La Chiesa è interessata al francese di Brooklyn

Per gli ultimi cinque anni che ha officalmente alla parrocchia a Paul-St Agnès, padre Robert Powers ha visto i quartieri di Cobble Hill e Carroll Gardens cambiano. Le famiglie italo-americane che hanno fatto le belle ore delle numerose chiese cattoliche dell’angolo gradualmente hanno prodotto il posto verso il “bobos”, molto meno duro sulle panchine della Chiesa. Ma ha anche visto, per alcuni anni. Famiglie francesi Galleggiante, attratto, in particolare dalle scuole di francofono locali (PS58 e scuola internazionale di Brooklyn). “Ho dovuto preparare alcuni francesi che si sposeranno e pensavo che ci avesse davvero bisogno di provare. Aperto a questa nuova comunità”.

Il 28 giugno, alle 19:30, organizza nella chiesa di San Paolo (190 brevi) che è memoria di Brooklynitis la “prima massa in francese della parrocchia “. Padre Powers parla spagnolo (celebra una massa in spagnolo ogni domenica), ma non francese. Chiamò Padre Paul ANEL, l’Associazione Cattolica, l’Associazione Cattolica si stabilì a Brooklyn per quello che sarà “, dice,” una prova dell’attesa il francese “in materia.

Mentre menzioniamo con lui il tasso di pratica religioso molto basso del francese (il 4% va a massa ogni domenica, il 15%” regolarmente “), i poteri del padre vogliono essere modesti:” Se il 4% dei francesi Chi vive a Brooklyn viene a questa Messa, sarò deliziato! “Quando l’unica chiesa cattolica della francofona di Manhattan, St Vincent de Paul lotta per la sua sopravvivenza dopo la decisione delle autorità cattoliche di chiuderlo, i suoi poteri di padre assicurano che il suo L’iniziativa è indipendente. “Non è vincolato, soprattutto perché è una diocesi diversa, New York. Dipendiamo da quello di Brooklyn “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *