Gli Stati Uniti si dirigono verso un’economia senza denaro attraverso il Blockchain?

Un ex gestore della Federal Reserve ritiene che le banche centrali non desiderino più a adottare una forma di valuta digitale che potesse assomigliare a Bitcoin e che offrirà alle imprese e ai consumatori un modo più pratico e anonimo a comprare e vendere beni e conserva i loro risparmi. L’avvento di una valuta digitale peer-to-peer (P2P) sostenuta dal governo sarebbe probabilmente basata su un grande libro elettronico basato sul Blockchain e potrebbe contrassegnare l’inizio di un’economia senza denaro o semplicemente venire a completare le nostre transazioni in specie audio e inciandosi.

Le premesse di questi tipi di transazioni sono notevoli in Svezia. La percentuale di liquidità in circolazione a seconda del prodotto interno lordo è diminuito considerevolmente negli ultimi anni. Il denaro fisico è ora inferiore all’1,2% del PIL del paese. “Le specie non sono più accettate in molte aziende e persino alcune banche non propongono”, afferma Rod Garratt, professore di Economia presso l’Università della California a Santa Barbara.

“Questo n ‘non è qualcosa di così pazzo Come “

ex vice presidente della divisione Studies Silver e pagamenti alla Banca Federal Reserve di New York, Rod Garratt è intervenuta presso la conferenza” Business of Blockchain “al MIT a Boston questa settimana. “È probabile che un certo tipo di valuta digitale delle banche centrali sia disponibile in un futuro ragionevolmente vicino. Penso che sia una progressione naturale. Ne abbiamo parlato a lungo.” L’Accademico ha consigliato lo scorso anno la Banca di Regolamento internazionale (BRI), Svizzera, il cui obiettivo è promuovere la cooperazione tra le banche centrali di tutto il mondo. L’istituzione ha esplorato il ruolo che le valute crittografie potrebbero giocare se le nazioni hanno cominciato a usarle.

Una figura e valuta anonimata fornisce dal governo? Questo può sembrare stravagante. Ma Rod Garratt ricorda che anche i soldi è un processo P2P. “Finalmente non è qualcosa di così pazzo che” è divertente. Infatti, una valuta digitale supportata dallo stato potrebbe eliminare le spese bancarie che spesso mirano ai poveri che fanno molti piccoli trasferimenti di pagamenti elettronici attraverso servizi come Western Union, mentre creano efficienze. Con il Blockchain, il tempo richiesto per il risarcimento e il regolamento dei fondi potrebbero essere notevolmente ridotti, poiché è garantita la riservatezza della transazione. Ogni consumatore potrebbe essere assegnato una chiave privata associata ai suoi fondi elettronici ed essere in grado di utilizzare le chiavi pubbliche per i pagamenti.

Ecuador, primo sperimentatore

La banca Swedish Centrale, Riksbank, è Attualmente considerando l’emissione di valuta digitale o crypto-valuta simile a Bitcoin per i pagamenti mobili. Chiamato E-Krono, sarebbe usato per piccoli pagamenti tra consumatori, aziende o agenzie governative.

Nel 2015, è l’Ecuador che crea la prima valuta digitale sponsorizzata dallo Stato. Chiamato Sistema di Dinero Electrónico (Sistema elettronico di denaro), supportato dalla Banca centrale, ha permesso alle persone di avere i loro conti sui loro telefoni e realizzare le loro transazioni. L’Ecuador, tuttavia, ha dovuto fermare questo processo quest’anno sotto pressione dalle banche.

Diverse possibilità

Altre banche centrali sono interessate a questo tipo di progetto, afferma Brian Behlendorf, direttore esecutivo di Blockchain hyperedger. Un’idea inizialmente lanciata dal JP Koning Blogger si chiama Fedcoin, una valuta basata su Bitcoin basata sul Blockchain che offrirebbe un rapporto di 1: 1 tra un dollaro americano e un token digitale.

Robleh Ali, Ricercatore in valute digitali presso il MIT Media Lab, ha affermato che una valuta digitale sostenuta dal governo non dovrebbe necessariamente esistere su un registro distribuito, come Bitcoin oggi. Potrebbe essere amministrato centralmente dalla Federal Reserve e da altre banche centrali. Nel 2013, il signor Garratt ha partecipato a una prova di concetto multi-banchi chiamato Project Jasper, che ha esplorato l’uso di BlockCain come base per il sistema di pagamento digitale di un banco bancario per grandi trasferimenti monetari. Quindi, ad esempio, se un proprietario ha dovuto vendere la sua casa, le banche potrebbero usare il grande e-book per risolvere il trasferimento di fondi.

addio le banche commerciali?

Se La riserva federale o altre banche centrali dovevano sostenere la valuta digitale, potrebbe richiedere molte forme.Ad esempio, potrebbe essere sfruttato in un sistema chiuso tra le banche per i trasferimenti di denaro quotidiani, indipendentemente dall’importo. O le istituzioni bancarie potrebbero anche aprire i conti bancari centrali per ciascun consumatore. La Fed potrebbe anche emettere un pezzo digitale, simile a Bitcoin, che sarebbe il valore memorizzato del denaro fiduciario.

Questo potenziale del blocco non è senza complicazioni. Le politiche monetarie sarebbero state influenzate poiché le banche centrali dovrebbero gestire e controllare le riserve di liquidità. Un altro problema sarebbe se un’economia digitale rimuoverà l’intermediario delle banche commerciali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *