La stima finanziaria D Un consulente

Durante la creazione di un’azienda da parte di un consulente indipendente, non è comune creare un piano aziendale per banche o investitori Poiché questa creazione non richiede molto capitale. Al contrario, è più comune creare il proprio piano aziendale per se stessi, per “pilotare” la sua azienda, definire le caratteristiche e gli obiettivi da raggiungere … lo consentirà di prendere le giuste decisioni (stato legale, sistema fiscale …), sulla base delle analisi effettuate in parte finanziaria del piano aziendale. Esistono diversi criteri sui quali dovrebbero essere esaminati un consulente per raggiungere la parte finanziaria del suo piano aziendale: prezzi, tariffe / orari / orari, tariffe fedeltà, tassazione, IVA, Fatturato …

Tutto quello che devi prevedere nella stima finanziaria di un consulente

Un consulente può scegliere di essere indipendente ma può anche scegliere di configurare nel mercato con un franchising. Questo è il motivo per cui la tassa d’ingresso deve essere modellata nelle previsioni. Inoltre, deve preparare una forte strategia di comunicazione per la sua attività per essere fruttuosa. Pertanto, può creare un sito web il cui budget deve essere pensato in anticipo, gli annunci pubblicitari o la gestione dei social network possono integrarsi con la strategia di comunicazione. Oppure può fornire un veicolo funzionale (acquisto, noleggio, in leasing …) per spostarsi dai propri clienti per esercitare le sue missioni. Il consulente deve anche calcolare gli affitti immobiliari di un possibile ufficio. Non dovrebbe dimenticare i costi associati alla sua assicurazione professionale, le accuse bancarie del suo conto professionale, o quelle relative al suo ragioniere.

Per avere successo le vostre previsioni finanziarie, qui ci sono 6 trucchi che ci consigliamo: https://www.my-business-plan.fr/previsionnel-financier-astuces1

Fornisci il fatturato di un consulente

uno dei criteri più importanti per realizzare la previsione finanziaria per un piano aziendale è il fatturato che La società genererà. Per questo, il consulente deve soffermarsi su due elementi principali: i ricavi relativi alle missioni che apporterà e le spese relative a tali remunerazioni e l’imposizione di questi benefici di cui dovrà pagare.
per un consulente Chi costruisce la sua attività, non è raro sapere in anticipo le missioni che dovrà fare nei prossimi mesi. La maggior parte delle volte, riceve proposte che accetterà o meno. Quindi avrà una chiara idea del suo reddito potenziale. Tuttavia, queste previsioni non possono superare un certo periodo, oltre a cui è molto difficile determinare il fatturato. È quindi utile prevedere il fatturato di un consulente nei primi mesi dopo la creazione della sua attività.

Imposta il prezzo dei suoi servizi

Un’altra grande sfida per il consulente è definire il prezzo delle missioni che lo farà. Questo prezzo deve rappresentare un terreno di mezzo tra essere troppo costoso, (che non darebbe il desiderio di venire i clienti di venire da te) e non è piuttosto costoso (che avrebbe danneggiato la tua credibilità). Una soluzione potrebbe essere quella di costruire sui concorrenti, per stimare i prezzi utilizzati nel proprio mercato. Dobbiamo tenere presente che questi ricavi devono sempre essere maggiori delle tue accuse.

Per il prezzo della tariffa oraria, può essere differenziato in base alle diverse attività che si eseguono e il valore aggiunto che produci. Quando il tuo valore aggiunto è grande, puoi aumentare il prezzo della tua tariffa oraria. Questo può anche evolversi nei prossimi anni, dal momento che avrai acquisito esperienza e nuove abilità grazie alle varie missioni che hai realizzato con i tuoi numerosi clienti. Sarai in grado di aumentare la tua tariffa oraria, che ti permetterà di fare più margine. La tariffa oraria determinerà il tuo posizionamento e ti consentirà di indirizzare una particolare base di clienti.

Determina la sua tassa di registrazione, i contributi sociali e l’IVA in base al suo stato legale

Il consulente indipendente deve anche confrontare il vario stato legale per definire colui che gli consentirà di sfruttare al meglio uscite di denaro grazie al suo reddito. Ciò riguarda ovviamente il tasso dei suoi contributi sociali, le sue tasse … può essere soggetto a tasse sul reddito o tassa societaria (tassazione sui benefici) in base al suo stato. Dovrà scegliere nelle sue previsioni finanziarie la decisione più vantaggiosa.

D’altra parte, il consulente può anche determinare in anticipo il tasso IVA dovrà pagare.In particolare, può scegliere i termini di pagamento dell’IVA allo stato, vale a dire mensilmente, trimestrale o annualmente. Nel caso in cui i risultati annuali non superino quello di una micro dieta, il consulente può rivolgersi a un franchising basato su IVA. Questo tasso dovrebbe essere indicato nella tabella del flusso del Tesoro del piano aziendale

un consulente indipendente ha la scelta tra un’impresa Mirco-Enterprise, un personale (o EIR) o una società Unipersonale (EURL o SASU). Un’altra alternativa sarebbe il salario salariale che consentirebbe che sia rappresentato da uno schema generale e contribuire per l’assicurazione di disoccupazione. Non dobbiamo trascurare il fatto che un’azienda deve anche avere contributi di terra dall’anno contabile del secondo anno.

Se si desidera calcolare la tariffa fiscale, non esitare a consultare questo foglio pratico: https://www.my-business-plan.fr/tva-business-plan

Le spese relative al viaggio Al Cliente

Nella maggior parte dei casi, il consulente deve passare ai propri clienti per realizzare le sue missioni (altrimenti può scegliere di lavorare da remoto). Se spesso deve muoversi, deve tenere conto di questo parametro nella sua disposizione. Queste spese di viaggio devono essere calcolate a monte nel suo complesso (trasporto, alloggio, alimentazione …). Queste tasse devono essere presentate nelle stime anche se si prevede di farti rimborsare dal cliente.

Fornisci il margine lordo della propria azienda

Come consulente, è possibile delegare o esternalizzare alcune missioni inferiori. Se ci vuole una parte significativa della tua attività, il tuo margine lordo sarà meno importante. È utile fornire le vostre stime finanziarie le missioni che tu esternalizza e coloro che realizzerai per calcolare il margine lordo della tua azienda.

Fornisci la sua conversione del client e la frequenza fedeltà

Durante la creazione di una nuova attività, è importante determinare se l’offerta proposta sia adattata alla domanda del mercato. Devi quindi determinare il tasso di conversione del cliente e vedere se il tuo posizionamento, i tuoi prezzi e i tuoi servizi sono adatti. Se questo non è il caso, sarai in grado di mettere in discussione te stesso e modificare la tua offerta e la tua attività. Quando indici questo tasso nelle tue previsioni finanziarie, non dovresti essere troppo ottimista (né troppo pessimista) per il banchiere a cui il tuo piano aziendale è per la fiducia. Il tasso di conversione del cliente di un’azienda aumenta generalmente con l’acquisizione dell’esperienza.

Per quanto riguarda il tasso di fedeltà del cliente, questi sono clienti che sono per lo più soddisfatti dei tuoi servizi e firmano nuovamente le missioni (su un intervallo di tempo che può Traduci per anni). Puoi scegliere di sviluppare questo tasso per rendere i tuoi clienti vogliono tornare da te e generare più entrate (che possono potenzialmente permetterti di spendere meno denaro nella strategia di marketing rispetto ad acquisire costantemente nuovi clienti). In questo caso, potresti migliorare significativamente la tua redditività, ma è meglio confrontare i diversi metodi per vedere cosa si adatta meglio alla tua attività.

Stabilisci le stime più importanti

in È necessario preparare la fornitura del piano aziendale di un consulente, devono essere preparati diversi tavoli finanziari. Alcuni sono più utili di altri: incluso il conto economico stimato e la tavola di flusso stimata. Il primo consentirà al consulente di verificare la redditività della sua azienda e valutare la sua remunerazione. Per quanto riguarda il secondo, sarà in grado di calcolare il potenziale saldo in contanti dell’azienda per ogni mese. È questa tabella che ti aiuterà a valutare il pagamento delle tasse, dei contributi sociali, della remunerazione … Per quanto riguarda il record di previsione di una società, deve sempre essere fatto in un piano aziendale ma non è così utile per un consulente attività.

Per aiutarti a realizzare il tuo account di stima, leggere questo articolo: https://www.my-business-plan.fr/compte-resultat

conclusione

In conclusione, a Raggiungere la fornitura finanziaria di un consulente, dobbiamo guardare diversi aspetti della sua attività. Ci sono scelte significative che devono essere prese: State legali, strategie di marketing e comunicazione, prezzi delle missioni … Ma dobbiamo anche calcolare a monte alcuni personaggi importanti da una società come vendite, accuse e fresche da prevedere, il margine lordo, Le diverse tassi applicate alla sua azienda (IVA, contributi sociali, oneri, conversione dei clienti, fedeltà …).Le previsioni finanziarie sono fatte attraverso stime diverse che possono aiutare a proiettare se stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *