cinque precauzioni da acquistare all’estero

Per il prezzo di uno studio a Parigi, è possibile offrire Tu … 163 m² a Lisbona! Acquista una proprietà all’estero può essere un buon affare da investire (anno di noleggio o stagionale). Sempre più, i francesi sono più numerosi per attraversare i confini dell’esagono in questa prospettiva. “Coloro che hanno una seconda casa o investimenti di noleggio in Francia stanno diventando sempre più all’estero”, afferma Thibault de Saint Vincent, presidente della rete di agenzie internazionali di Barnes high-end. Sono particolarmente scottati dai rischi di affitti non pagati e a Tassa francese pesante che diminuisce i ritorni. “

Vai al posto!

La valuta unica, la libera circolazione delle persone, le merci e il capitale facilitano la” acquisizione immobiliare in Europa e Ancora più lontano … “Portogallo, Spagna, Stati Uniti e Mauritius attira molto, note Thibault de Saint Vincent. D’altra parte, c’era un grande atteggiamento. -BretGark relativo a Brexit. Anche i londinesi dicono che è piuttosto il momento Vendi. “

Ma attenzione, questo tipo di acquisto è più o meno complesso, le regole legali variano un sacco di un paese all’altro. È quindi indispensabile preparare il tuo progetto per evitare insidie e delusioni.

Abbiamo ancora ricordato nel nostro numero speciale “100 consigli pratici per i tuoi investimenti” (n. 49 nell’investire 11 giugno). Nel gergo di professionisti del settore immobiliare, l’acquisto di una proprietà deve obbedire a tre regole d’oro: posizione, posizione e posizione ancora!

Questo Leitmotiv è particolarmente valato per un acquisto all’estero, i cui mercati locali sono più difficili da capire se Vivi in diverse migliaia di chilometri.

solo parata: per andare sul posto, oltre a un acquisto in Francia. “Dobbiamo prestare particolare attenzione alle specificità locali. I prezzi che sembrano ragionevoli per te possono, infatti, non corrispondere ai prezzi reali del mercato”, afferma Erwan Grusellon, responsabile dell’ingegneria del patrimonio a Swisslife Private Banque. Dobbiamo anche tenere conto del Mercato di noleggio. “

Quindi è tutto subito per non sovrapporre la proprietà, per essere certo della domanda di noleggio e scegliere un luogo in cui non avrai difficoltà a noleggiarlo, se stessi o per tutto l’anno.

sai come andare in giro

“una delle domande essenziali da chiedere è: qual è la proprietà locale giusta? Avvertenza Didier Bujon, General Manager del Cabinet Equaction, specializzato nel Gestione della trama internazionale. Ad esempio, in Tailandia si possiede l’edificio ma mai da terra … quindi c’è un vero approccio giuridico da intraprendere a monte. “Ogni paese ha la sua legislazione di acquisto immobiliare Er e diritto immobiliare, a volte molto diverso da quello della Francia.

Alcune protezioni per il venditore, nel nostro paese, non esistono altrove. Quindi, “Non ci sono notai ovunque in Europa, informa Thierry Delasalle, notaio a Parigi. Ad esempio, i paesi anglo-sassoni sono privi.” È essenziale discutere del tuo progetto a monte con il tuo notaio o il tuo consulente di gestione patrimoniale, chi lo farà essere in grado di indirizzarti in interlocutori competenti sul posto.

Stazione fiscale

Attenzione anche alla tassazione del paese, sia per i ricavi disegnati. Affitto solo per il guadagno di capitale dopo la rivendita della proprietà. “Quando vi è un trattato fiscale tra la Francia e il paese di situazione dell’edificio, il regolamento generale vuole essere imposto i ricavi delle terre nel paese in cui la proprietà è, dice Erwan Grumellon. Ma stai attento, anche se tu n non sono tassati In Francia per questi ricavi dei terreni, sono presi in considerazione per il calcolo della frequenza d’imposta sul reddito effettiva. “Chiaramente i ricavi dei terreni gonfiano i ricavi globali, che possono avere un impatto sulla staffa fiscale. La Francia ha firmato un trattato fiscale con un centinaio di paesi per evitare la doppia imposizione (accessibile alle tasse.gouv.fr, “documentazione”, quindi “internazionale”).

La tassa applicata sul guadagno di capitale ha discusso i paesi. In Svizzera, ad esempio, è soggetto a una specifica tassa cantonale. È in alcuni stati in alcuni stati, come in Belgio o in Italia quando la proprietà è stata acquisita o costruita più di cinque anni prima della sua rivendita.

finanziare il suo acquisto

con le tariffe attualmente Molto basso, è tentando prendere in prestito per finanziare la sua acquisizione.Per questo, due scelte sono disponibili per il mutuatario: cercare credito in Francia o direttamente da una banca del paese ospitante.

“Il paese in cui si desidera acquistare ha una vera importanza per ottenere un credito in uno stabilimento francese. La proprietà è all’estero, l’operazione è più rischiosa per il banchiere, soprattutto per ragioni di recupero del debito. Quindi, è abbastanza semplice se acquisti in Europa o in Nord America, ma oggi molto più complicato per il Marocco e fuori area dell’euro (eccetto gli Stati Uniti e il Canada), spiega Cécile Roquelaure, direttore della comunicazione e studi di studio in crediti terrorizzati. Per le garanzie, il banchiere francese richiederà un mutuo su un immobile che hai già un credito non nuvoloso. “Il valore del mutuo deve essere almeno uguale al valore della proprietà ambita. “L’altra soluzione è quella di nuotare un contratto di assicurazione sulla vita, fino al minimo del 30% dell’importo del prestito”, aggiunge.

Inoltre, è obbligatoriamente un contributo, almeno uguale al costi. Inoltre, in caso di investimento di noleggio, la Banca non tenga generalmente in considerazione gli affitti previsti per concedere il credito, in modo che debba avere una grave capacità di rimborso “, impedisce a Cécile Roquelure.

Per quanto riguarda il prestito da un istituto bancario locale, è sempre possibile, a condizione che tu abbia un conseguente assunzione, dell’ordine del 30-50% del prezzo della proprietà, e di tenere presente che anche la legge relativa al credito differisce , della legge francese. Soprattutto poiché, secondo la Federazione Bancaria francese, non ci sono ancora leggi bancarie per l’armonizzazione delle norme europee. Dal momento in cui ti sottoscriviamo all’estero, è le regole relative al credito del paese che si applicano “.

Infine, un conto bancario locale dovrà aprire (comunque, è più semplice per la gestione quotidiana, anche se hai preso in prestito in Francia) e non dimenticare di dichiararlo ogni anno alla tassa francese.

Pensa a La successione

spesso trascurata dall’acquirente, la successione ha tutta la sua importanza in caso di acquisto di merci al di fuori dei confini francesi. Queste acquisizioni possono effettivamente posare gravi problemi di diritto internazionale privato durante la liquidazione della tenuta.

La tassazione applicabile alla tenuta è quella del paese in cui si trova la proprietà. A livello civile (determinazione degli eredi, ammontare della loro parte, modalità di ingresso in possesso dell’eredità, ecc.), D’altra parte, è più complicato.

Dal 17 agosto 2015 Le proprietà europee sono regolate dalla legge della residenza abituale del defunto. Se non vivi più di sei mesi nella tua residenza straniera, quest’ultimo dovrebbe essere presentato alla legge francese. Ma ci sono spesso eccezioni (ad esempio, nel Regno Unito o in Islanda). Al di fuori dell’Europa, la legge applicabile è molto spesso quella del paese in cui si trova la proprietà. Il meglio è scrivere un testamento decidere sul suo destino e designare la legge francese come una legge applicabile.

sandra mathorel

> torna a investire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *