Ottomano-persiano guerra (1603-1618)

Riconoscienza di Sefect e First Successi (1603-1604) Modifica

assumere Tabriz e la processione dei soldati ottomani decapitati davanti al Chah Abbas IER . Disegno di un viaggiatore europeo (1603).

Alla fine della loro campagna contro Sefenovidi (1578-1590), l’ottomano aveva sequestrato vasti territori nel Nord e est del loro impero, tra cui il Chirvan, Daghestan, la maggior parte dell’Azerbaijan, i regni armeni di Karthli e Kakhetia, Louristan e Kohouzestan.

Dal 1595, il Chah Abbas sono tornato in mano l’esercito Séfévid grazie a Il mercenario inglese Robert Shirley e il cancelliere e il Gholam favoriti del Chah, Allahverdi Khan. Decise di attaccare gli Ottomani a prendere i vasti territori perduti durante la guerra precedente, perché il contesto era diventato molto favorevole: l’impero ottomano era in preda sia alle difficoltà interne ed esterne. Monock on the European Front Dal vice le vice della lunga guerra che era scoppiata nel 1593, ha dovuto sopprimere i disturbi che hanno strappato l’anatolia orientale a causa delle rivolte dei cellali, il cui ammorbidente era la ribellione del karayazıcı (1598-1602). Poi nel 1603, Costantinopoli, la capitale dell’impero ottomano, è stato a turno la scena di violente insurrezioni che si oppongono al corpo dei giannizzoni al sipahide, e solo l’intervento della corona ha temporaneamente un termine.

per ESEMPIO, l’invasione Séfévidid, lanciata il 26 settembre 1603, ha assunto totalmente privati le Garrisoni ottomane nel Nord Est, e ha costretto i turchi a combattere su due fronti. Abbas ho continuato al primo Nahavand, incluso ha rasolato la fortezza, organizzata dallo ottomano come base avanzata per i futuri assalti contro la Persia. L’esercito Séfevid poi sequestrato Tabiz il 21 ottobre 1603: Per la prima volta, i persiani impiegavano sistematicamente l’artiglieria e la città (già rovinata dall’occupazione ottomana) doveva andare. I suoi abitanti hanno acclamato i combattenti sefenut nei liberatori e esercitato una rappresaglia violenta contro i turchi sconfitti, molti dei quali sono stati decapitati. I Sefenovidi hanno ripreso Nakhitchevan, evacuato dalla sua guarnigione ottomana, nel mese. Poi l’esercito Séfévid ha messo il sedile davanti a Yerevan il 15 novembre 1603. Ha sequestrato Tbilisi, così Karthli e Kakhetie sono diventati feudi di Aflavid.

Tbilisi visto dal viaggiatore francese Jean Chardin (17 ° secolo).

Ottomans sterili (1604-1605) Cambia

“ABBAS KING di Persia, da Thomas Herbert (1627).

sopraffatto da disastri militari, Mehmed III è morto il 20 dicembre 1603 all’età di 37 anni. Il nuovo Sultan, Ahmet I, che aveva solo 13 anni, sceglie Cigalazade Yusuf Sinan Pasha (chiamato “Cağaloğlu”) come generalizzato del fronte orientale. L’esercito turco si è trasferito da Costantinopoli il 15 giugno 1604, già molto tardi nell’anno. Quando finalmente ha raggiunto Armenia l’8 novembre, il 1604, l’esercito Séfevid aveva già afferrato Yerevan (dal giugno 1604) e progredito verso Kars prima di essere intercettato in Akhaltsikhe. Youssouf Sinan, considerando che la fine dell’anno si è avvicinata, rinunciata a contrattacco Abbas I, e stabilito i suoi alloggi invernali in Van; Tuttavia, la progressione dei sefenovidi lo controllava per spingere a Erzurum. L’inazione di truppe turche addestrava le riunioni.

La campagna ottomana del 1605 è stata un fallimento: l’esercito inviato a riprendere Tabriz è stato sconfitto nella battaglia del Lago Ourmia, il 9 settembre 1605. Abbas I Y usando il suo forte Cavalleria con profitto, infliggendo una sconfitta decisiva negli ottomani, che ha perso lì ventimila uomini. Kose Sefer, il Beyrerbey di Erzurum, combattuto da solo ed è stato catturato da un reggimento egoistico. Il comandante Cağaloğlu si rifugiava per la prima volta nella fortezza del furgone, poi da lì, fuggito a Diyarbakır. Era la prima grande vittoria Séfévid contro gli ottomani. Cağaloğlu ha ordinato l’esecuzione di Canbulatoğlu Hüsseyin Pacha, il cui ritardo aveva compromesso il contro-attacco: ha innescato nuovi rivolti tra la truppa. Il Pasha Sinan è morto nella gara della sua pensione, nel dicembre 1605, e Abbas I rilascio Gandja, Baku, Chirvan e Chamakhi in Azerbaijan nel giugno 1606.

Gli Ottomani si concludono nell’Anatolia occidentale e pacificante (1605 -1609) Modifica

Gli Ottomani dedicano la maggior parte delle loro forze per contenere i colpi trasportati dal Sacro Romano Impero Germanico e dei suoi alleati.I successi del Grand Vizir Sokolluzade Lala Mehmed Pacha Campaign, nel 1605, ha migliorato la situazione in Ungheria, aprendo la strada per la pace di Zspatorok nel 1606. Ahmet ho nominato Gera Mehmed Generalissimo del fronte orientale, ma è morto il 25 giugno 1606.

L’assenza di un esercito ottomano organizzato ha creato una chiamata d’aria sul davanti orientale: Ancora una volta, i rivolti dei cellali sono culminati con l’harput preso da Tavil Ahmed. Suo figlio Mehmed ha depositato il governatore di Baghdad, ha sfidato l’esercito ottomano di Nasuh Pasha, inviato a ripristinare l’ordine in Iraq. Baghdad è stato cancellato da ribelli solo 1607; Ma simultaneamente, Fakhr-Al-Din II ha esteso la sua autorità in Libano e ad ovest della Siria grazie al sostegno di un altro ribelle, Canbulatoğlu Ali Pasha, che ha sfidato l’autorità del Sultano ad Adana. P.>

Allora, Essendo stato in grado di negoziare la pace in ovest, l’impero ottomano portò la sua priorità sul fronte orientale. L’esercito commissionato dal Grand Vizir Kuyucuu Murad Pacha ha deciso di schiacciare i ribelli in priorità, al fine di proteggere la sua parte posteriore dalla futura campagna contro i sefenovidi: attaccante di gruppi ribelli ora disuitati (1607-1609), Mourad Pasha ha fatto esecuzione di decine di Migliaia di turchi Anatolia.

Ultimo potenza e artingice contrinominamento (1610-1615) Modifica 610-1615) Modifica

Una volta ripristinata l’ordine, Murad Pasha ha trasformato il 1610 contro l’esercito di Abbas I, parcheggiato a Tabriz. I due eserciti erano dotati di fronte a Acıçay, a nord di Tabriz, ma non ha commesso la lotta questa volta: considerando l’allungamento della sua linea di fornitura, preda di difficoltà logistiche e vedendo l’approccio invernale, Murad Pasha tornò a Diyarbakır. Era in pace colloqui con Abbas I mentre preparavo il suo esercito per una nuova campagna quando morì il 5 agosto 1611, oltre 90 anni.

Il nuovo Grand Vizier, Damat Nasuh Pasha, ha preso il capo di gli eserciti dell’est. A loro volta, cercava di negoziare la pace e accettata nel 1611 le condizioni poste dai sefenovidi. Il trattato di Nasuh Pasha è stato firmato il 20 novembre 1612: ha confermato il ritorno alle frontiere del 1555, concordato durante la pace di Amasya; In cambio, il Chah Abbas si è impegnato a fornire 200 merci di seta grossolana annuale come tributo.

In pratica, questo trattato di Nasuh Pasha era solo una tregua, perché l’ottomano è rimasto determinato a cancellare la riconquista dei Sefenovidi; Inoltre, Abbas non ho mai pagato il tributo concordato, piuttosto che impiega l’esercito Séfevid per ripristinare il suo suberainté sui principati della Georgia orientale.

La guerra prende (1615-1618) Cambia

L’interno del castello di Yerevan.

Gli ottomani decisero il recupero della guerra nel 1615. Il Grand Vizir Öküz Mehmed Pasha è stato nominato Generalisse, ma ha riferito la campagna al 1616. Questa decisione ha dato il Senifuit una soluzioni sufficienti a rafforzare le loro posizioni di frontiera. L’emissario dispeziente a Costantinopoli è tornato a Persia mani vuote.

Nel mese del mese del 16 aprile 1616, Öküz Mehmed Pacha, festa di Aleppo, camminata su Kars, rinforzato il castello e ha inviato due eserciti, quello su Yerevan e L’altro contro Nahavand, i cui sefenovidi si erano sequestrati nel 1603 nella caduta di Tabriz. Poco dopo, ha portato i suoi eserciti a Yerevan, sfidò un piccolo contingente di Séfevidi e mise il sedile di fronte alla città. Tuttavia, gli ottomani mancavano macchine per sedili e difensori sono stati combattuti duramente. Gli ottomani hanno subito forti perdite, non solo a causa del combattimento ma anche freddo. Öküz Mehmed Pasha ha dovuto sollevare il sedile e ritirarsi a Erzurum. Dato questo fallimento, è stato rimosso dal suo comando e sostituito da Damat Halil Pasha il 17 novembre 1616.

Quando Damat Halil Pacha si unì al fronte est, l’esercito della Crimea alzò lo sguardo Gandja, Nakhchivan e Djoulfa; Ma l’anno 1617 non vide alcun impegno di coincidenza militare.

A Costantinopoli, la corona ottomana era nella presa di gravi sconvolgimenti. Ahmet sono morto il 22 novembre, 1617, anziani 27 anni: questa morte prematura ha posto un dilemma senza precedenti alle autorità turche, perché molti principi erano ora ammissibili per il Sultanato, e tutti risiedono al Palazzo Topkapı. Una fazione guidata da şeyhülislam Esad Efendi e Sofu Mehmed Pasha (che rappresentava il Grand Vizier quando era assente da Costantinopoli) decise di coronare la moustapha invece di Osman, il figlio di Ahmet. Era la prima volta che il fratello di un’ottomana del Sultano si alzò sul trono invece del figlio maggiore del tardo monarca. La salute mentale della moustapha raccontiamo la verità di essere desiderata, ma i dignitari speravano che sarebbe migliorato a contatto con la Corte; Tuttavia, il suo comportamento è rimasto imprevedibile.Nel 1618, quasi alcuni mesi di regno, un’altra fazione del palazzo depositato a favore del suo giovane nipote, Osman II.

una scheda Tabriz del XVI secolo, disegnata da Matrakçı Nasuh (studioso ottomano).

Osman Ripristina il generale Öküz Mehmed Pasha al capo degli eserciti del fronte est. Abbas ha appreso che il piano di ottomani doveva attaccare dall’Azerbaijan, prendere Tabriz e girare contro Ardabil e Qazvin, che potevano monosay contro altri territori. Il Chah decise di lasciare gli ottomani affondare lontano dalle loro basi per annientarli meglio: ha dato per la prima volta l’ordine di evacuare gli abitanti di Tabriz, mentre il suo esercito prese una posizione in Ardabil. Nel 1618, un esercito ottomano di centomila uomini guidato dal Grand Vizier facilmente afferrò Tabriz, e il Vizier ha inviato un ambasciatore al Chah per offrirgli la pace con la restituzione delle terre prese oltre il 1603. Abbas ha rifiutato e, simulando lo spavento , lascia che creda che fosse pronto a sparare ardire e fuggire nell’entroterra piuttosto che far fronte all’esercito ottomano. Quando il Vizier ha imparato le notizie, ha deciso di camminare immediatamente su Ardabil: Era quello che Abbas stava aspettando. Il suo esercito, quarantamila uomini, ordinato da Qarachaqay Khan, aveva pubblicato una parata e ha preso l’esercito ottomano in un’imboscata. La battaglia di Sarab, il 10 settembre 1618, era una vittoria totale dei persiani. Tra le migliaia di soldati uccisi, i Beyerbeys di Roumelia, Diyarbakır e Van lasciato la vita.

Il nuovo Grand Vizier Damat Halil Pasha ha preso il comando e ha continuato la campagna invasion. Infine, quando gli ottomani erano in grado di minacciare l’arstab, i sefenovidi chiesero la pace.

A alcune correzioni di frontiera vicino, i termini del trattato erano simili a quelli del trattato di Nasuh Pasha. Per quanto riguarda il tributo annuale dei Persiani, è stato ridotto da 200 a 100 carichi di seta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *