Le nuove tecniche del censimento rilasciano il pesce delle reti

I ricercatori hanno impostato uno strumento (EDNA) che consente studiare la popolazione di un ambiente acquatico. Questa è la conclusione di uno studio condotto da ecologia e in evoluzione della biologia dell’Università americana Cornell, pubblicata il 14 luglio 2017 in metodi in ecologia ed evoluzione. Cosa dare agli scienziati Strumenti di gestione migliori per sradicare le specie invasive o al contrario salvaguardando altri in via di estinzione.

Un gruppo di ricercatori francesi è stato il primo a svolgere gli inventari della biodiversità da Adne. A differenza dei ricercatori americani, questa squadra evidenzia uno studio di “brevi frammenti” genomi mitocondriali piuttosto che uno studio di mitogenoma completo. Lavorare su “brevi frammenti” consente di aumentare le possibilità di rilevare tutte le specie. Ciò diminuisce la risoluzione di identificazione, ma la stragrande maggioranza delle specie è rilevata e ben identificata, mentre in alcuni casi l’identificazione si ferma come e non alla specie, spiega Raphaël Civata, ingegnere degli studi nell’ecologia molecolare e autore di una tesi sull’argomento . Inoltre, “è importante chiedere il costo di tali analisi. Lavorare a completi genomi mitocondriali è molto più costoso dei” brevi frammenti “. Pertanto, la questione di una vera applicazione che sarebbe economicamente praticabile per le istituzioni e gli uffici di progettazione , che già lavora in un settore economicamente complicato “, dice.

pesci rilasciati dalle reti

Questi campioni di frammenti del DNA accompagnati da una reazione a catena polimerasi (PCR) lo rende possibile Duplicare in grandi numeri una sequenza di DNA da una quantità molto piccola. Civade Raphaël spiega “L’acqua è” il nemico “della polizia scientifica, perché accelera il degrado del DNA oltre a portare gli inibitori di PCR. Ciò che è importante dire è che questo nuovo metodo ti consente di monitorare i nostri ecosistemi acquatici senza disturbarli ( Nessuna cattura di animali e il campione non è vettori di malattie perché solo il materiale sterile tocca l’acqua). “

Come sta andando lo studio? Prima di tutto, un piccolo campione dal corso d’acqua, il lago o il fiume studiato è preso. “I pesci hanno milioni di cellule e quando nuotano, lasciano dietro di loro. Usiamo il genoma mitocondriale di queste cellule per seguire il pesce”, ha detto Kristy Deiner, un ricercatore post-dottorato della Cornell University e co-autore dello studio . Mentre il metodo era molto controverso – molti biologi interrogano la qualità dei campioni del DNA che potrebbero essere degradati in una grande quantità di acqua – questo studio si rivelerebbe opposto alla sua affidabilità. Anche in acqua corrente, i grandi fili di DNA rimangono intatti.

Metodi simili a quelli utilizzati sulle scene del crimine

“Ci stiamo avvicinando a ciò che gli scienziati legali fanno in una scena del crimine ogni Giorno. Non sono interessati a se gli esseri umani fossero presenti su una scena del crimine, cercano di sapere chi sono gli esseri umani che erano presenti sulla scena del crimine “ha detto David Lodge, il principale autore dello studio. Ad esempio, le carpe asiatiche sono una specie invasiva nel canale di Chicago. Con le versioni precedenti dello strumento, era già possibile dedurre “Sì, c’è una carpa asiatica qui, ma lo strumento è stato migliorato e ora consente di dire un po ‘di più. È quasi possibile conoscere il numero di pesci in base alle differenze genetiche tra individui e potenzialmente anche la loro fonte.

Grazie a questo strumento tecnologico, i ricercatori possono giudicare una situazione e considerare soluzioni. Adattato. “Se attraversiamo un periodo di invasione e che le soluzioni sono pianificate rapidamente, è possibile sradicare la popolazione e di fermare l’invasione”, ha concluso Kristy Deiner.

L’attenzione è messa in specie invasive, ma il ADNE consente inoltre di rilevare meglio e identificare meglio le popolazioni di specie rare e / o minacciate. Ad esempio, il grembiule del Rodano, una specie di pesci tra le quattro specie del territorio minacciata seriamente minacciata dall’estinzione, è stata rilevata grazie a questo strumento. Le indagini complementari sono state condotte con metodi di cattura specifici per Grembiule e hanno catturato un individuo.

Raphaël Civade Nuance, tuttavia, nel conclusivo: “ADNE è uno strumento meno costoso ed efficiente rispetto agli strumenti tradizionali (riempitivi e pesca elettriche), ma non fornisce le stesse informazioni. Infatti, adne è notevole Avanzamento per l’ecologia, ma non significa che sostituirà altri metodi di inventario. Inoltre affronta l’accettazione dell’innovazione da parte degli sponsor incaricati del monitoraggio e controllo degli ecosistemi. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *