Coronavirus: Quando il trucco diventa fonte di benessere per confini

  • Durante il confinamento, alcune donne decidono di continuare a compensare, anche se non escono da Home.
  • Rituale, marcatore, controllo … Il trucco può avere un ruolo confortante per alcune persone durante tempi difficili come questa crisi sanitaria cviv-19.

E se componiamo più dei suoi occhi e la sua carnagione quando siamo confinati? Mentre le vendite di cosmetici sono diminuite dall’inizio della crisi cviv-19, e che alcune donne beneficiano di questo periodo di lasciare il loro stand della pelle, altri hanno deciso di non memorizzare fienile e spazzole. Ogni giorno o quasi si alzano, lavare, compensando e si stanno preparando, come se nulla fosse accaduto.

Ma perché fare così tanto sforzo quando nulla ci obbliga? Non è piuttosto favorevole al relax e alla disintossicazione cosmetica? Sarebbe dimenticare il comfort e il potere magico del trucco.

come al solito

Se non lo fa ogni giorno, pigro o per riposare la pelle, la costanza continua Trucca “circa un giorno al giorno” anche se non viene fuori dalla sua casa. “È bello il morale, mi sento” meglio “fisicamente. Sono in telelavoro, ho un sacco di videoconferenze e mi sento più a mio agio quando sono inventato”, riconosce questo parigino di 25 anni. La sua routine? Come al solito: crema idratante, fondamento leggero, antico, terracotta e mascara. La sua paura? “Lasciati andare.” “Sono confinato con il mio amante e anche se non dà molta importanza da trucco, per me è importante”, dice.

Un sentimento condiviso da Anna, che vive a Rouen. “Sono confinato con il mio coniuge nel telelavoro con Visioconf ‘regolare, quindi ha tenuto un normale ritmo di lavoro e vestiti. Sono uno studente e volevo lasciarmi andare”, per rispetto per lui e per me “, spiega i giovani Donna 27 anni. “So che può essere gentile e rilassante per lasciar andare per alcuni giorni, ma a lungo termine finisce per giocare sul mio morale e il mio umore,” dice. Rende il trucco di tanto in tanto, principalmente la carnagione e gli occhi, un trucco leggero, “lo stesso come prima”.

Non dimenticare l’aspetto di routine di trucco, confinamento o meno. “Penso che sia molto importante mantenere i benchmark soprattutto quando tante cose sono capovolti, riconosce Anna. È qualcosa che abbiamo l’opportunità di tenere un assegno. È sia un piacere che una disciplina personale come sport o prestare attenzione alla sua dieta. “Anche Bell sul lato di Constance:” È vero che mi piace tenere le abitudini che avevo davanti al confinamento, svegliati allo stesso tempo, piccolo -Dejeuner, doccia, trucco, e cerco anche di vestirmi ogni giorno .. . Dopo ciò mi succede per saltare il palco step-up o tenere premuto un jogging. Ma nel complesso, indosso interesse a prendersi cura di me, e per incorniciare i miei giorni “.

Salva le apparenze

E se il trucco ci ha offerto l’illusione di padroneggiare il quotidiano mentre tutto rompe la bocca intorno a noi? “Direi, giù, salva apparizioni!, Emmanuelle Laurent Analysysyly, * creatore del canale Youtubepsychoanalyse sul viso, dove si rivolge a grandi concetti psicoanalitici mentre il trucco. C’è così tanto vero vintage, un periodo difficile da vivere, che alcune persone Prova a salvare le apparenze, forse per allontanare un po ‘d’ansia … “

” Io, ad esempio, non ho fatto male aipertari di skype e nessuno c’è anche un piccolo lato in cui si riproduce una forma Di sembianza sociale, partecipando a un po ‘più di maker e vestiti come al solito, aggiunge. Per alcune delle mie amiche che compongono, penso che stia facendo anche loro, come se ci fossimo trovati la sera e siamo stati un po’ preparati. “

Continua quale rituale del mattino è un ottimo modo per strutturare la sua vita confinata? Fortunatamente, tutto è così semplice. “Alcune persone vengono anche molto bene per strutturare la loro giornata in pigiama nel loro divano!”, Nuance con la ragione Emmanuelle Laurent. Nel contenimento (e in generale), non vi è alcuna logica, nessuna regolazione: “Tutto dipende dal contesto, della sua vita personale, della sua singolarità … Potrei dire una cosa strana, ma io per esempio che vive da solo, io Non so se avrei fatto tanto sforzo se fossi con qualcuno! Non ho nessuno per mostrare questo trucco, lo faccio davvero per me. Ma potrebbe essere diverso se J ha avuto un ragazzo … “E se invece di cercare perché continuiamo a compensare, era necessario chiederci per chi?

Test

Durante il confinamento, Isabel, uno studente di risparmio di 27 anni, continua a recuperare per scattare foto o “snap”. Beneficia di questo periodo di “provare nuove tecniche, come” cucchiare cucchiare “” o nuovi colori di Fard. “Trucca del tempo normale che non ho tempo per realizzare”, dice. Se a volte compensiamo per gli altri, rispondendo più o meno consapevolmente all’ingiunzione per essere carina, pulita e sofisticata (la panoplia della femminilità nell’immaginazione collettiva), non dobbiamo dimenticare che possiamo anche recuperare se stessi. Perché può essere un modo per poter vivere, quando l’occhio dell’altro non può più testimoniare.

“Fai un trucco, è un po ‘come se fossi stato un aspetto esterno. Chi non è Lì!, Leggi Emmanuelle Laurent. Un po ‘come lo sguardo che puoi chiederti anche te stesso. Essendo solo, se non mi facevo di tanto in tanto, avrei avuto paura di cadere nella caricatura della ragazza da sola che lascia andare … per me potrebbe esserci un lato antidepressivo in questa azione. ” Come quello che potrebbe essere il trucco meno artificiale che sembra.

* Emmanuelle Laurent è anche l’autore come PSY come quella nelle edizioni PAYOT.

Clio Weicket

  • Coronavirus
  • contenimento
  • stile
  • bellezza
  • Trucco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *