Breizh Café: Saracen salva il terreno

Una dozzina di ristoranti in Francia, tanto in Giappone, una scuola , una fattoria … Il Breizh Coffee Universe ha mostrato il know-how culinario di Breton per due decenni e intende continuare il suo sviluppo.

Dopo il Giappone, Parigi, Saint-Malo e Cancale, Breizh Café lascia il resto della Francia. Più di vent’anni dopo l’apertura del primo ristorante sul continente asiatico, la staffa di creperie progettata da Bertrand Larcher si impone a modo suo nel paesaggio del restauro. “Ad ogni apertura, cerchiamo di migliorarci. Non siamo una catena di catering. Cerchiamo di avere una carta diversa in ogni azienda adattando a città, quartieri e viaggiando in un luogo e un luogo e un posto. Quadro diverso”, Sviluppato Sergei Dutko, amministratore delegato.

La crepe, il livello gastronomico

Il concetto è stato fatto in diverse fasi: in primo luogo, sull’impulso del suo creatore installato in Giappone dove apre una dozzina Stabilimenti, quindi importati nella palude a Parigi dodici anni fa, e poi radice nelle sue terre bretoni.

L’obiettivo visualizzato: Aperto da due a tre ristoranti all’anno. Un nuovo indirizzo parigino è previsto prima dell’estate del 2020 (distretto degli Abbresses), quindi le direzioni di Lione e Ginevra sono già disegnate. “L’idea è di brillare la gastronomia del bretone ovunque”, assicura Sergei Dutko.

Perché, se è una questione di frittelle e torte, la piastra e i prodotti sono premium. Breizh Rotoli (frittelle arrotolate), langoustines, ostriche … Breizh Cafe spara il meglio della terra e del mare, collaborando con piccoli produttori locali e rendendo i suoi alberi crepe veri chef. Apri la corrente 2018, la scuola di Bertrand Larcher a Saint-Malo è destinata a “Allenarsi in questa professione che è spesso svalutata, spiega il Direttore Generale, inviare anche le nostre buone reclute per rendere vivi Bretagna e trasmettere il know-how.”

Leggi anche: Quando Big Mamma vuole brillare l’Italia a Parigi

Un forte marchio

mai a corto di idee, il fondatore costruito Attualmente una fattoria tra Cancale e Saint -Malo. O meglio un luogo di vita che riunisce un ristorante, un alloggio con alcune camere e migliaia di metri per la produzione di sidro. Dal momento che il riavvicinato con il Fondo di investimento Artemis tre anni fa, l’universo del Breizh Café continua così la sua espansione, con questo corpo a due teste: Bertrand Larcher sull’influenza del marchio e Sergei Dutko per lo sviluppo di progetti e team internazionali.

Dopo un’esperienza nel restauro di New York, quest’ultimo misura le forze del segno e ritiene che anche un potenziale elevato esiste sul mercato americano: “Abbiamo un concetto segnato e definito e un eccellente storytelling attraverso tutto Bertrand Si impegna. “E, come per qualsiasi attore settore, la chiave risiede nella scelta dei luoghi:” In genere cerchiamo i perimetri in cui piace mangiare bene “, riassumerebbe come esempio l’illustre vicini della loro ultima apertura. . Un certo Cyril Lignac.

breizh cafe

creperie

saint-malo (Ille-et-vilaine)

Bertrand Larcher, presidente, 54 anni; Sergei Dutko, amministratore delegato, 35 anni

SAS Creazione nel 1996

Efficace: 90 persone

ca 2019: € 7m (cumul dei ristoranti parigini)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *