Dimensione unica, nuova dittatura dell’adolescenza?

Avevamo seguito con l’ansia attuale 2013 questa tendenza sul web, dove le ragazze adolescenti stavano cercando, allo stesso tempo, per ottenere il perfetto “gap della coscia”, in altre parole le gambe articolari Il più grande possibile, simbolo secondo loro della magnificenza, incoraggiata che deve essere detto da stelle e manichini nel concorso di sottilità …
Ecco ora che cerchiamo di imporre sui nostri adolescenti una nuova dittatura morfologica. Le dimensioni uniche … in altre parole, il graal della bellezza suprema, la dimensione che renderebbe ogni ragazza con totalmente standardizzata con misurazioni che oscillavano tra il 34 e il 36!

+ 36 Può essere vestito … altrove

il concetto non è nuovo ma fa molto rumore sulle reti in questo periodo estivo. Brandy Melville, marchio italiano di grande successo negli Stati Uniti, e specialmente sulla costa occidentale, è stato il primo a lanciare la sua linea unica.

Il marchio, Adulato da ragazze, costruisce su questo semplicemente scandalo principio. Ma ciò non sarebbe fatto per vendere stracci, “una taglia si adatta a tutti”, letteralmente, una dimensione è adatta a tutti. Non offre vestiti oltre 36.

The American Brand American Eagle ha lanciato la propria linea di abbigliamento in singola dimensione “Non chiedere perché”

© American Eagle

Questa è la sua visione dello standard … condivisa dal marchio American Eagle che ha anche lanciato Il suo marchio per adolescenti “non chiedere perché” (non chiedere perché). Una politica che ricorda il “fat-shaming” che consiste di deliberatamente progettato alle persone in sovrappeso.

#boycottbrandymelville

Dal domenica 12 luglio, una campagna su Twitter chiama il boicottaggio di Il marchio.

BC Fat Shaming non può essere Legale nel 2015 #boycottbrandymelville

– Taleen (@aleen_salman) 12 luglio 2015

“Poiché il disprezzo di persone in sovrappeso non può essere legale nel 2015”

nel 2014, un’altra catena di abbigliamento, Abercrombie and Fitch, aveva un numero di chiusura dei suoi negozi dopo aver visto le sue vendite pericolosamente fusi , quando ha annunciato che non produceva più vestiti che superano le dimensioni 40. Il suo amministratore delegato, Mike Jeffries aveva semplicemente affermato che “voleva vedere solo persone sottili e belle che sorvegliano i raggi dei suoi negozi”.
Quando sappiamo che questi marchi destinati a ragazzi giocano La loro marketing card sulla loro valutazione dell’amore sulle reti, la mobilitazione degli utenti di Internet può svolgere il suo ruolo nel senso buono o cattivo di altrove …

Dimensione delle raccolte “Normale”?

Altri marchi in passato hanno tentato l’opzione opposta producendo collezioni per “round” ed esponendo nei suoi negozi “realistici” manneques alle normali misurazioni. Esempio con il marchio svedese H & M e la sua collezione “H e M +” nel gennaio 2014.

I manichini quot; relitesquot; del marchio Hammp; m.

il modello “realistico” del marchio H & m.

© DR

Tranne che, per La sua campagna pub, il marchio aveva selezionato modelli molto più sottili di quelli a cui questa linea è stata affrontata. Anche in quel momento ha anche scatenato una violenta controversia in Svezia.

Il corpo delle donne, il luogo di combattimento eterno

il corpo delle donne è sempre stato il teatro di battaglie violente. Siamo sempre stati cercati di controllarlo, per strumentalizzarlo, e dietro questo “noi” nascondiamo molti oppressori. Queste donne li hanno come desiderano, sessualmente o esteticamente, oggi diventa la sfida dei giganteschi mercati economici rispetto ai “consumatori” più giovani possono pagare a un prezzo forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *