i. Remunerazione raccolta da medici per la permanenza dell’assistenza

In applicazione dell’articolo 151 ter del codice fiscale generale (CGI) la remunerazione percepita sotto la permanenza della cura esercitata dell’articolo L. 6314-1 del Il codice di sanità pubblica dei medici o dei loro sostituti stabiliti nella definita ai sensi dell’articolo L. 1434-7 del codice sanitario pubblico è esente dall’imposta sul reddito dell’altezza di sessanta giorni di permanenza all’anno.

laloi n ° 2009-879 del 21 luglio 2009 La riforma dell’ospedale e relativa ai pazienti, alla salute e ai territori, denominata legge “HPST”, riformata l’organizzazione della permanenza delle cure. Questa legge non ha incluso la giurisdizione dell’organizzazione della permanenza della cura per le agenzie sanitarie regionali (ARS).

Inoltre, Ledécret N ° 2010-809 del 13 luglio 2010 relativo alle modalità di organizzazione di La permanenza delle cure prevede periodi di intervento (articolo R. 6315-2 del codice sanitario pubblico), l’organizzazione del regolamento (articolo R. 6315-3 del codice sanitario pubblico) e l’istituzione di specifiche regionali arrestati da Il LDiregector Generale dell’Ars in conformità con gli obiettivi stabiliti dallo schema regionale della cura della cura (articolo R.6315-6 del codice sanitario pubblico).

In ogni regione, le disposizioni del presente decreto cadere in vigore alla data di pubblicazione del direttore generale del LRA che fissa le specifiche regionali.

La permanenza dell’ambulatorio per la cura della medicina, previsto nell’articolo L. 6314-1 del codice sanitario pubblico, obiettivi per soddisfare le esigenze delle applicazioni S. dalle ore di chiusura degli armadi liberali. Si basa sul principio della regolazione medica delle telefonate per richieste di assistenza, prima di accedere al medico di permanenza.

Una tabella permanente dove vengono menzionate medici denominati sono stabiliti per il chaquestrian geografico. Definito per ordine di ordine Il prefetto.

Le condizioni per l’attuazione della permanenza delle cure sono regolate dalle disposizioni degli articoli R. 6315-1 e seguenti del codice sanitario pubblico. Questo dispositivo include l’istituzione della permanenza per l’assistenza irregolari, che può essere differenziata in base alle slot del tempo e ai periodi dell’anno e ai termini di partecipazione delle associazioni di permanenza delle cure.

I metodi finanziari sono forniti , Da un lato dalle specifiche della permanenza delle cure pubblicate da ciascun ARS, dall’altro dalla Convenzione nazionale che organizzano le relazioni tra i medici liberali e l’assicurazione sanitaria, concluso il 26 luglio 2011 e approvato colponato il 22 settembre2011, che definisce di cui all’allegato I gli aumenti delle cure precedenti.

Il dispositivo della permanenza delle cure è accompagnato dai medici partecipanti, di un sostegno da parte dell’assicurazione sanitaria di retribuzione specifica diversa dal pagamento al pagamento ACT (articolo L. 162-5DU codice di sicurezza sociale). Sono questi remunerazioni che potrebbero essere esenti sulla base del 151 Articolo TER del CGI. Il dispositivo si riserva il beneficio dell’esenzione ai medici regolati in una zona rurale rurale rurale rurale per l’ambito di applicazione del quale è arrestato dalle missioni sanitarie regionali.

a. Organizzazione della permanenza della cura

In ogni settore geografico, definito dal Decreto Prefecturale, viene stabilita una tabella nominativa di permanenza più bassa, convalidata dal Consiglio dipartimentale dell’Ordine dei medici.

Nel contesto dell’organizzazione della permanenza della cura definita negli articoli R. 6315-1 e seguenti del codice sanitario pubblico, la permanenza delle cure è aperta ai medici che esercitano i medici e i medici delle associazioni di permanenza (esempio: Doctors SOS), che non si esercitano in ufficio.

L’accesso al medico permanente è oggetto di un regolamento preliminare organizzato dal Samuou da un call center di un’associazione di assistenza permanente, se è interconnessa con Il Samu (Articolo R. 6315-3 Ducudo della salute pubblica).

Su richiesta del medico normativo, il medico permanente interviene con una consultazione o una visita.

b. La remunerazione dei medici permanenti

i medici che partecipano alla permanenza delle cure in base alle condizioni sopra indicate di remunerazione specifica definita nel contesto della Convenzione nazionale dei medici di medici generali e dei medici specializzati (ordine del 22 settembre 222011) e nelle specifiche di ogni ARS.

Remunerazione del medico

Medici permanenti, inseriti sulla tabella di permanenza, può richiedere una regolazione forfettaria e una sanzione, definita da ciascun AR nel contesto delle specifiche del Permanenza della cura.

Il pagamento della remunerazione della sanzione è fornito dal Fondo di assicurazione sanitaria Dulleu del medico sulla trasmissione, da lui, un documento di sintesi che specifichi in particolare il settore e i periodi (date e Orari) coperti, accompagnati dall’indicizzo e da un certificato firmato per partecipare alla permanenza.

Aumenti specifici degli atti effettuati

Medici, sul consiglio di amministrazione della permanenza e che intervengono su richiesta del regolamento medico, può aumentare le tariffe della visita alla casa o alla consultazione del paziente al Gabinetto degli importi previsti dall’allegato I. La Convenzione nazionale organizza il rapporto I medici liberali e l’assicurazione sanitaria si sono conclusi il 26 luglio 2011 e approvati colpulati il 22 settembre2011.

Dovrebbe essere più preciso per riferirsi alle tariffe definite nell’articolo 1 dell’allegato I alla suddetta convenzione, nella sezione della tabella intitolata “Tariffa di scopo degli investimenti di assistenza nel quadro”.

Come un modo eccezionale, questi aumenti specifici possono anche essere applicabili da un squilibrio che non sarebbe registrato sul Consiglio di permanenza ma quale sarebbe Appello sul medico normativo per sostituire il medico permanente non disponibile.

in tutte le altre situazioni (ad esempio. : Intervento da parte di un medico con i suoi pazienti) e in tutti i casi in cui non vi è alcuna regolamentazione preliminare dal Samu o da un call center interconnesso con il Samu, il medico coinvolto durante le ore di permanenza (di notte da 20 ore a 8 ore, domenica e giorni festivi) non ha diritto a questi aumenti specifici.

c. Regime di esenzione della remunerazione per la permanenza della cura

La remunerazione raccolta sotto la permanenza di assistenza effettuata in applicazione dell’articolo L. 6314-1 del codice sanitario pubblico da parte dei medici o delle loro sostituzioni stabilite in un’area definita Nell’applicazione dell’articolo L. 162-47 del codice di previdenza sociale è esente dall’imposta sul reddito ai desoli di altezza giorni permanenti all’anno (articolo 151 ter della CGI).

per la categoria di benefici non commerciali , questa esenzione riguarda:

– medici liberali installati in un’area di deficit urbana o rurale in offerte;

– la remunerazione della penalità e gli incrementi specifici degli atti, in un limite di 60 giorni di permanenza all’anno.

La remunerazione delle sovvenzioni e gli aumenti specifici della permanenza delle cure pure Esonerato non sono inclusi nella base di calcolo della deduzione speciale del Gruppo III e della deduzione supplementare del 3% applicabile al settore I. Medici. D’altra parte, l’esenzione è irrilevante per l’atteggiamento del rappresentante del 2% di talungazione di determinati accuse professionali.

Solo i praticanti che hanno partecipato personalmente alla permanenza delle cure possono essere ammessi a questa esenzione.

È accettato che i medici normativi partecipano alla permanenza. Assistenza come definita nel codice di Salute pubblica. La remunerazione che può essere esentata, ai sensi dell’art. 151 ter del CGI, sono regolarmente pagate dal Fondo di assicurazione sanitaria sotto il precedente regime di permanenza. Questo è il caso delle somme raccolte dai medici regolamentari. Pertanto, le remunerazioni raccolte dai regolatori di regolamentazione che partecipano alle guardie mediche normative possono essere esenti dall’imposta sul reddito, nelle condizioni e nei limiti stabiliti. Articolo 151 Il codice fiscale generale (RM MALLOT n ° 109406, JO come 23 agosto 2011, p.9106).

Condizioni Tenendo il professionista e l’esercizio di permanenza Installazione dei luoghi di interesse

a beneficio Dall’esenzione, i medici liberali devono essere installati in un deficit di deficit urbano o rurale deformati definiti dagli incarichi sanitari regionali.

a. Definizione di aree urbane e rurali Defareting

Le aree urbane o quelle rurali di assistenza sono definite da missioni sanitarie (articolo L. 162-47 del codice di previdenza sociale).

La decisione di La missione sanitaria regionale che fermando le aree di deficit è pubblicata Atti amministrativi regionali Auciil. La definizione di queste aree è rivisabile in qualsiasi momento.

L’elenco dei comuni interessati alla data di pubblicazione di questa interruzione dello sforzo sul sito web del Ministero della Salute.

b. Registrazione sulla tabella permanente di un settore di un settore, tra cui almeno una in linea di principio, in linea di principio, in questione solo dall’attuazione dell’esenzione dei medici CGI installata in aree deficit e partecipazione alla permanenza delle cure in queste stesse aree, essendo specificato che il Luogo di pratica di un medico (articolo R. 4127-5 del codice di sanità pubblica) è:

– quello della residenza professionale sotto il quale è inserito sul consiglio di amministrazione dell’ordine dipartimentale dei medici;

– o quello di un armadio secondario , Aperto all’autorizzazione dal Consiglio Autartabile alla responsabilità di cui l’esercizio è previsto.

Tuttavia, per l’applicazione delle disposizioni del 151 TER Articolo del CGI, è ammesso, in particolare beneficiare del sistema i medici della Deplay Associations La condizione di cura, che la condizione di esercizio in una zona di deficit è completata quando il settore per il quale il medico è inserito nella tabella di permanenza comprende almeno una zona tabath o rurale come definito in IA § 40.

È quindi all’altezza del medico giustificare, da un lato, della sua registrazione sul dipinto della cura e, d’altra parte, della presenza di almeno un comune, o qualora applicabile parte di un comune (quartiere, arrondissement, località), in un’area urbana o rurale di assistenza nel settore per il quale è stabilita questa tabella.

Nota: senza pregiudizio della situazione di cui sopra 2 § 80. In questo caso, L’esenzione si applica per il medico sostitutivo tenendo conto dell’area coperta dalla tabella sul quale viene inserita la permanenza non disponibile.

Non è necessario che la permanenza sia assicurata in un’area deficit di manutenzione durante tutto l’anno . In caso di mossa, un cambio di tabella zona o permanenza, la remunerazione ricevuta nell’ambito del periodo di permanenza di assistenza nel disavanzo zonewood o rurale deve essere esonerato nelle condizioni indicate di seguito.

Ambito di applicazione del Esenzione

I medici liberali registrati sulla tabella di cura della permanenza di un’area compreso un comune in un settore rurale o deficit non dovrebbero comprendere nei loro ricavi fiscali del reddito imponibile. Rendimento nella categoria di profitti non commerciali retribuzioni il soggetto dei soggetti e le riunioni di cura sopra specifiche, fino a 60 giorni di permanenza all’anno.

Queste remunerazione e aumenti devono essere raccolti. Titolo personale

I ricavi quindi esonerato non sono presi in considerazione per la determinazione del gruppo di detrazione speciale III e la detrazione supplementare del 3% applicabile ai medici congressi (setta ur I).

a. Ricavi estesi

1 ° Remunerazione dei soggetti e aumenti specifici per la permanenza del compenso

che possono essere esenti sono quelli regolarmente pagati a questo titolo la malattia del fondo di assicurazione e definito nel secondo sezione del titolo I, nel contesto del vecchio, sia nel contesto del nuovo piano di permanenza di assistenza (cf.ib § 50).

Si specifica che gli altri atti addebitati ai pazienti durante il Visita a domicilio o la consultazione (visita o consultazione, atti tecnici, …) Non rientrando nel campo dell’esenzione.

2 ° calcolo dei sessanta giorni

per determinare il Limite di 60 giorni di permanenza all’anno, un giorno di permanenza corrisponde a uno dei periodi di titolo menzionati in Ib § 50.

tuttavia, tuttavia, nel quadro del nuovo piano di permanenza della cura, la realizzazione di twosetrexs durante la stessa notte di permanenza (20 ore a 0 eu Res e 0 ore a 8 ore) viene mantenuta per un solo giorno di permanenza.

Esempio: un medico ha assicurato la permanenza durante 3 inizi della notte (periodo da 20 ore a 0 ore), 5 notti complete (Periodi da 20 ore a 0 ore e 0 ore alle 8 in punto) e 2 domeniche.

ha quindi effettuato 10 giorni di permanenza per l’implementazione di questa esenzione, i 5 nuits completi rappresentativi di 5 giorni di permanenza quando anche due periodi di overflow pagato.

In caso di superamento di un anno di calendario del limite di 60 giorni di permanenza, appartiene al medico di distribuire, sotto la sua responsabilità, i giorni della permanenza assicurati tra quelli che desidera includere nel conteggio di 60 giorni per l’applicazione dell’esenzione e vuole escludere da questo conteggio. Quindi distribuisce liberamente i remunerazioni percepiti per queste permanenza tra quelli attaccati al periodo esenti e quelli che superano la soglia.

Come semplificazione, sarà accettato che, nell’ipotesi di un cestelimite superi., Il La parte della remunerazione esente per la permanenza di assistenza è calcolata in modo fisso applicando alle importi completi raccolti durante il prossimo anno di calendario:

sessanta / numero di giorni di permanenza

Esempio: tra il 25 febbraio e il 31 dicembre N, un medico assicurato il lasso di cure durante i 70 notti (periodo da 20 ore a 0 ore) in un’area deficit. Cura, come definito dalla missione regionale della salute. Ha creato 160 visite domiciliche interne 160.

Per ipotesi, la tariffa forfettaria per il periodo da 20 ore a 0 ore è fissata, dall’Ars dell’Area Deficit in cura. Preoccupato, a 50 €. Inoltre, l’aumento specifico dell’articolo 1 dell’allegato I della convenzione del 26 luglio 2011 (cf.IB-2 § 80) è fissato a € 46 per il periodo 20 ore – 0 ore, in caso di visita.

Ha percepito come risultato della seguente retribuzione per: 70 x 50 = 3.500 €.

ha ricevuto aumenti specifici per: 160 x 46 = 7 360 €.

Lasciare un totale di: 7 360 + 3.500 = 10 860 €.

La quota di remunerazione della permanenza esente può essere calcolata:

10 860 x 60/70 = 9 308 €

Se gli desidera, il medico può optare per il metodo dell’associazione e delle esenzioni effettivi sono effettivamente ricevuti in ciascuno dei giorni di permanenza compiuta scegliendo i giorni esenti per il calcolo dei sessanta giorni.

Dai dati dell’esempio precedente, si presume che la remunerazione percepita sia fondamentale come segue:

Esempio di distribuzione della remunerazione raccolta

60 Permanenze con almeno una visita a casa per ciascuna (160 in totale)

10 Permanenze senza spostamento o consultazione


corrispondente remunerazione

(60×50) + (160×46) = 10 360 €

10×50 = 500 €

Totale

10 860 €

La quota di remunerazione esente è 10 360 €.

b. Modalità di applicazione

1 ° A Esenzione personale

Solo i praticanti che hanno partecipato personalmente alla permanenza delle cure possono essere di questa esenzione.

Esercizio in associazione (Associazioni di permanenza di cure) o società (corporazioni professionali, …), nella misura in cui i medici partecipanti sono imposti a loro favore all’imposta sul reddito, non impedisce l’applicazione della “esonerazione”.

. I medici imposti su salari e stipendi che partecipano alla cura della cura elencati nell’articolo L. 6314-1 del codice sanitario pubblico beneficiano anche dell’esenzione. Articolo 151 ter del CGI per la remunerazione della permanenza della cura entro il limite previsto in questo articolo.

Tuttavia, la remunerazione della sussistenza e gli aumenti specifici per la permanenza devono essere individualizzati per ciascun professionista all’interno dell’associazione o della società r La determinazione della sua quota di profitti corrispondenti a tali diritti. Ogni medico ha partecipato alla permanenza di assistenza è imposto alla quota del risultato che ritorna a lui, meno remunerazione corrispondente alla permanenza fatta personalmente e che ha diritto all’esenzione.

2 ° -CUMULAZIONE del Detrazioni di esenzione e forfettaria specifiche per i medici congressi

I medici convenzionali che praticano commissioni convenzionali (settore I) e quirown del regime della dichiarazione controllata beneficiano di una deduzione speciale del Gruppo. III, funzione di entrate da tasse convenzionali (Boi-BNC-SECT-40). Inoltre, sono autorizzati a operare, sulla stessa piastra del Gruppo III, una detrazione complementare del 3% (Boi-BNC-sect-40 a II-A-1-B § 160 e 170).

I remunerazioni della sussistenza e gli incrementi specifici della permanenza delle cure non sono inclusi nella base per il calcolo di tali detrazioni quando sono esenti nelle condizioni previste da questa istruzione.

L’esenzione dalle remunerazioni della sussistenza e degli aumenti specifici per la depermanenza dell’assistenza è, tuttavia, senza influisce sulla base della riduzione del rappresentante del 2% delle spese di rappresentazione, ricezione, prospezione, regali professionali, Dereversi, lavanderia, piccolo spostamento (boi-bnc-sect-40 a II-A-1-A-1 § 120).

c. Procedure di reporting e di supporto

Per quanto riguarda gli obblighi dichiarativi, per i medici soggetti al regime di ladiazione controllato:

  • nel Evento di un esercizio individuale: l’ammontare dei ricavi esonerati ai sensi dell’articolo 151 del cgidot essere menzionato in “Varie da dedurre” sulla linea “la cui esenzione di permanenza dalla cura dei medici” del N ° 2035-B stampato ( CERFA n. 11178) (economico fiscale) allegato alla Dichiarazione di ricavi non commerciali e assimilati n ° 2035 (CERFA n ° 11 176);
  • In caso di esercizio nella società: la quota del risultato menzionato nella “distribuzione dei risultati tra gli associati” la dichiarazione di non- Il reddito commerciale e assimilato n ° 2035 (CERFA n. 11, 176) è ridotto dai ricavi esenti nell’ambito di questa misura.

per i medici Soum È presso lo speciale piano dichiarativo (“micro-BNC”), gli eserciti di entrate sono trincerati dalla quantità di entrate riportati sulla dichiarazione dei redditi n. N. 2042 (CERFA n. 10 330).

Stampato 2035 , 2035 -b e 2042 sono disponibili su www.impots.gouv.fr nella sezione “RICERCA FRESCIATA”.

In caso di controllo, il medico deve giustificare la realtà delle prestazioni permanenti. Atitia di una regola pratica, è ammesso che giustifica i periodi di penale effettuati dai documenti inviati al fondo di assicurazione sanitaria (cf.ib § 50).

res n ° 2010/12 23 marzo 2010 : Regime fiscale di contratti di aiuto reciproco tra doctorsgentens.

Domanda:

Le somme versate nel quadro dei contratti di mutua reciproco tra i praticanti generali sono-elseducibili dal profitto imponibile dei medici che pagano e tassabile nelle mani di coloro che li percepiscono?

Risposta:

I contratti di auto-aiuto conclusi tra i medici generali mirano a garantire ogni medico, quando ha fermato la sua attività per malattia o incidente, la percezione di un’indennità giornaliera pagata dagli altri membri. Per quanto riguarda i membri che pagano le indennità, queste somme non possono retrocessioni costrictive di commissioni o spese deducibili ai sensi dell’articolo 93 del CGI.

In effetti, costituisce retrocessioni di entrate o tasse le somme donate da un mese di una professione liberale, sulla propria iniziativa e nel quadro della missione affidata a lui dal suo cliente, a un collega, o a un confratello. L’altra persona che porta fuori un professionista complementare nella sua.

Pertanto, non può essere considerato come retroeching di tasse che gli importi che sono responsabilità di una disposizione del destinatario della retrocessione per conto della persona che si retrocesse le somme, Nel contesto di un’attività professionale.

In questo caso, il beneficiario avendo dovuto cessare la sua attività professionale per la malattia OUACTIVING, non è in grado di ottenere un vantaggio che può dare origine a tasse.

D’altra parte, sono deducibili dal profitto imponibile che le spese richieste dalla professione della professione ai sensi delle disposizioni di 1 articolo 93 del CGI. Citato e, in generale, quelli effettuati per l’acquisizione o la conservazione dell’ingranferica.

Sulla base di tali disposizioni, la detrazione delle somme versate nel contesto di un reciproco aiuto potrebbe essere rivendicata solo da La garanzia, in caso di malattia o incidente, per ottenere il pagamento del risarcimento da parte degli altri membri. Pertanto, le somme così versate per essere considerate come contributi di assicurazione pensionistica opzionali.

o, a norma delle disposizioni dell’articolo 154 bis del CGI, solo i contributi facoltativi versati nel quadro di un contratto di assicurazione del Gruppo, Soggetto a determinati limiti, da detrarre per la determinazione del profitto imponibile nella categoria di benefici non commerciali. Il contratto in questione non soddisfa le condizioni dell’assicurazione del Gruppo, le somme così pagate non possono essere ammesse nella detrazione ai sensi di tali disposizioni.

Di conseguenza, le somme versate come parte di un contratto di aiuto reciproco da parte di un esaminatore medico generale non possono essere deducibili spese di ricavi per la determinazione del risultato.

in ritorno, Le somme ricevute dai medici malati o incidenti, le cui percezioni sono nel contesto di un piano pensionistico opzionale i cui contributi non sono deducibili, non sono presi in considerazione per la determinazione del reddito. Professionale e, in un waygenerale, sono esclusi dal reddito Base fiscale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *