Fumare: fumare occasionalmente espone gli stessi rischi cardiovascolari

  • notizie
  • Aggiornato il 04/10/2018

    Lettura 2 min.

    Fumare intorno a un bicchiere di vino con gli amici o la sera in un modo occasionale conduct ai rischi cardiovascolari, paragonabili al consumo giornaliero del tabacco, secondo uno studio degli Stati Uniti pubblicato questo giovedì 4 maggio.

    Questo tipo di consumo “sociale”, anche occasionale, mostra a rischio di pressione alta e Aumento del colesterolo, indica uno studio condotto dai ricercatori dell’Università dell’Ohio da 39.555 fumatori volontari, compresi i 10% di consumatori occasionali, tra il 2010 e il 2012.

    fumo e rischio cardiovascolare Vai a coppia

    Il fumo è un fattore di rischio noto per ipertensione e ipercolesterolemia, che contribuisce in modo significativo alle malattie cardiovascolari, la principale causa di mortalità tra uomini e donne in tutto il mondo.

    Fumare di volta in volta o giornalmente, gli stessi rischi

    Dare questo piacere in un contesto ricreativo (bar, serate, riunioni familiari, pentole in ufficio) probabilmente fa la differenza per il nostro Buona coscienza, ma non per la nostra salute a lungo termine, sottolinea lo studio.

    I ricercatori hanno scoperto che i fumatori “intermittenti”, la segnalazione non fumatori ogni giorno, hanno avuto tanti rischi cardiovascolari come fumatori regolari, confrontando i livelli di colesterolo e la pressione sanguigna di entrambi i gruppi.

    Qualunque tipo di consumo, il 75% dei partecipanti aveva la pressione alta e circa il 54% di colesterolo alto.

    I fumatori sociali si considerano non fumatori

    la maggior parte dei fumatori sociali, dai 21 ai 41 anni, considerarsi non fumatori quando si chiede se consumano tabacco, secondo lo studio.

    Evita di cadere nella dipendenza

    di fronte a questi risultati, i ricercatori indicano un problema di salute pubblica che devono essere supportati dai professionisti della salute per prevenire queste persone nella dipendenza.

    Il fumo diminuisce in Francia

    In Francia, la quantità di tabacco affumicato ogni giorno dai fumatori diminuisce. Il numero medio di sigarette affumicata quotidianamente da parte dei fumatori regolari è aumentato dalle 15.1 sigarette al giorno nel 2005 alle 13.6 nel 2010, secondo le figure degli INPE (attualmente la sanità pubblica della Francia). La proporzione dei fumatori da oltre dieci sigarette è aumentata dal 72% nel 2005 al 68% nel 2010 (dal 76% al 72% per gli uomini e dal 68% al 64% per le donne).

    Questo lavoro è stato pubblicato nell’American Journal of Health Promotion.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *