Login (Italiano)

Daniel Tucci, 46 anni di cui dedicati all’arte del tatuaggio, è un riferimento nel mezzo dai tattioolers di Cariocas . Cleo Pires, Lady Gaga o Ricky Martin hanno già fidato il suo talento. Bom Dia Brazil la incontrò a Rio, nello studio del quartiere Jardim Botanico dove ha lavorato da solo dal 2018. Decrittò la passione dei brasiliani per i tatuaggi. Intervista.

Hai iniziato a tatuaggio 25 anni fa. Ciò che è cambiato dal tuo debutto?

Già, siamo molto più propensi a funzionare. Ho lavorato a lungo al re Seven Studio Copacabana, che ha 18 anni di esistenza sotto questo nome quest’anno. Negli anni ’90, c’erano quattro monolocali del tatuaggio a Rio’s Zona Sul. Oro oggi, proprio come Ipanema, ci devono essere circa quaranta. Dopo, scopro che i clienti hanno cambiato molto più dei tatingoolers. Tattoo 25 anni fa è stato molto più marginale, nel senso letterale, anche se le cose stavano iniziando a cambiare. C’erano band di metallo che stavano iniziando a essere molto popolari, uscire dal margine, e il tatuaggio ha seguito questo movimento. Non era ancora il grande boom del tatuaggio che conosciamo oggi in Brasile.

Oggi il tatuaggio Ha quindi duspically democratizzato …

tocca tutte le classi sociali. 25 anni fa, poche persone avevano un computer, Internet era solo nella sua infanzia. Per me, il boom del tatuaggio è collegato a Internet: le persone stanno cercando tatuaggi, hanno sempre accesso a ciò che fa oggi. Instagram è un gigantesco portfolio online di milioni di artisti. 25 anni fa, avremmo comprato la rivista Tatoo una volta al mese all’ediaddetto a Cinelândia o Saenz Peña. Era il nostro riferimento per un mese intero. Anche è stato bello, anche se apprezzo la tecnologia. Oggi, gli individui come i tatuatori hanno accesso ad un enorme volume di informazioni sul tatuaggio. Ci sono una dozzina di emissioni specializzate in TV. Abbiamo il miglior tatuaggio, il peggiore, il più divertente, il tatuaggio che coprirà, la vita quotidiana di uno studio. È tatuato un’arte? Può essere, ma è principalmente accompagnato da uno stile di vita, ecco perché questi programmi sono così riusciti.

Perché i brasiliani piace essere tatuati?

neymar (instagram / neymarjr)

c ‘è un paese molto tatuato, non c’è dubbio. Per me, è collegato al calcio. Ancora una volta (ride). Alla Coppa del Mondo 2002, abbiamo visto i giocatori europei arrivano con bracci completamente tatuati. Era la prima apparizione pubblica di persone molto tatuate in un evento mainstream. Al mondo 2006, questa volta abbiamo visto i giocatori brasiliani che giocano in Europa tatuati. Questi sono idoli per i brasiliani. La passione brasiliana per il tatuaggio non è stata graduale, c’è stato un clic. La gente ha iniziato ad amare, i giocatori che giocano in Brasile hanno iniziato a arrivare anche lì. Il giocatore di football in Brasile è un idolo per tutte le classi sociali. L’esempio del Neymar è tatuato dalla testa al piede. Il brasiliano medio lo ha visto, e ha detto che è fantastico, voglio fare lo stesso. È comune provare a riflettere lo stile di vita dei suoi idoli. Per me, l’ascesa dei tatuaggi in Brasile è davvero passata attraverso questo.

La passione dei brasiliani per il tatuaggio una moda?

Non la penso così. Il tatuaggio è arrivato ad ovest con i marinai. E ci sono ancora molti temi del tatuaggio relativi ai marinai: rondini, ancore, navi. Ci sono modalità in tatuaggio. Momenti in cui tutti vogliono un tipo di tatuaggio, una donna a capo della morte, una donna con una tigre sulla sua testa. Le persone lo vedono su Instagram, chiedono la stessa cosa. Sto cercando di evitarlo, ma ci sono tendenze che le persone seguono. Allo stesso tempo non mi fa alcun problema. Io, sono tatuato all’80%. Ho diversi tatuaggi che non farei oggi, ma ciò non significa che mi dispiace. Non li farei oggi perché farei gli altri. E se qualcuno mi disturbano, possiamo sempre coprirli.

Per me il tatuaggio, è un giornale intimo. Ho tatuato dai miei 16 anni. Ho 46 oggi. Sono passati 30 anni che lo sto facendo. Quando vedo uno dei miei tatuaggi, ricordo quando e dove l’ho fatto. Tutti hanno una storia da raccontare. Raccontano la storia della mia vita.

Cosa ti rende tatuato troppo spesso?

Per me Tattoo, è un giornale intimo . Ho tatuato dai miei 16 anni. Ho 46 oggi. Sono passati 30 anni che lo sto facendo.Ho qualche anno dietro di me, anni ben vissuti e ben tatuati. Quando vedo uno dei miei tatuaggi, ricordo quando e dove l’ho fatto. Tutti hanno una storia da raccontare. Raccontano la storia della mia vita, la storia delle riunioni. Quando fai il tuo primo tatuaggio, ti rendi conto che dopo due o tre giorni non è più un tatuaggio, è una parte di te stesso. Quando esco dalla doccia, davanti al ghiaccio, non vedo alcun tatuaggio, vedo solo me. Le persone che rimpiangono che è molto rara, ed è la maggior parte del tempo legata alla scarsa qualità del tatuaggio.

Ci sono temi del tatuaggio specifici del Brasile?

Anche se la pratica quotidiana sia Non così religioso come crediamo, la religione è molto presente in Brasile. Sono ateo e odio la religione. In Sud America vediamo molti tatuaggi con riferimenti religiosi, che è molto meno custodia in Europa. Ma per il resto non ci sono tendenze davvero specifiche in Brasile. Temi del tatuaggio, per me è ciclico e stagionale. Ci sono tendenze. Con Internet, seguiamo queste tendenze del mondo. Credo che i tattoler brasiliani funzionino allo stesso modo dei loro colleghi negli Stati Uniti o in Europa. Quello che facciamo è il tatuaggio occidentale che inizialmente è pianificato per i bianchi.

Potresti immaginare uno stile tatuaggio specificamente brasiliano …

Donna Kadiwéu (Wikimedia)

Abbiamo un patrimonio pulito in Brasile, con grafica creata dagli indiani per tatuare o dipingere il corpo, ma Non è quasi usato dai tatuatori. Il Brasile è molto talentuoso per dimenticare il suo patrimonio, ignorare la domanda indigena, e si vede anche nei tatuaggi. Ha una grafica molto carina, come quelle del kadiwéus. È una traccia interessante da esplorare. Ma le persone preferiscono seguire i tatuaggi della moda dal Pacifico, che sono in realtà una moda occidentale.

un buon tatuaggio Che cos’è?

È il tatuaggio che rende il cliente felice, ma dipende dalle loro aspettative. Ho intenzione di avere un aspetto tecnico e un look artistico. Ho un amico che rende tatuaggi astratti che molte persone odiano. Penso che sia incredibile. Questi sono tatuaggi molto grandi, tecnicamente molto ben fatti. Quindi alla fine, un buon tatuaggio è anche una questione di gusti e colori. E poi un buon tatuaggio può essere tecnicamente cattivo. Ho a disposizione un tatuaggio fatto da mia moglie, che non è tatuaggi, perché volevo che lei lo faccia. C’è un tatingooler che amo, Sean dal Texas (vedi sotto), che ha più di 400.000 abbonati su Instagram. Oggi il tatuaggio bene, e penso che i suoi tatuaggi siano peggiori di prima. Per me, è stato bello quando ha tatuato male, quando aveva uno stile quasi ingenuo che andava bene con il suo umorismo molto sarcastico.

Visualizza questo post su Instagram

Fatto Attatooman Ia25

un post condiviso da seanfromtexas (@seanfromtexas) il 29 gennaio 2016 alle 18:17 PST

In generale, cosa ne pensi della qualità dei tatuaggi che vedi in strada dove in spiaggia?

Vediamo tutto. Nella Zona Sul, vedremo un lavoro migliore, senza pregiudizio. Ma non è solo una questione di acquisto di potere. Ci sono grandi tattoler ovunque. Conosco le persone che lavorano molto bene nel Baixada fluttuante, e, naturalmente, non fanno pagare tanto quanto il ragazzo che tatua a Leblon. E con loro avrai un lavoro anche fatto, se è meglio. Devi solo muoverti e andare a Baixada. Troviamo ovunque buoni artisti. E troviamo ovunque artisti sbagliati purtroppo.

Oggi è possibile ordinare l’intero hardware che devi tatuare e venire in tre giorni.Risultato, la stragrande maggioranza dei tatuatori non è pronta per esercitare questo lavoro.

Vedi eccessi relativi alla democratizzazione del tatuaggio …

Oggi è possibile ordinare l’intero hardware di cui hai bisogno per tatuaggio e venire in tre giorni. Di conseguenza, la stragrande maggioranza dei tatuatori non è pronta per esercitare questa professione. La grande differenza tra un buon e cattivo tatingooler è la qualità del suo disegno. Ci sono persone che non hanno questa abilità, che non lo interessano nemmeno. E poi ci sono problemi di salute che un tantooor deve sapere. Dubito che un tatuaggio che non fa lo sforzo di imparare a disegnare lo sforzo di allenarti sulla sicurezza. Non c’è una formazione accademica, ma penso che dovremmo avere una specie di qualifica almeno padroneggiare le basi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *