NOYADE (Italiano)

L’annegamento è il processo di alterazione della funzione respiratoria risultante da un’immersione / immersione in un liquido; Il soggetto esce illeso, con una patologia o muore.

Esperienza del problema

Secondo le stime, 320.000 persone sono morte per annegamento nel 2016; È quindi un importante problema di salute pubblica in tutto il mondo. Trauma rappresenta quasi il 9% della mortalità globale totale. Noyade è la terza causa di morte da un trauma involontario – il 7% di tutte le morti relative al trauma.

il carico e le morti attribuibili all’annegamento si trovano in tutte le economie e tutte le regioni; Tuttavia:

  • Oltre il 90% delle morti di annegamento involontaria si verificano nei paesi a basso reddito o medio-reddito;
  • più del 50% dell’annegamento nel mondo sono tenuti in La regione dell’OMS della regione occidentale del Pacifico e della regione che nel sud-est asiatico;
  • è nella regione africana di chi tali tassi di morte per l’annegamento sono i più alti, dove sono più di 15 a 20 volte più alti di Quelli della Germania o del Regno Unito.

Nonostante la mancanza di dati disponibili, diversi studi forniscono informazioni sul costo dell’annegamento. Negli Stati Uniti, il 45% delle persone che muoiono annegamento fanno parte del segmento più attivo della popolazione. In questo paese da solo, l’annegamento sulla costa rappresenta un costo diretto e indiretto di $ 273 milioni (US $) all’anno. In Australia e in Canada, il costo totale annuo di annegamento è di $ 85,5 milioni e $ 173 milioni (US $), rispettivamente.

C’è una grande incertezza sul numero stimato di morte di Noyade a livello globale . I metodi di classificazione dei dati di annegamento ufficiale escludono la morte intenzionale (suicidio o omicidio) morti e quelli causati da inondazioni e incidenti di trasporto marittimo o fiume.

Dati da paesi ad alto reddito suggeriscono che questi metodi di classificazione hanno portato a una forte sotto-rappresentazione fino al 50% del numero totale di vittime in alcuni casi. p.>

Fattori di rischio

età

Il rapporto mondiale di noyade rivela che l’età è uno dei principali fattori di rischio. È spesso associato a un rilassamento della sorveglianza. A livello globale, è generalmente nei bambini sotto i 5 anni che il tasso di mortalità annegata è più alto. Globalmente, i più alti tassi di annegamento sono registrati nei bambini di età compresa tra 1 e 4, seguiti da 5-9 anni. Nella Who Western Pacific region, annegamento è la causa più comune di morte nei bambini di età compresa tra 5 e 14.

  • world noyade report

statistiche annegati per bambini in Questo rapporto in un certo numero di paesi è particolarmente eloquente:

  • annegamento è una delle 5 principali cause della morte tra i bambini da 1 a 14 anni in 48 dei 85 paesi i cui dati soddisfano i criteri per l’incorporazione.1
  • Australia: Noyade è la principale causa di morte di trauma non intenzionale nei bambini da 1 a 3 anni.
  • Bangladesh: l’annegamento rappresenta il 43% di tutte le morti nei bambini di età compresa tra 1 e 4 anni.
  • Cina: l’annegamento è la principale causa di morte da parte di trauma ai bambini da 1 a 14 anni.
  • Stati Uniti d’America: Noyade è la seconda causa della morte involontaria in un trauma non intenzionale in Bambini da 1 a 14 anni.

differenze tra Uomini e donne

Gli uomini sono particolarmente esposti allo annegamento, con un tasso di mortalità complessivo due volte più alto delle donne. Il rischio di ricovero in ospedale a causa di un’annegamento annegata è più alto per gli uomini che per le donne. Secondo gli studi effettuati, è perché sono più in contatto con l’acqua e che hanno un comportamento più rischioso, come nuotare da solo, per bere alcolici prima di andare al bagno da solo o praticare attività acquatiche, che questo rischio è più alto.

Accesso all’acqua

Il fatto di essere più spesso in contatto con l’acqua è un altro fattore di rischio. Le persone che si impegnano nella pesca commerciale o sui loro mezzi di sostentamento, che, in paesi a basso reddito, usano piccole imbarcazioni – sono più esposte all’annegamento. I bambini che vivono vicino all’acqua non afluita, come fossati, stagni, canali di irrigazione o piscine o piscine, sono particolarmente esposti.

inondazioni

noyade rappresenta il 75% dei decessi consecutivi alle inondazioni.La frequenza delle inondazioni è in aumento e la tendenza dovrebbe continuare. I rischi di annegamento dell’annegamento con le inondazioni, in particolare nei paesi a basso e medio reddito in cui le persone vivono nella zona di inondazione e dove la possibilità di avvisare, evacuare o proteggere le comunità di inondazione è scarsamente sviluppata o inizia solo ad essere.

Spostamento idrico

Viaggi giornalieri e viaggi effettuati da migranti o richiedenti asilo si svolgono spesso su vasi affollati, non sicuri, senza attrezzature di sicurezza, o sono affidati a personale non formato per affrontare i trasporti o gli incidenti di navigazione. Il personale sotto l’influenza di alcol o droghe rappresenta anche un rischio.

altri fattori di rischio

I seguenti fattori sono anche associati ad un aumento del rischio di annegamento:

  • uno status di socio economico debole, appartenente a una minoranza etnica, un basso livello di istruzione e vivente nelle zone rurali;
  • lasciando neonati non monitoraggio o solo con un altro bambino in un bagno o vicino ad un altro bambino in un bagno punto;
  • consumo di alcol vicino all’acqua o all’acqua;
  • condizioni mediche, ad esempio epilessia;
  • ignoranza di turisti che non conoscono i rischi e le particolarità del locale Ambienti acquatici,

Prevenzione

Noyade può essere prevenuto da molte misurazioni. Installare le barriere (cioè coprire i pozzetti, posizionare le barriere delle porte e i baby parks, chiudere le piscine, ecc.) Per fotogramma l’accesso ai punti dell’acqua o rimuoverli interamente, riduce significativamente il grado di esposizione e rischi. La cura dei bambini di tipo comunità per i bambini in età prescolare può ridurre il rischio annegamento e altri effetti benefici per la salute.

Un altro metodo è quello di insegnare ai bambini di età scolare il CBA del nuoto, delle istruzioni di sicurezza e dei rudimenti del salvataggio, ma è opportuno insistere pesantemente sulla sicurezza e di fare affidamento su un sistema globale di gestione dei rischi Abmentamento di un programma di sicurezza comprovato, un’area di formazione sicura, una preselezione di studenti seguita da una designazione e una percentuale di studenti / istruttori definiti per soddisfare le condizioni di sicurezza.

La prevenzione dell’annegamento passa anche attraverso Politiche e legislazione efficaci. Definire e far valere un regolamento che disciplinano la sicurezza della barca, la navigazione e i traghetti è un ruolo importante nel migliorare la sicurezza dell’acqua e la prevenzione annegata. Rafforzare la capacità di superare le inondazioni e gestire i rischi di inondazione attraverso una migliore pianificazione della preparazione alle catastrofi, la pianificazione del territorio e i sistemi di rilevamento precoce è un approccio che può impedire annegamento durante le inondazioni. Lo sviluppo di una strategia nazionale di sicurezza acquatica potrebbe sensibilizzare sulla sicurezza idrica, generando consenso attorno alle soluzioni, fornendo una direzione strategica e un quadro per guidare l’azione multisettoriale e consentire il monitoraggio e la valutazione degli sforzi.

Chi Azione

Chi ha pubblicato nel novembre 2014 il Relazione mondiale di Noyade: prevenendo una delle principali cause di morte. È stata la prima volta che stava sviluppando un rapporto dedicato esclusivamente a affogare. Questo documento ha evidenziato il fatto che l’annegamento è stato ampiamente oscurato finora e che le autorità pubbliche, i ricercatori e i responsabili politici dovrebbero fare molto per dare priorità alla prevenzione dell’annegamento e alla sua integrazione in altri programmi di sanità pubblica.

Il report mondiale di Noyade fornisce raccomandazioni alle autorità pubbliche per adattare programmi di prevenzione efficaci e applicarli, che migliorano i dati sui Nousads e sviluppano piani nazionali di sicurezza acquatica. La relazione sostiene inoltre la natura multisettoriale dell’annegamento e chiede il coordinamento e la collaborazione tra agenzie delle Nazioni Unite, governi, le principali ONG e le istituzioni accademiche per prevenire annegamento.

A maggio 2017, che ha rilasciato un’applicazione Guida sulla prevenzione dell’annegamento (prevenzione di annegamento: una guida di implementazione). Questa pubblicazione si basa sul rapporto mondiale di Noyade e fornisce consulenza concreta agli specialisti su come applicare le misure di prevenzione annegata.

  • Prevenzione annegamento – Guida pratica

A livello nazionale, che ha collaborato con i ministeri della salute di alcuni paesi a basso reddito o intermedio per prevenire annegamento Attraverso l’uso di barriere che controllano l’accesso all’acqua e la creazione di daycares per i bambini in età prescolare. Inoltre, che ha anche finanziato in paesi a basso reddito per rivedere le questioni prioritarie relative alla prevenzione annegata.

A livello regionale, che organizza programmi di formazione e laboratori con convenuti per consolidare i rappresentanti delle autorità pubbliche delle Nazioni Unite, le ONG e le organizzazioni specializzate attorno alla prevenzione dell’annegamento.

1 Basato su Paese I dati sulla mortalità sono stati presi in considerazione se hanno soddisfatto i seguenti criteri: copertura delle morti nazionali stimate al 70% o più; cause di morti scarsamente definiti inferiori al 20%; 10 morti o più nella fascia d’età del gruppo di 1-14 anni; e dati disponibili dal 2007 o versioni successive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *