L’invenzione della canna (1313)

canon Il cannone come sappiamo che è stata un’invenzione sviluppata in Europa nel 1313 da Berthold Schwarz (a Monaco tedesco), tre secoli dopo l’invenzione della polvere da parte dei cinesi. Più tardi, un certo Bonaparte avrà l’audacia di sfruttare il barile come una forza mobile per sostenere gli attacchi di fanteria e farà uno dei suoi capolavori nella sua conquista dell’Europa.

L’invenzione del cannone

Le prime pistole usate a polvere per tirare i blocchi di pietra o metallo. Fino al diciannovesimo secolo, erano tubi metallici lisci caricati dalla testa del cilindro (secoli Xive-quindici), poi dalla bocca, appuntiti manualmente!; Il calo è stato assorbito dal movimento posteriore del look. I moderni cannoni, caricati dalla testata del cilindro (sul retro della canna), sono costituiti da un tubo di acciaio forgiato a strisce, vale a dire con le scanalature dell’elica per dare al proiettile un movimento rotatorio che migliora la precisione e la portata. La lookout è dotata di meccanismi di assorbimento di rinculo e posizione di ripresa. I dispositivi di elevazione e spostamento consentono un punteggio manuale o elettrico, o talvolta completamente automatico, con il monitoraggio e la continuazione degli obiettivi radar.

campagna canon munizioni include gusci esplosivi, Conchiglie anti-serbatoio, fumo, illuminamento o segnale, conchiglie contenenti agenti chimici e conchiglie di testa nucleare. Le pistole possono anche tirare i proiettili con brochure di propaganda o fornire medicinali vitali con truppe isolate. Altre munizioni sono utilizzate per far cadere le miniere anticar o antipersonnel.

sul campo di battaglia

Nel XVIII secolo, l’ingegnere francese Gribeauval ha inserito un sistema completo di artiglieria mobile e potente, prodotta in Serie standardizzata (1765), che ha contribuito notevolmente alle vittorie della rivoluzione e dall’impero. L’artiglieria, “Queen of Battles”, poi prese un posto preponderante negli eserciti. Implementazione in batterie di diverse pistole, è stato usato per distruggere i corsi di attacco del nemico o per interrompere la difesa opposta prima di attaccare.

Fino al diciannovesimo secolo, il cannone si evolve poco, nonostante alcuni sforzi per migliorare la portata, Precisione e effetto distruttivo di questa arma. La polvere nera limita i miglioramenti perché fa falsare i meccanismi. Nel 1884, il chimico francese Paul Vecchio sviluppa la polvere senza fumo. Questo è l’inizio di una nuova era nella storia dell armamento e della guerra: il fumo spesso che copriva il campo di battaglia scompare quasi. Inoltre, l’uso di esplosivi basati sull’acido passante nel caricamento dell’obusa declare la loro efficacia. Alla fine del diciannovesimo secolo, i cannonieri francesi sviluppano il bariletto della campagna da 75 mm, il primo rapido tiro e risolvono il problema del rinculo durante l’esplosione della carica propulsiva grazie ad un freno idropneumatico.

Durante La prima guerra mondiale, devastante gli incendi di artiglieria vietava a ciascun campo alla manovra, costringendo a consegnare una guerra di trincea. La soluzione era il serbatoio di assalto, chiamato primo Assault Canon (1917). La seconda guerra mondiale ha visto il ritorno alla manovra, implementando migliaia di carri armati e veicoli di trasporto truppe. L’artiglieria non ha svolto un ruolo decisivo, in particolare sul fronte russo.

per andare ulteriormente

– Canoni e uomini – una storia dell’artiglieria francese. Lavauzelle, 2011.

– Le 1001 invenzioni che hanno cambiato il mondo di Jack Challanker. Flammarione, 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *