dopo il bombardamento dei conflans, il malessere nella maggioranza

Martedì sera, il ciclo di whatsapp della maggioranza, battezzato “Deputati del forum”, agita. I parlamentari ascoltano attentamente il ministro degli interni, Gérald Darmanin, ospiti su BFM TV. La sua uscita su “Raggi della comunità” nei supermercati, con cui “inizia il comunicato”, sorprende alcuni, irritare gli altri. “Non so se i raggi di cucina comunitaria ti infastidiscono, ma penso che sarebbe interessante mettere in discussione l’osservatorio del laicolismo”, afferma Firenze Morlighem, il sostituto del Segretario di Stato alle pensioni, Laurent Pietraszewski. Il membro del Nord conclude il suo messaggio: “Non ho votato Darnamin, ma Macron”.

Il presidente del gruppo, Christophe Castaner, rimane indietro. Se parlò martedì durante le domande al governo, è solo perché ha fatto le altre sedie di gruppo. Ma l’ex ministro degli interni sarebbe stato ben tenuto dall’intervento su argomenti che aveva accusato fino allo scorso luglio. “Non vuole dare l’impressione che sapisca il consiglio di Darnamin”, scivola un membro lrem.

emozione. Martedì mattina, presso la riunione del Gruppo, Christophe Castaner si era chiesto di essere “moderata nella loro espressione”. Nella sessione chiusa della Colbert Hall, tutti hanno parlato con “I suoi coraggiosi”, dixit diversi partecipanti. Nessun attrito ma emozione. Il membro dei Quartieri settentrionali di Marsiglia, Saïd Ahamada, sentì che doveva combattere contro un “separatismo sociale”, dove “lo stato aveva lasciato un quartiere”. “Non so nemmeno cosa significhi il separatismo sociale”, sospira un quadro del gruppo, annoiato dal “discorso médérabilista dell’ala sinistra che cerca di comprare una buona coscienza”. “Se tanti francesi si rivolgono all’islamismo radicale, abbiamo un problema sociale, mantiene il Phocean eletto. Ma questo messaggio non è udibile per il momento.”

Il maise della maggioranza su tutte le domande che influenzare vicino o lontano per la secolarismo non ha nulla di nuovo. Tranne che questo tempo questo confronto è cristallizzato attorno al ministro degli interni. “Alcuni vogliono pagare Darnamin e temere che impone una linea Sarkozyst”, riassume un membro della maggioranza.

Mercoledì, queste tensioni esportate su Twitter con, da un lato, i titolari del secolarismo liberale come Il portavoce di Lrem Fiona Lazaar (Val d’Oise) e, d’altra parte, il “Secular” come François Cormier-Bouligeon e François Cornut-Kind. I due campi competono intorno all’inquilino della piazza Beauvau. “La brigata del laico come l’ala sinistra non mostra una grande tolleranza, tutti sono un po ‘eccezionali a modo suo”, si rammarica un quadro della maggioranza.

“Non avevamo voluto sentire i discorsi dei bisouggi seduti a casa. Paghiamo sempre l’ambiguità “, ritiene un membro dell’ala regale

electochoc. Pubblicamente, è principalmente la linea difesa dal numero due del gruppo, Aurore Bergé, che stampa. I sostenitori di questa linea, come il Quastore dell’Assemblea NAZIONALE Florian Bachelorian o il Presidente della Commissione di Lois Yaël Braun-Pivet, sono perfettamente a proprio agio con l’attivismo del ministro degli interni. Dal venerdì attacco, hanno coordinato per essere molto presente nei media. “Non volevamo sentire i discorsi dei bisounurs seduti a casa. Paghiamo sempre l’ambiguità”, ritiene che un membro dell’ala regale. Era Aurore Bergé che ha parlato martedì durante le domande al governo nell’emicito. “Se ti presumi di essere in guerra contro l’islamismo, non puoi guidarlo con tutti. Ma con coloro che assumono una linea chiara del combattimento, risorse del membro dei Yvelines. Non possiamo essere nel simbolo Gérald Darmanin è nel operativo. “

Si deve dire che dal momento che le partenze del gruppo di diversi deputati dell’ala sinistra, in particolare incorporate dallo stesso agitazione Aurélien, questa sensibilità è inferiore in meno udibile entro la maggioranza. “Avevano contuso il cavallo dell’islamofobia, tranne che dal venerdì, tutti hanno capito che l’islamofobia era in realtà una discussione per prosperare l’islamismo. Con questo attacco, tutti coloro che hanno giocato gli idioti utili nell’UE per soldi”, riassume una deposizione della maggioranza .

“L’attacco ha creato tale elettroshock che le voci degli islamo-sinistra non si esprimono. C’è una sensazione a casa di Ras-le-Bol, l’estrema sinistra è andata troppo lontano nel compiacimento o anche il compromesso “, afferma un membro lrem.La maggior parte attende l’arrivo del fattura del separatismo in Parlamento all’inizio del 2021 per modificare il testo e dimostrare quale linea prevale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *