CO057Comparificazione di manifestazioni oftalmiche, extra-oftalmologiche, prognosi visiva e generale di 194 uveite sarcoidosica secondo l’etnia


Risultati

Centonovantaquattro pazienti pazienti sono stati inclusi: 145 pazienti avevano sarcoidosi istologicamente provata mentre 49 pazienti avevano presunto sarcoidosi. Centotrentadue pazienti (68,0%) erano caucasici, 40 (20,6%) erano il Maghreb e il 22 (11,3%) erano Afro-Caraibi. Il periodo medio di follow-up è stato di 74,7 mesi senza differenza significativa tra i tre gruppi etnici. C’era una predominanza femminile (69,0%) e l’età media della diagnosi era di 52,1 anni, con una precedente presentazione iniziale nei pazienti neri africani (34,3 anni ± 11.3) e Maghrebians (43, 1 anni ± 14,1) rispetto ai soggetti caucasici (57,8 anni ± 16.6) (P < 0.001). La posizione dell’uveite era paragonabile tra i gruppi, con la maggioranza dei Panuviti (47,9%) e una chiara predominanza di forme bilaterali (77,8%). I pazienti originari del Nord Africa avevano più abusi sistemici nella diagnosi e durante il follow-up mentre c’era una predominanza di oculari isolati nei caucasici (P = 0,04). Non è stato trovato differenza significativa tra i gruppi riguardanti l’uso di trattamenti sistemici durante il follow-up (P = 0,46). I pazienti afro-caraibici avevano una prognosi visiva migliore con un completo recupero della loro acuità visiva iniziale nel 72,7% dei casi (P = 0,025).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *