Lohia Machinery Limited (Italiano)

LML LTD è un gruppo industriale indiano, creato nel 1972 sotto il nome di Losia Private Ltd Machines per produrre scambi di tessitura e, successivamente, per il mercato dei fili tessili sintetici e pelle.

Nel 1983, la società crea una joint venture con il costruttore italiano Piaggio a produrre localmente i suoi modelli con licenza per il mercato indiano. Piaggio quindi ritorna con una presenza in India dopo aver rotto con il costruttore dei motocicli Bajaj nel 1971.

Il primo modello del modello era una carriera con un motore da 100 cm3 e quindi molto rapidamente, la gamma è arricchita. Con il LML Supremo, versione indiana della Vespa Costa, e la selezione LML, copia della Vespa T5.

La joint venture LML-Piaggio crea una controllata chiamata Vespa Automobile Company Limitato per produrre, sotto il marchio Piaggio, Vespa PX per il mercato interno e sotto il marchio LML Vespa, i modelli NV3, ALFA, T5 e 4W. Nel 1987, il Gruppo indiano gestisce una modifica della sua organizzazione cambiando denominazioni sociali. Lohia Machinery Limited diventa LML Ltd e l’attività tessile è rinominata LML Fibrers Ltd. LML LTD diventa il secondo più grande produttore di due ruote in India dopo Bajaj con una produzione di 325.000 veicoli all’anno e alla quota di mercato del 26%. Questo stato dà ali ai leader indiani LML Ltd che, nel 1988, si impegnano in collaborazione con il produttore coreano “Daelim Motor Company” per la produzione di motocicli dotati di un motore a quattro tempi.

lml stella 125 (2012) Copia del Vespa PX realizzato in India

Questa situazione non è il gusto dei funzionari italiani di Piaggio che termina nel 1999 presso il JV LML-Piaggio. LML acquista l’utensile della fabbrica resa disponibile dal produttore italiano, ma lascia le licenze per aver fatto i suoi modelli. Questo è il modo in cui LML produrrà in grandi quantità per il mercato indiano, ma anche per l’esportazione di scooter Worldwide LLML Luxur Star Star, copia della Vespa PX, ancora al catalogo nel 2017. Il modello è stato commercializzato. Stati Uniti sotto il nome di LML Vespa Stella e Nuova Zelanda, LML Vespa Belladonna.

Dal 1999 e almeno fino al 2006, LML sotto licenza lo scooter Trendy 50, una copia della Scooty Benelli e S50 lanciato nel 1981, ma la cui produzione era stata arrestata in Italia nel 1996.

Nei primi anni 2000, LML cerca di negoziare diversi accordi con i costruttori asiatici, ma nessuno resisterà a lungo termine. Nel 2006, LML affida la società di design italiana Ugolini Design di Coriano, in provincia di Rimini, la progettazione dei nuovi modelli LML Freedom 100, CRD 100 e Graptor 150. La rapida crescita economica dell’India cambia il gioco con i lavoratori che stanno schifando Lo scooter contro un’automobile che diversi costruttori locali producono e vendono a prezzi molto bassi. La Società conosce gravi difficoltà e deve interrompere la sua produzione.

Grazie alle prese governative e allo sblocco del finanziamento da parte del credito Svizzera, LML Ltd può riavviare l’8 marzo 2008. La società riprende le sue esportazioni suonando il suo Bassi costi di produzione, ma devono essere conformi all’euro 3. Nel 2011, Piaggio che aveva assunto costituendo la propria controllata di produzione in India, voleva fermare la produzione dei suoi modelli da LML. Il tribunale di Napoli ha rilasciato un’ingiunzione a LML in modo che smettesse di vendere i suoi modelli con i marchi Piaggio e Vespa, ma lascia che LML continui la produzione di questi modelli perché la società aveva, nel suo tempo, ha ottenuto l’accordo di Piaggio.

Il 31 maggio 2017 LML LTD archivia il suo bilancio dal tribunale commerciale ed è dichiarato in bancarotta il 2 giugno 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *