La Vergine Maria a Lutero e Calvin

I protestanti vedono in devozione a Maria di Idolatria, ma l’approccio protestante della Vergine Maria è diversificato. Per Martin Lutero, è ovvio che Maria è con Dio, nella comunione dei santi, scrive l’Abate Alain René Arbez in questo articolo.

L’approccio protestante della Vergine Maria è diversificato, problema. Posizioni dei riformatori. Sorprendentemente, non sempre corrispondono a ciò che immaginiamo!

Allora, Martin Lutero che aveva preso posizione giustamente contro i deviazioni pietissime verso la Vergine Maria, scrive lo stesso, dopo di che teneva tre celebrazioni di Marina ” che i pastori non creano litigi a causa delle vacanze. Lascia che tutti lasciano la libertà di celebrare quelli desiderati dai suoi parrocchiani. Rispettono prima di tutto la domenica, la festa dell’Annunciazione, della Visitazione, della purificazione, della festa di St Jean Baptiste, San Michele, quello degli Apostoli e Marie-Madeleina “(WA 26.22.)

80 Predicazioni sulla Vergine Maria

Martin Luther pronunce 80 predicazioni sulla Vergine Maria.

Lo cita spesso nei suoi scritti, anche se la sua preoccupazione del riformatore lo porta a distanze con certe pratiche cattoliche.

Visibilmente Luther ha ridisegnato il ruolo di Maria secondo Christology1. Infatti, Maria non ha alcuna funzione di risparmio in se stessa, è associato all’azione redentrice di suo figlio.

verginità perpetua

Luterofende la verginità perpetua di Marie, nel senso che lei è un segno dell’incarnazione del verbo divino. In esso riflette il mistero delle due nature di Cristo. Ma lei è la Vergine Maria che in termini di salvezza raggiunta da Cristo.

Il tema della maternità di Maria è significativo per Lutero. Grazie a lei, Cristo è nato davvero uomo, ma senza peccato.

Ritiene che la Vergine sia lo strumento dello Spirito Santo, il suo tempio. Ritiene che ci sia somiglianza tra il destino di Maria e quello della Chiesa.

La dignità di Maria è essenzialmente manifestata nella sua umiltà.

Marie è la Madre della Chiesa della Madre di cui è la più eminente, e anche madre di ogni membro della Chiesa.

Lode a Marie

Per Lutero, è ovvio che Maria è con Dio, nella comunione dei santi. Secondo il riformatore, Marie è la regina a causa delle sue condizioni del servo umile.

Lutero ritiene che ogni lode di Maria porta alla lode di Dio, e non condanna l’invocazione dei santi perché loro. Sono L’alieno vivo esempio della misericordia di Dio.

Questo approccio mariano luther sarà confermato dal protestante Philippe Melanchton nelle sue scuse della Confessione di Augsburg. Melanchton ricorda l’orientamento cristologico necessario della pietà mariana. Lutero ricorda che “la Vergine Maria non cantava il suo magnifico solo per se stessa, ma anche per tutti noi, per addestrarlo a cantarlo dopo”. Quindi afferma la posizione luterana. Che un protestante esprime con la gioia nella sua fede il posto che il credo attribuisce a Maria. Loda Dio per quello che ha dato a Maria per essere e da fare.

Inoltre, non disprezza colui che associa il nome di Maria con quello del Signore nel suo ringraziamento. Perché usa le stesse parole dell’angelo durante l’Annunciazione, la benedizione del suo cugino durante la visita, e di nuovo di quella del vecchio Symeon durante la presentazione al tempio.

La preghiera di “I Saluto Mary “è composto con precisione delle parole bibliche dell’angelo dell’Annunciazione e della benedizione di Elisabeth durante la visita.

Critica recente

Pastor Albert Greine sottolinea che gli atteggiamenti critici dei media protestanti, per quanto riguarda le pratiche cattoliche e ortodosse su Marie, sono relativamente recenti.

Il primo risale solo nel XVIII secolo. Si sviluppano nel 19 in risposta alle posizioni sposate della Chiesa cattolica. Secondo il Calvin aggiunge, la Vergine Maria è “Tesoriere della grazia”. Per il riformatore Genevano, “Dobbiamo guardare Mary, no per fermarci, né renderlo un idolo, ma per questo, per i suoi mezzi, siamo portati a nostro Signore Gesù Cristo, perché è qui che ritorna Stati Uniti! “

Vaticano II e la Vergine Maria

La Chiesa cattolica da quando il Vaticano II ha ridefinito il significato delle devozioni in relazione all’essenziale che è Cristo, solo un pastore del suo Chiesa.

In un modo abbastanza chiaro, Papa Paolo VI dichiarò nel 1974: “La volontà della Chiesa cattolica – senza negare il personaggio corretto di venerazione mariana – è da evitare con rigore qualsiasi esagerazione che potrebbe indurre in errore altri fratelli cristiani sulla sua dottrina autentica “.

Abate Alain René Arbez

1 Parte della teologia relativa a Gesù Cristo la sua persona, il suo lavoro e le verità rivelate dal suo insegnamento.

foto APR DDP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *