Come sono le barrette al ora di lavoro remoto?

A seguito dell’annuncio di un contenimento generale il 17 marzo, Il mondo del lavoro francese è entrato in un nuovo paradigma e ha dovuto reinventarsi. La crisi sanitaria richiede, il telelavoro è stato democratizzato a Grand V della velocità. Mentre le offerte di lavoro sono scarse e le misure di distanziamento persistono, alcune aziende continuano a reclutare. Eppure il reclutamento nell’era del telelavoro è molto diverso dalle solite interviste di assunzione. Per l’apprendimento dell’azienda Limone, specializzata in Edtech e la condotta del cambiamento, “le pratiche di reclutamento sono cambiate, viene fatto un sacco di contatto di videoconferenza. Le ultime 5 escursioni, tre sono state realizzate interamente in modo digitale”, afferma Pierre Leroux, CEO .

Un metodo condiviso dal personale dell’azienda di reclutamento. “Il processo di assunzione inizia ora, quasi sistematicamente, da una prima manutenzione digitale”, afferma Antoine Lecoq, direttore generale del cabinet. Il reclutamento demarzializza ha vantaggi ma non solo. Ciò consente di ridurre i movimenti dei candidati spesso in aree geografiche lontane e limitare le riunioni in un periodo di crisi sanitaria “, consente inoltre di fare interviste più brevi all’inizio del processo e vedere più candidati”, ammette Pierre Leroux.

Tuttavia, in situazioni in cui non sono possibili incontri fisici, i reclutatori annotano alcune debolezze. “Possiamo meno confortevoli candidati proponendo un caffè o un bicchiere di acqua. Entriamo direttamente nel cuore e ci sentiamo più stressati del solito “, afferma il CEO dell’apprendimento del limone. “Vi è ancora una necessità di soddisfare i candidati e, anche se il primo scambio viene fatto in videoconferenza, l’ultima manutenzione continua ad essere per lo più in fisica”, aggiunge Antoine Lecoq.

Aperitif Virtual and Team Coheherion

Una volta posizionato lo stadio di reclutamento, a pagamento – comprendere la pubblicazione – può anche essere virtuale. Mentre il telelavoro rimane la norma in molte aziende, nuove reclute spesso partono i loro doveri da remoto. “Tre reclutazioni sono state eseguite senza Qualsiasi incontro fisico e due messaggi direttamente nel telelavoro, di cui un nuovo manager con sede in Inghilterra che non abbiamo ancora incontrato fisicamente. Ora è “, spiega Pierre Leroux.

Per i professionisti, la distanza onboarding non è un problema per l’integrazione di nuovi dipendenti. La parola principale rimane l’anticipazione. “I collegamenti intrecciati nelle prime settimane sono un passo fondamentale nella reception di un candidato. È quindi necessario prevedere il primo giorno, videoconferenze e la presentazione dei dipendenti ecc.” Dettagliamo il dettaglio sul lato della pagina personale.

Leggi altri telelavori diventerà il nuovo standard Organizzazione del lavoro nelle aziende?

Sull’apprendimento laterale del limone, la strategia di buona integrazione risiede nel Preparazione. “Non appena arrivano, hanno immediatamente cose da fare e missioni ben definite, quindi non c’è la sensazione di abbandono che a volte possiamo sentire in post ingresso”. Per creare una coesione del team nonostante la distanza, l’azienda di Edtech, “moltiplica dopo la visioconferenza e più eventi come le pause di squadra il venerdì, ad esempio”, spiega Pierre Leroux.

Essere “Se inizi in Teleworking Ci possono essere brutte sorprese durante la prima visita come l’obsolescenza dei locali o l’atmosfera nelle squadre “, avverte Antoine Lecoq. Per ora, “Non abbiamo il declino necessario per vederlo”, ha temperatori.

i tirocinanti di quid?

I tirocinanti non sono lasciati fuori, dopo aver paura di nessun curriculum universitario, studenti Riuscito a trovare alcune offerte a volte solo nel telelavoro. Questo è il caso di Carla, uno studente in Master 2 Global Security a Bordeaux. “Teleworker è una sfida perché sono un po ‘consegnato a me stesso nel giorno”, testimonia lo studente. Difficile considerare il mondo professionale dalla sua stanza, anche se questa situazione presenta alla fine alcuni vantaggi. “Mi impedisce di non male perché gli stage non sono pagati, o molto poco, e mi fa evitare di dover pagare importi pazzi per rimanere e vivere”, dice.

Nonostante le paure degli studenti, a Lo stage del telelavoro può anche portare a un’offerta di lavoro. Questo è il caso sul lato dell’apprendimento del limone. “La gestione del tirocinante è seguita da vicino e gli scambi moltiplicati.Cerchiamo di avere missioni ben definite con un certo ritmo “, testimonia Pierre Leroux. “Il nostro tirocinante reclutato all’inizio della pandemia è stato in grado di beneficiare di una proposta CDI, vale a dire quanto è andato bene il suo tirocinio,” si rallegra.

Questa situazione eccezionale ha permesso di ridisegnare il mondo di lavoro. Quello che è stato percepito, pochi mesi fa, come un ostacolo ora appare come un vantaggio significativo. “Ci rendiamo conto che la firma di nuovi contratti e il reclutamento dei collaboratori può essere fatto molto bene a una distanza. La cancellazione di incontri professionali e altri viaggi d’affari non ha impedito alle imprese e ai dipendenti di andare avanti professionalmente “, conclude Antoine Lecoq. Una tendenza che può quindi sistemarsi duramente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *