Carnac (Italiano)

prehistorymodificatore

Il sito del carnac è stato probabilmente occupato senza interruzioni dal millennium av. J.-C., anche se i dati precisi mancano. Il Comune non ha meno di centoquaranta siti megalitici, sparsi per la maggior parte sulle colline o nelle proprietà.

Il sito del Pointe Saint-Colomban è stato occupato dall’inizio del Paleolitico (450 000 circa): gli uomini si stabilirono su una scogliera, su una vecchia spiaggia composta da ciottoli, Los di un episodio climatico interglaciale; Gli elicotteri (rulli disposti) e un piccolo utensile formato da quarzo e raffiche di selt sono stati trovati, usati da Homo Erectus che viveva allora.

Il tumulus Saint-Michel è costruito tra 5000 e 3400 anni. J.-C. (in Neolitico). Alla base, è lunga 125 metri, larga 60 metri, ed è alta 12 metri. Ha richiesto 35.000 metri cubi di pietre e terra. È una tomba per i membri di un’élite, conteneva vari oggetti funerari per la maggior parte ora esposti al Museo della preistoria, compresi pendenti e perle a Variscite, una roccia dalla Spagna.

La cappella eretta su, costruita nel 1663, è stata distrutta nel 1923 per essere ricostruita in modo identico in modo identico nel 1926.

IL TUMULUS SAINT-MICHEL.

menhir nell’allineamento del ménéc.

Gli allineamenti megalitici lo farebbero sono stati eretti tra 4.000 e 2.000 anni AV. J.-C., sia al medio o al neolitico finale, ma non è ancora chiaro quale gruppo culturale ha costruito questi allineamenti, e in quale momento esatto.

Gli allineamenti sono condivisi in diversi gruppi distinti. Gli allineamenti del Gruppo Ménéc 12 righe convergenti di menhirs si estendono per più di un chilometro, con i resti dei cerchi di pietra a ciascuna estremità. Le pietre più grandi a ovest raggiungono 4 m di altezza; La loro altezza media descrive lungo l’allineamento a 60 cm in alto all’estremo è. Questo schema è ripetuto negli allineamenti di Kermario un po ‘a est. Altri allineamenti più piccoli punteggiano il sito, come quelli di Kerlescan e il Little Ménéc.

una leggenda, che non ha significato storico poiché coinvolge un cristiano prima della romanizzazione della Gallia, ha detto che Sant’annata, perseguito da Roman soldati, girati e congelati nelle pietre, chiamati menhir oggi.

Oltre ai grandi allineamenti, più dolmen, gruppi di dolmen, manopole tumorali e frammenti di allineamenti sono sparsi intorno, nelle Landes, sul Colline (affittate), anche sulla spiaggia e sotto il livello del mare (allineamento kerduale). Le sepolture megalitiche rappresentano quasi tutti i tipi di architettura conosciuta, Dolmen con un corridoio monomodio monomolocale (Kergalad, Kergo, Kerdrain, Kervilor), ovale (GRAG-LED, Mane Brizil) o Square (Kercado), Dolmen Flamato, afferma “In bottiglia” (criniera cherioned, kermario), dolmen formato (Keriaval, Klid Er Yer), vicolo coperto (Kergrim), sepoltura in ingresso laterale (Kerlescan), ecc. Lo sporco basso, molto meno spettacolare del grande tumulo come il moustoir, crucuny o sant michel, puntò le terre (criniera pochat er yeu, criniera Ty EC, ER Gradouresse, Lann Granvillac, Castellic, ecc.). I migliori studiati sono quelli che sono sopraffatti dagli allineamenti (Manio 2) o associati a loro (Kerlescan). Sono spesso “indicati” dai menhir. Uno di questi tertri è persino attaccato dal mare in Kerdual. Molti menhirs isolati sul comune sono di dimensioni imponenti (Kergalad, Creatu, Kerderff, Crifol, Kergo, Manio, ecc.), I frammenti di allineamento sono anche molto numerosi (Keriaval, Er Ouah Ty Hir, Kerguerec, il lago, ecc.) . Infine, la densità dei monumenti megalitici sul comune (e sui comuni confinanti) è eccezionale, nonostante la distruzione multipla di cui molte sono state vittime (Rogarte, Kerozillé, Kerlearec, ecc.), Tanto che i monumenti non hanno certo ancora no Ufficialmente elencato, perso negli umori impenetrabili. Senza l’intervento dell’archeologo Zacharie Le Rouzic per classificare i siti più importanti, molti dolmen sarebbero scomparsi sotto l’azione dei corrieri.

parte degli allineamenti del ménéc.

Articolo dettagliato: Allineamenti Carnac.

I resti di circa venti strutture relative alla combustione, risalenti al neolitico medio e che circondano un piccolo menhir sono stati portati alla luce nel 2009 sul sito montaubano a Carnac. Questa disposizione rimane per il momento inspiegabile.

ANTIQUITY GALLO ROMAINEMODIFICATO

James Miln ha cercato la Villa Gallo-Romana “Les Bosséno”, situata tra Cloucarnac e Montauban. Gli oggetti trovati sono al Museo della preistoria Carnac. “Questa villa era una casa importante comprendente casa, casa operativa rurale, Sacellum (Temple)” ha scritto James Miln.

  • Statuettes of the Gallo-Roman Era e piccole API di manzo in Bronzo Scoperte nel Tempio della Villa Gallo-Roman di Bosséno

  • Resti di parte del tetto della villa Gallo-romana The Bosseno (Museo della preistoria Carnac) (CF: con straordinarie tracce di gambe cat)

Fare clic su una miniatura per ingrandirla.

significa Agemodifier

Jean-Baptiste Oemen Indica:

“Case Nobel: EN 1390, MANOIR di Rumor apparteneva a Jean d’Auray; i legami con il Signore dei Malestroit; Kerveller a Olivier Aradon; il Lach (Le Loch) a Olivier de Vitré; Castello di Kercado in?; nel 1500, il Laz Manor in Campione di Henri, Bauver ( Bouver) a Gilles d’Auray; nel 1520 Kergouillard e Kerdrean in Henri Dimanach. “

Nel 1455 abbiamo contato in Carnac 142 abiti abitati e 38 galleggianti glassati (fattorie abbandonate); Nel 1685 c’erano 305 aziende agricole occupate e non abbandonate.

tempo moderno.

La chiesa parrocchiale Saint-Cornamente presente fu costruita nel 17 ° secolo; Il suo campanile risale al 1639.

Il 17 luglio 1739, il Duca di Penthièvre acquisisce la “terra vaga e vaga” situata a sud del villaggio di Carnac, compresi i Malads regolarmente coperti dal mare, nonostante Proteste dei residenti.

Jean-Baptiste Oeige descrive Carnac in 1778:

“Carnac, sulla costa, cinque leghe e a metà a ovest-sud-ovest di Vannes, il suo vescobario, a 25 campionati da Rennes e due leghe di Auray, la sua sottodelegazione e la sua primavera. Ci sono circa 2.300 comunicazione. La cura è di solito. (…) Il territorio di Carnac contiene Terre fertili e atterri che meritano la cura del contadino. È un bel paese. Vediamo le cappelle di Saint-Michel e Saint-Clément. “

In questo stesso testo, Jean-Baptiste Oeige descrive lunghe le “pietre rialzate” del Carnac.

Revoludificatore francese / H3>

memoriale del pianerottolo degli emigranti il 27 giugno 1795

27 giugno 1795, emigranti, Circa 15.000 uomini trasportati dalla terra inglese sulle spiagge di Legenes e Ty Bihan e si sono diffuse intorno al Carnac. “A Te Deum è cantato il giorno successivo in tutte le chiese sulla costa.” Il Blues riprende il Carnac il 15 Messidor anno III (3 luglio 1795) e riesce a disperdere il 10 luglio 1795 l’esercito dell’emigrante, che si è arreso il 21 luglio 1795 a Quiberon.

Articolo dettagliato : Atterraggio di quiberon.

il diciannovesimo centurimodificatore

carnac mappa alla fine del XVIII secolo prima del layout della sua costa

I fatti principali del codice del diciannovesimo secolo

Il 15 dicembre 1839, la terra acquisita un secolo in precedenza dal Duca di Pentheèvre è acquisita da Charles Armand de Keranflec’h. Quest’ultimo stabilisce le dune, in particolare piantando gli oyat e sviluppa un porto, parchi di ostriche e salines, nonché una fattoria, la “fattoria di Palud”.

a. Marteville e P. Varin, i continuatori di Ogee, descrivono quindi Carnac nel 1843:

“Carnac (a Breton” QuRec “, sotto l’invocazione di Saint Crow, che i pellegrini nominano Saint Cornély). (…) Area totale: 3902 ettari, tra cui (…) I labelboard 1,206 ettari, prati e pascoli 389 ettari, legno 78 ettari, frutteti e giardini 45 ha, atler e incolti 2,063 ha, Stagni 21 ha, Sailnut Sailor 17 ha (…). Moulins du laz, gouyandur, kerdrain, acqua; da kerfloral, kermales, manio, curry, vento. Stagni di Gouyandur, Laz, Po. Castello di Laz. (.. .) C’è una fata il 15 aprile 17 maggio, il 1 ° luglio, il 13 settembre (…). Geologia: Costituzione granitica. Parliamo il Breton.”

Frank Davies, che ha visitato Carnac a metà del diciannovesimo secolo, deplora il degrado dei siti archeologici:

Nel 1864, il distretto del Trinidé-sur-Mer e il suo porto estuario sono distaccati dal Comune, per costituire un comune separato. Nel 1865 , il Trinité-sur-Mer è diventato anche una parrocchia separata. In effetti, i pescatori hanno giudicato la chiesa di Saint-Cornoly di Carnac troppo lontana dal porto, e ha chiesto uno nelle vicinanze.

vista generale di bossen intorno al 1875 (disegno da un acquerello di James Miln).

Il monumento ai morti del Carnac porta i nomi di 11 soldati morti per la Francia durante la guerra del 1870.

circa 1875, l ‘archeologo scozzese James Miln (1819- 1881) viene a studiare il sito e prende come guida e aiuta Zacharie Le Rouzic (1864-1939). Dopo la morte del suo mentore, il rouzico sarà la guardia e poi il conservatore del Museo della preistoria e, sebbene Autodidact, Diventerà uno specialista riconosciuto a livello internazionale del Meg Albiti della regione.

Turismo prende la sua crescita nella seconda metà del diciannovesimo secolo: molti scrittori e artisti sono, dal periodo romantico, attratto dai monumenti megalitici, come prosper méréeée, Victor Hugo, Gustave Flaubert e molti altri.

I motivi acquisiti da Charles Armand De Keranflec “H sono venduti nel 1864 dai suoi eredi in Jules Adrien Gy.

tradizionale cleefsmodification

Paul-Yves Sebillot dice che circa il 1880 di nuovo, la donna sterile si spoglia completamente e corse attorno a un menhir, perseguito da suo marito a cui è finita. I genitori dei coniugi erano attenti all’area circostante per evitare qualsiasi passante. Dichiara anche che, sempre a Carnac, un Dolmen in rovina è passato per procurarsi un marito a colui che stava per sedersi al chiaro di luna; Le ragazze sono andate lì, quindi il clero ha deciso di guidarli tutti in processione in una giornata di primavera. Verso il 1910 la processione stava ancora in corso, ma non conosciamo più l’origine ..

Lo stesso autore racconta che gli abitanti credevano che alcuni menhir siano passati per andare, la notte di Natale, per immergersi per immergersi nel Baia di Saint-Colombiano. Nel buco ha lasciato lacuna dalla loro effimero assenza (perché hanno fatto solo un rapido “tornare indietro” tra i dodici glaps di mezzanotte) potremmo vedere tesori nascosti in fondo. Un uomo voleva approfittarlo per diventare ricco (…) ma ha dimenticato di contare il numero di tratti di campane e, sul dodicesimo, il menhir sul suo ritorno le schiaccia “.

Il perdono dei cavalli e quello del Bestiaxmodifier

Il perdono dei cavalli carnac era, secondo Zacharie Le Rouzic, creato solo intorno al 1900. Il sacerdote di Carnac notò che non c’era un santo Eloi nella regione ha comprato un Statua il rappresentante e lo posato nella vecchia cappella di Saint-Antoine, a 2 km dal villaggio. Ha celebrato il suo partito il 1 ° dicembre, con una benedizione di cavalli. In pochi anni, è stabilito l’uso ed è stato contato fino al 400 cavalli intorno alla cappella durante la massa. La cappella, ora chiamata “cappella Saint-Antoine e Saint-Eloi” si trova sul territorio della vicina città di Plouharnel.

A Carnac, è Sant’annalimentale chi è Il capo dei bovini. Il perdono si svolge il 2 ° domenica di settembre. (…) I contadini dei dintorni portano, raggruppati Villaggi, il loro bestiame a Saint-Cornoly Pellegrinaggio, uno allegato, altri gratis. Sono fatti prima intorno alla chiesa. (…) Poi i contadini conducono il loro bestiame alla fontana e allarga la sua acqua sulle loro teste. Il clero non ha partecipato, perché è probabilmente la sopravvivenza di un vecchio rito pagano.

il ventesimo centurimodificatore

la bella epocdit

“carnac plage” , fondata nel 1899 da Désiré Jamet, un ingegnere da Belle-Island e il signor Payot, un uomo d’affari parigino, acquisisce le terre di proprietà fino a quando la sua morte non si è verificata nel 1897 da Jules Adrien Gy e intraprende lo sviluppo e la suddivisione delle dune confinante con la grande spiaggia Tra porto in Dro e Beaumer Beach.Nel 1903, una località balneare è creata sulle vecchie paludi di sale del Breno, sviluppa un sacco di carnac una città bicifalo: Carnac-Ville e Carnac-Plage: tra il 1900 e il 1930, i fratelli Jamet in particolare costruirono molte ville (Villa Velda, Ker Yonnick, Ker Margard, Ker Melenec, ecc.) Sul lungomare della grande spiaggia e spiagge circostanti; Il “Grand Hotel De Carnac-Plage” è inaugurato nel giugno del 1903.

La “Trinidad-sur-Mer-Extel Tram Company” è stata creata nel 1899 dagli stessi due uomini.

Il primo World Waredify

Il monumento ai morti del Carnac porta i nomi di 162 soldati e marini morti per la Francia durante la prima guerra mondiale; Tra questi c’erano morti in Belgio, dal 1914 Jean Brien e Joseph Le Pépedic a DixMuide durante la battaglia del Yser, Joseph Le Prado a Rossignol e Arthur Tuffigo e Giuseppe il Quellec nei combattimenti di Maisin; 9 Nei Balcani come parte della spedizione della Salonics (Alexandre Audi, Xavier One, Ferdinand Tanguy, Pierre Tanguy a Salonica e François Le Guennec in Moudros (Grecia), Jean Galdec a Venezia, Benjamin Hellec ed Eugene Prado in Serbia, tipo il Goff in Bulgaria); 14 (Félix Audo, Joseph Brizac, Eugène Chainon, Jean Corlobe, Auguste Franger, François Kermorvant, Th. Le Diabat, Jean Le Gouar, Jean Le Guennec, Joseph Martellot, Émile Le Mouroux, Jean Marie Mahéo, Alfred Pessel, Emile Pujol) I marinai mancano in mare; Un soldato (Jean Kerzerho) è morto in cattività in Germania; La maggior parte degli altri morì sul terreno francese.

Due soldati da Carnac sono morti il 6 agosto 1919 in Marocco (Le Mous il 6 agosto 1919 e Jean Quintin il 6 febbraio 1919).

The Inter-Two-WarrigingModifier

Un medico locale, il dott. Étienne Saint-Martin, sfruttando l’eccezionale sole goduto dalla regione (2.044 ore all’anno in media durante il periodo 1930-1959 secondo ai dati identificati dal medico stesso) sviluppa una stazione climatica, compresa la cura dei bambini rachitici e dei pazienti con lesioni ossee.

L’agenzia ROL ha fatto nel settembre del 1924 un rapporto fotografico su Carnac, i suoi megaliti e il Perdono di Sant’annata. Queste molte fotografie sono disponibili su Gallica; Tra questi:

  • Church Saint-Corny de Carnac: la benedizione di Cavalli sotto la statua di Saint Cornéely durante il perdono del 1924.

  • La processione durante il perdono di Saint Cormo Cortory il 13 settembre 1924.

  • Il Calvario di Carnac (fotografia 1924)

Fare clic su una miniatura per ingrandirla.

Queste foto mostrano che la descrizione del perdono effettuata nel 1843 da A. Marteville e P. Varin è ancora valida quasi un secolo dopo:

“L’assemblea o il perdono di Saint Corneille, che si svolge nella prima metà di settembre, è uno dei più frequentati in Bretagna. Indossiamo la bandiera del santo in un luogo designato, dove seeretthes i bestials che hanno è stato offerto a lui. È un prodotto redditizio per la fabbrica, che beneficia anche della vendita di dispositivi di fissaggio di mucca. Questi elementi di fissaggio attraversano il paese per garantire il bestiame di malattie contagiose. “

Il secondo World Waredit

Il monumento ai decessi del Carnac porta i nomi di 38 morti per la Francia durante la seconda guerra mondiale; Tra questi morti, Robert Brelet, morte al campo di concentramento di Dachau il 5 marzo 1945; Benoni Caradec, un Gendarme che è stato resistente FFI, ucciso al nemico al Castello di Kergras di Hennebont l’11 agosto 1944, decorato con la Croce di Guerra; Paul Goffeny è morto nel combattimento aereo il 1 ° gennaio 1945 ad Arvert (Charente-Maritime durante il combattimento della sede del Royan); Pierre Stéphan, il capo sergente nell’Aeronautica è morto il 25 marzo 1940 in Tunisia; Placare il froch morto in Leysin in Svizzera; Joseph The Gloec, Joseph Le Gosles, Fernand Le Roux e André I voti sono marinai mancanti in mare; Henri Rioux è morto in cattività in Germania.

La seconda seconda guerra mondiale “Due soldati originari di Carnac (Henri Kergosian, Jean Rio) sono morti durante la guerra di Indocina e altri tre (Gérard Pink, Jean Le Gouguec, Michel Mary) è morto durante la guerra algerina.

Nel 1978, nasce un centro di talassoterapia, costruito su alcuni dei sale di essiccazione. Ci sono ancora alcuni salini, ma non sono più sfruttati. Di fronte a loro è costruito il Casino Carnac nel 2002, occupato dal gruppo Ardent alla fine del 2016.

Il 21 ° secolo Nel 2013, la costruzione di una casa indipendente, sulla tendine di Lnn Granvillac, consente la scoperta di un nuovo tumulo del neolitico di datazione medio circa 5000 Av. J.-C.

Simboli del villeursed

Lo stemma Carnac Blasone:

Azzurra con il Guaspo Sewn Band accusato da sei menhirs d’oro, accompagnato dal capo di un sole non figurato d’oro e al punto di una nave cucita Guli equipaggiati e fiammeggianti di denaro.Conc. L. ERMOY.

  • Le armi della ECU violano intenzionalmente la regola della colorazione dei colori. Sono chiamati “per chiedere”. L’obiettivo è qui per commemorare il massacro di Carnac Chouans aumentando l’interesse dell’osservatore per la ragione di questa anomalia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *