Il casinò esamina le opzioni strategiche in America Latina, il titolo che cade

(AOF) – Casino diminuisce dal 2,81% a 33,54 euro, dopo aver confermato di studiare varie opzioni strategiche in America Latina. Il distributore francese, che ha avviato un vasto piano di dismissioni patrimoniali da eliminare, indicato in una dichiarazione, che nel contesto di “La rivista permanente dei suoi investimenti”, le sue riflessioni non hanno comportato alcun elemento materiale che giustifica un annuncio al mercato . Una dichiarazione, che interviene seguendo la pubblicazione di articoli di stampa, riportando il nuovo annuncio di un funzionamento combinato delle sue attività all’interno di questa zona.

Il distributore elevando mentre il suo indebitamento rimane nel cuore di tutte le preoccupazioni. Eppure, il casinò continua il suo piano di dismissioni patrimoniali.

Ma queste cessioni di attività sono insufficienti per gli investitori e gli analisti, che rimangono preoccupati per flussi di cassa insufficienti.

caricamento …

>

È in questo contesto che Moody è degradato all’inizio di aprile la sua nota di credito sul casinò alla prospettiva negativa BA3. Più avanti nel mese, standard e povero (S IV ID ID &

P) ha anche abbassato la sua nota alla prospettiva bb-negativa.

nonostante il completamento del suo piano. Un’intianizia Trasferimento di 1,5 miliardi di euro, s & P stima che il distributore mantenga una leva elevata, mentre i suoi flussi di cassa rimangono penalizzati dal capitale circolante, dall’interesse e dai dividendi pagati.

La capacità del distributore di generare una crescita senza l’aiuto di cessioni di mura di deficit, che non è una soluzione duratura, rimane quindi un problema leader.

AOF – Per saperne di più

I punti salienti del valore

– uno dei primi quindici distributori del mondo;

– distributore di peso 37,8 miliardi € organizzato in 3 rami: Francia vendita al dettaglio sotto il Casinò Trarre, Monoprix, Franprix- LeaderPRICE e VINDEMIA per il 50% delle vendite, al dettaglio latino in America Latina per il 45% delle vendite con i segnali alimentari del Gruppo GPA , EXOCE, Grupo Disco Uruguay e Libertad America Latina (Brasile e Colombia) e, infine, e-commerce sotto il marchio Cdiscount;

caricamento …

– Strategia, in Francia , lo sviluppo dei marchi propri e le posizioni differenziate per ciascun marchio, nell’e-commerce, per migliorare i servizi con ecosistema specifico per il mercato, e, in America Latina, rifocalizzare l’attività intorno ad Uscita, quindi per aumentare le posizioni di leadership;

– Dynamic Real Estate Gestione, del valore di 3,6 miliardi di euro.

I punti deboli del valore

– Bassa valorizzazione del mercato azionario di beni immobiliari;

– La redditività insufficiente in Francia, la concorrenza concessa nel 2017;

– rischio competitivo a Parigi con il prossimo arrivo di Leclerc;

– Ascensore del debito, degradato da standard & poveri e degrado della necessità del capitale circolante alla fine del 2017, quindi dubita dei Capaci Gruppo TEE per riconnettersi con un flusso di cassa positivo.

caricamento …

Come seguire il valore

– Valore del rotolo;

– forte sensibilità alle crisi alimentari e al potere d’acquisto;

– Benefici per gli investimenti in logistica ed e-commerce;

– Speculazione su una vendita di monoprix o la controllata brasiliana Viavarejo in Amazon;

– Continuazione della crescita delle vendite registrata nel primo trimestre;

– Obiettivi 2018: aumento del reddito operativo corrente superiore al 10% e la copertura per autofinanziamento gratuito, previsto a € 1 miliardo, spese finanziarie e servizio di dividendo;

– Capitale bloccato, il rally della holding che tiene il 50% del capitale e del 61,3% dei diritti di voto.

Distribuzione generalista

La legge per il saldo delle relazioni commerciali nel settore agricolo e alimentare e un pranzo sano, sostenibile e accessibile (il cosiddetto “Legge” Equan “), ingresso Efficace nel gennaio 2019, include cambiamenti significativi per il settore. Infatti, supervisiona rigorosamente le promozioni dei distributori, sia in volume (25% per ogni categoria alimentare) di valore (34% dello sconto massimo). Gli attori devono quindi rivedere completamente la loro strategia promozionale. La legge è anche del 10% del PRS (soglia di rivendita per perdita) sui prodotti alimentari. A questa sfida regolamentare aggiunge un’altra sfida, che è relativa a un andamento del consumo di base: negozi specializzati su prodotti bio e prodotti freschi, a volte vive in diretta con i produttori, competono con formati downtown sviluppati. Dai giganti della distribuzione.I ristoranti e i servizi di consegna sono anche concorrenti più seri. Sebbene i Giants del distributore beneficiano di punti di forza legati alla loro dimensione e influenza nella catena di distribuzione, alcuni investitori temono che la loro dipendenza dagli ipermercati frega la trasformazione del loro modello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *