Epidemiologia e cause


Epidemiologia

Non abbiamo ancora dati epidemiologici esatti su ustioni. L’estrapolazione fatta dalle cifre sollevate negli Stati Uniti ci insegna che in Belgio è di circa 120.000 persone (1,2% della popolazione) che sono vittime ogni anno di ustioni. Di questi, quasi 10.000 (0,1%) richiedono assistenza ospedaliera (2-6). Si stima a 800 il numero di pazienti da trasferire in un centro specializzato. In Belgio, in media 150 persone muoiono ogni anno di ustioni.

Più della metà delle ustioni influisce sui bambini sotto i 5 (6). Questa elevata frequenza è attribuita allo sviluppo ancora incompleto di funzioni motorie e cognitive (coniugati o non per la disattenzione dei genitori). In un certo numero di situazioni, è necessario considerare la possibilità di un atto di abuso. In generale, sembra che i ragazzi siano più spesso colpiti rispetto alle ragazze (l’80% di tutti gli incidenti e il 60% degli incidenti fatali si verificano nell’uomo). Nei bambini sotto i 5 anni, forse è spiegato da differenze nel comportamento relativo a schemi comportamentali a maschi o femmine che sono stati appresi.

Cause

Generale

il Burns, nel grande senso del termine, conosci diverse eziologie. Distinguiamo:

  • le lesioni termiche (calore, freddo)
  • le lesioni elettriche (elettrocuzione)
  • lesioni chimiche (acidi, alcali)
  • Le lesioni dovute a radiazioni (sole, radioterapia)

Le ustioni dell’origine termica (calore) sono quelle che incontriamo più frequentemente.

specifico DATA

Righe In ordine decrescente della frequenza, le principali cause di ustioni sono le seguenti (16):

  • Liquidi vapore e bollenti (SCULDS): è da Di gran lunga la causa più comune, nei bambini più in particolare; La profondità di queste lesioni è molto variabile e spesso difficile da stimare
  • fuoco: qui, la vittima è stata in contatto diretto con le fiamme e sono spesso bruciature profonde
  • ustioni Burns Shifting: (Flashburn di esplosioni): in questo caso, non vi è alcun contatto diretto con il fuoco, ma il paziente è stato comunque esposto a calore irradiato. Questo può essere molto forte (> 1000 ° C), ma come il contatto è generalmente molto breve, la profondità della lesione è spesso meno grave della paura
  • Contatti con oggetti molto caldi: la gravità della bruciatura dipende dalla temperatura dell’oggetto, la durata del contatto e la pressione esercitate opzionalmente (ad esempio, nel caso della griglia)
  • agenti chimici: da La loro reazione chimica, varie sostanze possono causare ustioni e succede anche che continuino a produrre effetti dannosi molto tempo dopo l’incidente
  • la corrente elettrica: il passaggio corrente nei tessuti profondi può causare ampie lesioni interne

I forni a microonde rappresentano una nuova fonte di ustioni (surriscaldamento o uso improprio). Le sessioni del banco solare prolungate esageratamente (1 ° e anche il 2 ° grado) sono un’altra causa che vediamo più frequentemente. Proprio come frequenti sono ustioni a causa dell’aumento del numero di stufe a legna e degli incendi aperti, così come quelli dovuti alla crescente popolarità dei barbecue, fusi e buongustai. Infine, c’è stata anche un’elevazione del numero di ustioni consecutive ai tentativi di suicidio.

Sebbene cifre ufficiali non siano disponibili su questo argomento, il numero di ustioni sarebbe forse leggermente diminuito negli ultimi 5-10 ANNI, a seguito di misure sempre più dure nella protezione antincendio (cfr. L’uso di materiali non infiammabili e rilevatori di fumo) e quindi che aumentano la consapevolezza nel leader del pubblico (vedere campagne nei media). Anche nelle imprese, i requisiti di sicurezza sono costantemente rafforzati per evitare incidenti di lavoro in seguito a ustioni chimiche o elettriche. Infine, si spera anche che le campagne aggressive svolte contro il tabacco non solo negli Stati Uniti, ma anche nei nostri paesi, comporteranno una diminuzione del numero di fumatori e incendi in cui sono coinvolti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *