Guasto della vittima del conducente e del suo risarcimento (Cass, Civ 2, 16 luglio 2020).

1. La colpa della vittima del conducente e le sue implicazioni per il risarcimento del suo corpo danni.

Articolo 4 della legge Badinter n ° 85-677 del 5 luglio 1985 prevede che: “il guasto” commesso dal conducente del veicolo a motore ha l’effetto di limitare o escludere il risarcimento per il danno che ha subito. “

tuttavia, per opporsi al guasto del conducente, e quindi sollecitare la riduzione del diritto al risarcimento della vittima Driver, sarebbe necessario riferire in conformità con la giurisprudenza sugli incidenti stradali e la legge di Badinter, una doppia prova: la prova dell’esistenza di un guasto + la prova che questo difetto ha avuto un’influenza diretta e certa sulla realizzazione dell’incidente della strada e sul pregiudizio risultante da esso.

Il guasto invocato (in generale dall’assicurazione avversaria) deve quindi avere un ruolo causale nel verificarsi dell’incidente e quindi nella misura dei pregiudizi.
In generale, è un autista B Meno in un incidente stradale le cui prove e campioni hanno rivelato la presenza di alcol nel sangue o la presenza di narcotici nel sangue, o, casi di velocità di velocità o guida maldestra.

Assicurazione quindi cerca di escludere il diritto al risarcimento del driver della vittima invocando la colpa del conducente, ma deve riportare la doppia prova, sopra.
In quest’ultimo caso, se viene segnalata questa doppia prova, il conducente non sarà compensato per la sua lesione corporea.
Anche il conducente della vittima non sarà compensato per la sua ferita fisica quando non commette colpa ma che sarà l’unica coinvolta nell’incidente. La strada perché non ci sarà un’assicurazione avversa per compensarlo.

Tuttavia, anche quando il conducente della vittima commette un difetto o avrà un incidente da solo, quindi senza terzi coinvolti con un’assicurazione, il conducente può “giocare” il suo contrario Assicurazione Sotto la garanzia del corpo del conducente o più chiamato “Garanzia del conducente” … se quest’ultimo è stato sottoscritto prima dell’incidente.

2. La garanzia corporea del conducente e il suo impatto sul risarcimento della ferita corporale del conducente della vittima.

Il Badinter Act non prevede alcuna soluzione di compensazione per il conducente della vittima che vorrebbe una mancanza di condotta (nel collegamento con il incidente) o il conducente non difettoso ma coinvolto solo.

Inoltre, spetta al conducente prevedere a monte questa situazione sottoscrittando un contratto di assicurazione auto con la garanzia del corpo del conducente, garanzia di non confondere con La garanzia “Tutti i rischi” che prevedono esclusivamente la compensazione dei danni materiali.

Avvertenza per leggere la “Garanzia del driver” Prima di garantire questa funzione assicurativa ci saranno pavimenti (soglie di intervento), soffitti (compensazione massima) , danno non compensato e infine esclusioni di garanzia (alcool, narcotici …).

Questa garanzia del corpo della garanzia del driver Contrattuale coprirà quindi il risarcimento (in parte) della lesione corporale del driver della vittima che ha commesso una mancanza di condotta all’origine dell’incidente del traffico.

3. La garanzia del corpo del conducente è disponibile in aggiunta alla garanzia legale Badinter, poiché il conducente vittima che ha commesso un difetto vede il suo diritto al risarcimento. Cass, CIV 2, 16 luglio 2020.

Fatti dalla Sentenza di Luglio 16, 2020 sono abbastanza semplici: MD .., che ha pilotato uno scooter assicurato della compagnia Allianz Iard è stata vittima di un incidente stradale in cui un veicolo assicurato con la società a responsabilità limitata è stata coinvolta con la società limitata. Difesa e assicurazione (SADS ).
M. D, un autista di vittima che ha commesso un guasto in relazione all’incidente ha visto il diritto al risarcimento del 40%.
Per recuperare parte del risarcimento incluso entro il 40%, MD, avvalendosi del beneficio della sicurezza individuale del Il conducente stipulato nel contratto di assicurazione si è concluso con la compagnia Allianz, ha assegnato quest’ultimo e la SADA in risarcimento per il suo danno.

m. D. ha sostenuto che l’indennità versata dalla Società Allianz nell’ambito della garanzia del conducente stipulato nel contratto di assicurazione del suo scooter non dovrebbe arrivare alla detrazione del debito di indennità SADA, l’assicuratore della persona responsabile, ma suppongono entro i limiti del Pregiudizio non riparato a causa della riduzione del suo diritto al risarcimento.

Il tribunale pronuncia quindi nella direzione del possibile cumulo nel caso di una riduzione della compensazione relativa a un guasto:

“la limitazione, a causa del suo guasto, il diritto al risarcimento Della vittima del conducente di un incidente stradale è, salvo diversamente stabilito dal contratto di assicurazione garantendo il risarcimento del danno derivante da una violazione della sua persona, senza effetto sull’importo dei benefici dell’indennità del carattere dovuto dal suo assicuratore ai sensi della presente garanzia. Di conseguenza, questo conducente di vittima può, entro i limiti dell’importo dei suoi danni, percepire in aggiunta alla parziale indennità dovuta dalla persona responsabile dei benefici compensativi dell’incidente pagati sotto la sua assicurazione della persona. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *