Lo chef di un ristorante parigino vince Masterchef in Brasile

Rafael Gomes, co-proprietario D ‘Itacoa (Parigi II) con il Rugbyman Casey Laulala, è uscito vincitore di un orologio culinario culinario per leader brasiliani.

di Alice Bosio

Pubblicato il 07/01/2019 17:01

Rafael Gomes è il grande vincitore dopo due mesi di eventi. 14 I capi erano in competizione.'épreuves. 14 chefs étaient en compétition. Rafael Gomes è il grande vincitore dopo due mesi di prove. 14 capi erano in competizione. Band

La sua pão de queijo – Pantaloni di formaggio a forma di farina di tapioca – gestire gli appassionati, che si affrettano nel suo caldo ristorante Saint-Denis Street (IIe) . Lo chef brasiliano Rafael Gomes, che ha inaugurato Itacoa la scorsa primavera, ha appena vinto il Culinary Culinary Telembothef Professional Brazil 2018, l’equivalente del nostro più alto chef. La carioca è diventata 80.000 registrati, 26 selezionati e 14 leader concorrenti. Dopo due mesi del test, ha vinto con un menu “senza frontiere”, durante una trasmissione finale l’11 dicembre di fronte a milioni di spettatori sulla banda della catena brasiliana. Foglie con 200.000 Reais (circa 47.000 €) e una cucina attrezzata da Tramontina.

Rafael Gomes aveva lasciato il Brasile molto giovane per lavorare in tutto il mondo, prima di raccogliere le borse a Parigi ci sono quasi quattro anni . Aveva avuto da poche opportunità di andare nel suo paese natale. “È stata una vera sfida tornare nel mio paese in cui non ero assolutamente noto per affrontarmi ai leader che ha già avuto il loro pubblico” Dettagli il vincitore.

questo. Il contenuto non lo è accessibile.
Per accedervi, clicca qui

Un tributo al suo Brasile Natal

ITACOA (Paris II). ITACOA (Paris II). Edouard Nguyen

A 34 anni, il capo globo-trotter è cresciuto principalmente negli Stati Uniti (Gramercy Tavern, Eleven Madison Park) prima di inghiottire in Alaska, Asia e America Latina. Poi si è unito allo chef Argentin Mauro Colagraco, due stelle a Mirazur (Menton). Quest’ultimo, dopo averlo fatto funzionare nella sua brigata per alcuni anni, affiderlo nel 2015 le cucine del grande cuore (Parigi Ive). Ristorante Dove rimarrà fino ad oggi Itacoa con il suo associato Casey Laulala, il giocatore di rugby della Nuova Zelanda, l’ex corse.

Itacoa è aperto al brunch (spremuta di frutta a freddo, caffè specializzato, caffè specializzato, muesli), a Pranzo e cena (vini naturalini), con ricette sane, stagione, che mescolano le influenze (trota affumicata della banca, piccolo spelling di Haute-Provence, ravanello giapponese, curry di Madras, Burrata da Puglia, Ginger …) e occhiali Auriverde ( Ciotola açai). È regolato, portato da un B.O. Di surfisti, su tavoli alti in un arredamento mista a lungo mescolato con ripiani vegetati, gabbia piena di frutta e verdura, e molto legno grezzo. Un piccolo pezzo di Brasile nel cuore della capitale.

Itacoa. 185 St. Denis Street (IIE). Tel.: 09 50 48 35 78. TLJ SF Dim. (DIN.), Mon. e Mar. Mappa: 20-40 €.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *