L’obesità Gluccides-Insulin Model

Questo nuovo modello di obesità è contrario al modello classico basato esclusivamente sulle calorie ingerite e spese. Avoca la riduzione dei carboidrati di scarsa qualità e dell’aumento dei lipidi di qualità.

L’approccio classico dell’obesità basato sull’energia ingerita e l’energia spesa è stata ripetutamente una domanda, con una sorta di “guerra nutriente”. Tra questi, il dibattito che ha infuriato per molto tempo è colui che sostiene una dieta a basso contenuto di carboidrati e ricco di grassi, invece del classico regime ipolipidico ricco di carboidrati. Dr. David S Lustig (Boston Children’s Hospival and Harvard Medical School), noto per le sue posizioni critiche per quanto riguarda i carboidrati, propone in Giama Medicina interna di questo modello Carboidrati-insulina dell’obesità. Rende i carboidrati, tramite insulina e soprattutto quando il carico glicemico è elevato, la causa principale del trigger dell’appetito e dello stoccaggio dei grassi in adipociti.

Raccomandazioni. Pratiche

Gli autori Formulare le seguenti raccomandazioni per tenere conto del modello di obesità del carboidrato-insulina dell’obesità:

  • Ridurre i carboidrati raffinati, i prodotti di patate, gli zuccheri aggiunti – ridurre i carboidrati con alto carico glicemico e bassa qualità nutrizionale
  • Aumentare i carboidrati con un basso carico di glicemico, comprese verdure non amarchia, legumi e frutti interi non tropicali
  • Quando i prodotti cereali vengono consumati, scegliere cereali integrali o alternative trasformate in modo tradizionale (ad esempio orzo completo , quinoa, pane di lievito tradizionale a base di farina a terra in pietra)
  • Aumentare noce, semi, avvocato, olio di oli Ve, e altri alimenti grassi sani
  • mantengono un’assunzione adeguata, senza essere alta, in proteina comprese le fonti di verdure
  • per le persone con grave resistenza all’insulina, la restrizione totale dei carboidrati per il grasso Le fonti possono essere le più utili

un modello di obesità che non è unanime

nota che questo modello non è unanime. Così, nella stessa edizione della medicina interna JAMA, gli scienziati affiliati al National Institute of Diabetes e alle malattie digestivi e renali a Bethesda, e la Columbia University, New York, credono che questo modello non tiene conto di un’intera serie di prove. Acquisito . Pertanto, se i livelli deboli di carburante nel sangue erano il grilletto della fame e portato all’obesità, come spiegare che le persone obese, compresi i tassi di glucosio e acidi grassi plasmatici sono alti, non mangiare meno? E anche se i carboidrati fossero la causa dell’obesità, l’efficacia di una dieta a basso contenuto di carboidrati dovrebbe essere significativamente superiore a quella osservata negli studi d’intervento … l’obesità non ha consegnato tutti i suoi segreti …

Ludwig DS et al., Giama Medicina interna. Pubblicato online il 2 luglio 2018.
hall k.d. et al., Medicina interna JAMA. Pubblicato online il 2 luglio 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *