di abbondanti piogge in acqua piovana), come negli estuari, oppure può verificarsi nelle falde acquifere fossile. La mangrovia è un tipico habitat di acqua salmastra con salinità variabile.
Nella regione anglosassone, una salinità compresa tra lo 0,05% e l’1,8%, a volte il 3%, è usato per definire un’acqua salmastra.

Generale:

L’acqua salmastra è chiamata acqua che contiene più sale disciolta rispetto all’acqua normale dei fiumi e dei laghi, ma meno dell’acqua degli oceani. Alcuni mari, come il Mediterraneo, sono più salato degli oceani e degli altri, come il Mare del Nord, sono meno satelliti.
In abbondanti precipitazioni e climi oceanici, la composizione dipende di più sul clima. E vegetazione. Nelle aree del deserto o quando la precipitazione atmosferica è bassa, la roccia della madre ha una grande influenza sulla composizione dell’acqua, aggiungendo che è comune che nelle aree sedimentarie calcaree sono anche rocce sale sedimentarie. Ci sono aree in cui l’evaporazione è molto importante e dove una grande quantità di sale si accumula, la concentrazione è molto più alta di quella del mare; vale a dire maggiore di 75 g / l (come nel Mar Morto, che è 276 G / L), motivo per cui queste “vecchie acque” di origine morbida trasformata in ipersali sono chiamate “Athalassohalin Waters” e, naturalmente, Non sono considerati salmaschi, molto meno dolci.
L’acqua di Brauma è tipica degli estuari del pianeta e dei risultati della miscela di acqua piovana, generalmente raccolti in ciascun fiume corrispondente, con acqua di mare. Ancora più importante, il suo contributo nei principali fiumi tropicali, tali Come mekong, il Congo o l’Amazzonia, è in mare aperto, non lontano dalla foce di tali fiumi. L’acqua di Brauma si trova anche con sale fossile negli spazi interni, in alcuni acquiferi associati a rocce sale, nei pozzi.
Ci sono mari salmani come il Mar Baltico e il Mar Nero.

Diversi gradi di salinità in acqua:

Il termine “acqua salmastra” copre una vasta gamma di salinità e non è una condizione definita con precisione. È caratteristico dell’acqua salmastra che la sua salinità può variare notevolmente nel tempo e nel luogo; Ad esempio, con le stagioni dell’anno e le precipitazioni che causano. Molte delle categorie esaminate qui non sono acque salmastre, tranne nelle aree locali, dove ricevono come contributi importanti delle loro caratteristiche. L’acqua di Brauma è ottenuta dalla miscela di acqua dolce e dell’acqua di mare.
Distinguiamo:

  • L’acqua oceanica: è la più abbondante ed è considerata come riferimento poiché occupa una misura considerevole. La concentrazione di sali minerali disciolti che contiene è 35 & permeils; (3,5%) in media, tra cui il cloruro di sodio è predominante. L’oceano contiene il 97,25% dell’acqua totale che forma l’idrosfera.
  • L’acqua dei mari: la composizione e la concentrazione sono generalmente abbastanza costanti, ma dipende dalle dimensioni del mare, della comunicazione con il oceani e la sua posizione geografica. Sulla superficie e nelle aree circumpolari e polari, è variabile, a causa di un’evaporazione più o meno importante, che varia la concentrazione di sali. Inoltre, alcuni mari ricevono una maggiore quantità di acqua fresca atmosferica come neve o ghiaccio.Le aree tropicali possono essere notevolmente influenzate dai contributi dei fiumi di grandi dimensioni. Le acque dei mari hanno una quantità e una proporzione di sali meno uniformi rispetto alle acque degli oceani. L’acqua di mare ha una salinità di 35 (35 g / kg). Alcuni elementi sono in proporzione costante, come cloro e sodio, e altri in proporzione variabile, sebbene abbiano meno influenza sugli esseri viventi. Il cloro e il sodio sono importanti per spiegare gli adattamenti degli animali a questo ambiente e hanno una grande influenza sulla pressione osmotica.
  • Le acque costiere salmastre: simili alle acque oceaniche, ma con meno salinità. Le acque salmastre hanno la salinità intermedia tra acque oceaniche e matricole domestiche. La sua salinità è di solito circa 17 g / l di sodio e 0,2 g / l in cloro.
  • le brutali acque continentali: contengono elementi di proporzione variabile che sono molto importanti a livello locale.; Alcuni sono nutrienti, come nitrati e fosfati, che variano considerevolmente da un posto all’altro. Carbonati, solfati, sali di calcio, ecc. sono anche importanti. La sua importanza è che spiegano la distribuzione e i cicli degli organismi.
  • Le fresche acque da interno (compresa l’acqua piovana): la loro composizione è eterogenea. La sua concentrazione di sali è molto più bassa di quella dell’oceano, è quindi generalmente misurata in mg / kg o mg / l. L’acqua dolce è caratterizzata da un contenuto di clorinità inferiore a 0,2 g / kg (cioè meno di 200 mg / kg). Nei fiumi, ci sono da 5 a 12 mg / l di clorinità e da 60 a 180 mg / l di sali.

Influenza sugli esseri viventi:

Il grado di La concentrazione di sale in acqua è una condizione ambientale che colpisce la distribuzione, l’abbondanza e lo sviluppo di organismi. Specie diverse dello stesso tipo tollerano la concentrazione di sale in modo diverso. Diversi ecosistemi si sviluppano sulle acque salmastre: mangrovies, paludi, paludi, estuari, saltage, salorbres, steppe, barrillar, paludi, ecc.
ci sono organizzazioni eccezionali, come predari unicellulari, che hanno un citoplasma. Denso e chi no avere vacuoli. I loro problemi osmotici sono quindi minimi, ma la maggior parte degli esseri viventi sono soggetti ad osmosi, che tende a passare. In aree di concentrazione più elevate nei sali per bilanciare la soluzione. Il lato che perde l’acqua è chiamato ipotonico e quello che lo guadagna è ipertonico; Se entrambi i lati sono in equilibrio, sono chiamati isotonici.
molti organismi viventi hanno un plasma con vacuoli, che sono sistemi colloidali circondati da membrane permeabili. Le membrane biologiche sono selettive con le molecole che hanno permesso, grazie al pompaggio selettivo, ma sono energizzati da osmosi.

Brauma Acqua in acquari:

Mantenere acqua salmastra In Aquarium è un compito popolare tra gli Aquaristi. Molte specie vendute come “acqua dolce” crescono meglio nelle acque salmastre, mentre altre specie sono specificamente acque salmastre, come mollys, squali felini, veleni e grobbie. Gli Aquaristi stanno cercando di mantenere una densità relativa tra 1003 e 1010, 1005 corrispondenti al valore ideale a seconda della specie, ma praticamente tutti i pesci ridotti di acqua salmastra tollerano le fluttuazioni della salinità.
Inoltre, alcuni Acquariopili dicono che con l’acqua regolarmente varia Salinità, i pesci rimangono sani e sono esenti da parassiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *