Capitolo (Italiano)

La parola “Companion” è associata al Gaullismo già nel 1940, con la creazione del generale de Gaulle di un ordine i cui membri portano il titolo di “Compagno di liberazione”. Si traduce, al momento del gaullismo politico, con il RPF e gli altri movimenti di Gaullist – UNR e UDR sotto Gaulle – “la continuità del lavoro a cui General de Gaulle chiama il popolo francese”. Era al momento del RPF che “il nome” Companion “è stato adottato tra loro dai membri del RPF, in memoria dei compagni di liberazione”, scrive Jacques Debour-Bridel, nel 1948, “Companion, Vecchio termine francese Ciò evita il “compagno” e il “cittadino” un po ‘galvailed nelle campagne elettorali e l’aristocratico “Monsieur”, remoto e che non possono essere corsi tra i compagni di squadra impegnati in una lotta fraterna “. Da quel momento in poi, “Companion” appartiene al linguaggio gaullista come “compagno” appartiene al linguaggio comunista e alle parole “Companion” e “Companyhions” diventano elementi di identità gaullista, del gaullista della cultura politica, percepita come tale. All’interno e all’esterno La famiglia Gaullist.
Tra le tante illustrazioni di ciò che “Companion” ai Gaullists, siamo Yves Guéna: “Potrei venire a dare una certa definizione di Gaullismo: convinzione, rigore e compagno” o Jacques Dauer che evoca questo ” … Phenomenon of Companieshions, che è una nozione esclusivamente Gaullist, una nozione di fedeltà, filiazione … questi collegamenti sono inseparabili dalla forma del nostro attaccamento al generale de Gauulle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *