Manifesto per una fantascienza cattolica.

Fantascienza come letterario Genere è nato molto recentemente: suo nonno sarebbe stato Jules Verne e il suo avvento come un intero genere è stato confermato nel periodo postbellico. “Perché parlare di fantascienza in un media legittimista?

La ragione è semplice : Questo tipo è, a mia conoscenza, completamente ignorato dalla tradizione francese e cattolica nonostante la sua onnipresenza nei giovani maschili – e anche oltre – attraverso i libri e anche più i film. È anche un’abitudine anche francese, un po ‘borghese, voler ignorare i “nuovi generi” artistici: se il cinema è stato riconosciuto relativamente rapidamente, i fumetti e altri generi letterari come l’ufficiale di polizia non hanno davvero acquisito le loro lettere malate .

e per causa spesso: la qualità non è solitamente al Rendezvous, tipo di versione del premio dei generi classici del vecchio (il viso musicale, ad esempio all’opera) … e troppo spesso, loro Erano il Trojan di tutte le decadenze … certamente, ma ciò non cambia il fatto che hanno un’influenza assolutamente decisiva sulla nostra giovinezza, almeno.

Questa non è una domanda qui di discutere tutti questi Tipi, alcuni dei quali sono certamente viziosi di per sé. Si tratta di parlare di fantascienza in particolare, che merita l’attenzione del legitimista cattolico.

Perché? A differenza del nuovo romanzo puro, o libri meravigliosi o fantastici, anche “fantasy”, come si dice, la fantascienza dovrebbe normalmente chiedere come una filosofica seduta un forte realismo e potrebbe servire, in questo senso, come un utile lavoro di prospezione, qualsiasi proporzione conservata, A tutti.

si scopre che, come tutte le mie generazioni, ero una “vittima” della moda della fantascienza: le stelle e i pianeti, fa sogno tutti i bambini. Avventure e grandi spazi se quei del mondo domani o terrestre ieri durante le grandi scoperte.

Recenti fantascienza, tuttavia, sembra arrivare a uno stallo spingendo nelle sue conseguenze ultime sulla povertà antropologica su cui il nostro tempo è basato, ancor più sembra nel cinema. Abbiamo un po ‘di film nello spazio in un futuro piuttosto vicino, che spesso cercano di superare le idee transumaniste (l’uomo diventa dio), cosmico (spiritualizzante e parte di tutti), emanatentisti (tutto è Dio, la nuova versione di Dio, la versione “di Panthéism) e quasi sistematicamente Promethean. Ou alors des films apocalyptiques, transcrivant d’une façon quelque peu inattendue une sorte de malaise face à l’orgueil sans limite de l’homme dont on sent bien qu’il est mauvais et qu’il conduit à sa propre ruine et à sa caduta. Oppure pseudo-epico in un futuro molto lontano che proietta solo un mondo contemporaneo che sappiamo che troppo bene e così male umano, con in aggiunta una frotta fright composta da vasi spaziali ed essere bizzarri, abbastanza artificiale e senza sapori. Più il tempo avanza, più il tipo è evidente: artificialità su tutti i pavimenti (con robot ovunque e la superstizione per credere che l’uomo creerà una creatura più potente di lui, come una specie di proiezione della fantasia dell’uomo, chi si prende per Dio e pensa di poter prendere il suo posto, nel robot che avrebbe preso il posto dell’uomo, del nuovo dio), la povertà angosciante di qualsiasi immaginazione politica e geopolitica (gentile democrazia, impero cattivo), un individualità galoppante e l’assenza di Consapevolezza sociale in una immediatezza di tristounette (per un tipo che vuole proiettarsi da solo nel lungo periodo, una meraviglia come è possibile vedere solo la punta del suo naso). Non ci sono quasi più storie sentimentali – già poveri in sé quando ce ne sono alcuni, né immediatamente nelle idee, né niente di buono. In generale, tutto si concentra su una specie di istinto di sopravvivenza, al “meglio” al livello della specie, senza che nessuno comprenda da dove viene, o una pazzia dinannata che diventa così ridicolo del fatto che spesso gli extraterrestri dovrebbero essere più eccitati da La loro stupidità e il loro intersido vuoto spirituale e la loro assenza di interrogativi metafisici – per esseri superiori sono molto poveri …

Tutto ciò trascrive, nelle sue espressioni il più popolare, la grande stupidità della società contemporanea in generale. Le vecchie opere di fantascienza non erano a questo punto.Forse alcuni sono più interessanti quando cercano di evidenziare i difetti della società presente e le sue tendenze totalitarie, o il crescente isolamento delle persone sui loro social network e tutti questi mali che vediamo ma che spesso non facciamo spiegare la paura di chiamare in discussione tutta la modernità.

Questi vecchi libri di fantascienza avevano tuttavia un difetto che è comune con le ultime opere – ci possono essere eccezioni, non ho affatto un esperto: la totale assenza di religione come tale (e non solo per opporsi alla scienza o parlare di oscurantismo). In questo, il tipo di fantascienza riflette la modernità e questo tipo di tempo: una società secolarizzata senza spiritualità, se umana, così mondana, così promozione; In breve, così noioso.

La religione è sempre assente quando non è girato in stile ridicolo in stile “religione è guerra” o domande profonde – solo vogliono – solo – solo vogliono – di una seconda zona spiritualism di stile New Age o altra esoterismo 4.0.

È colpa del genere stesso? Non ci crediamo, è colpa del nostro tempo. Ecco perché pensiamo che sia dove il cattolico dovrebbe investire il genere: c’è un boulevard. Perché realistico: una vera fantascienza non dovrebbe essere in grado di non mettere in scena, almeno, la Chiesa cattolica, che esisterà fino alla fine dei tempi, è fede, e più è ragionevolmente probabile – nessuna azienda ha tenuto 2000 anni senza cambiare benzina A parte la Chiesa cattolica. E quindi rimettere in un realismo tutto cattolico la verità eterna e naturale (vera antropologia dell’uomo) nel centro di un tipo che potrebbe avere il triplo vantaggio di rendere l’apostolato nella nostra giovinezza, pensare seriamente a certi problemi teologici cosa pone il Era moderna – Ambito universale di redenzione, possibilità o non altri esseri viventi intelligenti dal punto di vista della fede, ecc. – E lavorare per le proiezioni utili per la nostra azione nel presente. Tutti fondati sulla fede e sui dogmi.

bizzarro, pensi? Eppure Joseph of Maistre stesso è forse il vero fondatore della fantascienza, quando afferma molto seriamente la questione dell’esistenza degli alieni – prendendo la disputa sugli antipodi del Medioevo.

” Su cui non posso rinunciare a strani scrupoli di alcuni teologi che sono rifiutati dall’ipotesi della pluralità dei mondi, per non scuote il dogma della redenzione; c quello, secondo loro, dobbiamo credere che l’uomo che viaggia nello spazio sul suo Pianeta triste, fuorviante tra Marte e Venere, è l’unico essere intelligente del sistema, e che gli altri pianeti non sono i globi permanenti e non di bellezza che il Creatore è stato lanciato nello spazio per divertirsi come una palla di palle. No, mai Un pensiero più piccolo è venuto alla mente umana! Disse democrito precedentemente in una famosa conversazione: o mio caro amico! Tieniti bene a più fluida in Voti Mind Nature, che è così grande. Saremmo molto imperdonabili se non approfittiamo da questa opinione, viviamo alla luce, e chi può contemplare la sua chiarezza l’intelligenza suprema, invece di questo vano fantasma della natura. Non sotare l’infinito essere in posa limiti ridicoli al suo potere e all’amore. C’è qualcosa di più certo che questa proposta: tutto è stato fatto da e per l’intelligenza? Un sistema planetario può essere qualcosa di diverso da un sistema di intelligenza, e ogni pianeta in particolare può essere qualcosa di diverso dal soggiorno di una di queste famiglie? Cosa è quindi comune tra la materia e Dio? La polvere lo conosce? Se gli abitanti degli altri pianeti non sono colpevoli e non abbiamo bisogno dello stesso rimedio; E se, al contrario, lo stesso rimedio è necessario, questi teologi che ho parlato prima hanno presto paura che le virtù del sacrificio che ci hanno risparmiato non possano salire sulla luna? L’aspetto dell’origen è molto più penetrante e più comprensivo quando dice: L’altare era a Gerusalemme, ma il sangue della vittima stava facendo il bagno l’universo.”

Aggiunci che la fede sarebbe un’ispirazione molto più profonda e vera che qualsiasi sogno nebuloso di tipo promethean: ad esempio, la teletrasportazione non è stata inventata nel cervello del ventesimo secolo, ma è una verità di fede rivelata, come una qualità del corpo glorioso, chiamato “l’agilità” … il nostro tempo non ha inventato nulla …

il genere deve essere recuperato e un lavoro di fantascienza profondamente cattolica fornirebbe elementi di ricerca veramente interessanti perché ancorato in realtà e fede e non basati su idealismi antropologici e bugie.

sarebbe altrove. Anche bene reintrodurre i veri royalties tradizionali in questi libri di fantascienza.

Allora, chi inizia?

pulcino.

antoine michel

Per Dio, per il re, per la Francia

mais, joseph de (1753-1821). Artworks co Mplete () Joseph of Maistre. 1884-1886, P.352-354

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *