Cataratta: definizione, cause e sintomi | DonatovisionClinic

La cataratta: definizione

La cataratta è la principale causa di cecità nel mondo. In Francia, colpisce oltre il 20% della popolazione oltre il 65 e il 60% degli oltre 85 anni. La sua prevalenza è in costante aumento a causa della durata più lunga.

La cataratta è un’operatura totale o parziale del cristallino che provoca una goccia graduale e irreversibile della visione in assenza di un trattamento chirurgico.

può apparire in un unico occhio (cataratta unilaterale) ma di solito colpisce entrambi gli occhi (cataratta bilaterale).

Il disagio visivo che provoca varia in base all’intensità e alla posizione dell’opposizione del cristallino. Il cristallino è una lente completamente trasparente dietro l’iride. È elastico e sagomato Bicbonvex. Questa convessità varia grazie al muscolo ciliare e consente la stretta visione: è la sistemazione che rende l’accento sulla retina.

il cristallino è composto da un nucleo centrale di fibre proteiche circondate da una busta trasparente ed elastica: la capsula. In questa piccola borsa, ci sono due parti per ripetere anatomicamente: la capsula anteriore e la capsula posteriore.

in un paziente ha raggiunto la cataratta, il cristallino perde il suo Trasparenza e flessibilità e cambia colore secondo il suo grado di attacco (marrone, rosso, bianco …). La luce non è più trasmessa alla retina: l’immagine prodotta è più chiara.

Quando la cataratta è importante, possiamo osservarlo all’occhio nudo nell’unità.

la cataratta in video

Quali sono le cause della cataratta?

L’età, l’invecchiamento e l’indurimento del cristallino, rappresenta la causa principale della cataratta.

Tuttavia, esistono altri fattori di rischio:

– trauma degli occhi (ferite, lividi)

– patologie mediche come diabete

– Presa prolungata dei trattamenti farmacologici (cortisone) o mediante radioterapia.

– L’associazione con un’altra patologia dell’occhio (miopia forte, Uveite …)

– L’esistenza di una sindrome malformativa

– Esposizione solare prolungata senza occhiali da sole.

– Eccessivo consumo di alcolici e fumo.

I sintomi della cataratta

I sintomi appaiono più spesso con l’età, anche se una cataratta può verificarsi in qualsiasi momento della vita.

La cataratta è indolore ed è caratterizzata da sintomi puramente visivi, il principale è una goccia graduale (a volte in diversi anni) della visione nonostante una correzione adattata (occhiali o obiettivi) .

L’opacificazione progressiva del cristallino può manifestarsi da:

– una visione offuscata

– una diminuzione dell’acuità visiva

– un’alterazione della visione del colore (ingiallimento, difficoltà distinguere colori chiusi)

– Dazzle, aloni attorno a sorgenti luminose che possono rendere difficile la guida notturna.

– Aberrazioni ottiche

– Una diminuzione della visione dei contrasti

– la necessità di aumentare le fonti di luce per determinate attività (lettura, cucitura …)

Le ripercussioni di questi sintomi sulle attività quotidiane possono diventare importanti e molto fastidiose.

I diversi tipi di cataratta

I diversi tipi di cataratta saranno classificati in funzione della zona anatomica del cristallino che sarà opacificato.

– Cataratta nucleare: le opacità si trovano DNS il nucleo del cristallino. La sua evoluzione inducerà l’aumento della miopia e talvolta la duplicazione delle immagini.

– Cataratta corticale: le opacità si trovano sulla periferia, nella corteccia del cristallino.

– Cataratta cortico-nucleare: tutti i livelli del cristallino sono opacificati più o meno omogeneamente. Questa è la forma più comune di cataratta senile. Il paziente ha la sensazione di aver bisogno di più luce da vedere.

– Cataratta subcapsulare: Le opacità sono sotto la capsula posteriore o precedente dell’obiettivo. Questa cataratta dà la sensazione di avere un velo davanti agli occhi e ad essere abbagliato.

Le diverse forme di cataratta saranno anche nominate in base alla loro causa di aspetto .

– Cataratta senile: questa è la cataratta più comune. Sembra con l’età, intorno al 65/70, anche se può toccare più giovani individui. Il nucleo e la corteccia sono opacificati (cataratta cortico-nucleare). Finisce spesso la visione di gran lunga prima di fastidizzare la visione da vicino.

– Cataratta traumatica: si verifica spesso nel soggetto giovane e nel bambino a seguito di una contusione (pugno, Berretto di champagne, sport di palla: attenzione al badminton e alla zucca!). È classicamente sotto capsulare posteriore. Può anche seguire una ferita del globo oculare o l’introduzione di un corpo estraneo negli occhi. A volte può apparire molto tempo dopo aver ricevuto uno scatto.

– Cataratta patologica: Gruppo di cataratte derivanti da un’altra patologia oculare: forte miopia, uveite cronica (ci chiama ” per esempio una cataratta complicata “) o ha una patologia metabolica generale come diabete dipendente dall’insulina (cataratta capsulare posteriore), ad esempio.

Ci possono essere cataratta. Iatrogenes a causa della presa prolungata di certi farmaci (corticosteroidi) o nelle suite della radioterapia.

– Cataratta congenita: può essere presente dadi la nascita (0, 03% delle nascite) e Richiede il supporto anticipato per evitare l’ambliopia.

– cataratta secondaria o fibrosi capsulare: si verifica frequentemente seguendo il funzionamento della cataratta. Non è considerato una complicazione della prima operazione. È dovuto all’opposizione della busta cristallina nei pochi mesi o anni dopo l’intervento primario. Verrà diagnosticato facilmente grazie ad un esame della lampada a fessura e trattati in modo indolore contemporaneamente grazie al laser yag (capsulotomy).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *