Perché importatojapon, Islanda, Norvegia … questi paesi ancora cacciano la balena

lunedì, Giappone rilanciata ufficialmente la caccia commerciale per La balena per il consumo, dopo 31 anni di arresto. I balenieri non uccideranno in alto mare, ma due cetacei sono già stati arpionati.

Perché è importante. La commissione internazionale delle balene (CBI), che è esistita dalla fine della seconda guerra mondiale, è responsabile della regolazione della balena. Nel 1982, ha votato una moratoria che proibirà la caccia commerciale, che è entrata in vigore nel 1986. Tuttavia, ammette la caccia alle balene per “ricerca scientifica”.

Giappone

Giappone aveva iniziato il suo ” Missioni di ricerca “in Antartide e nel Pacifico nord-orientale, rispettivamente 32 e 25 anni fa, quindi rinunciando a una pesca puramente commerciale.

ha deciso di lasciare il CBI sei mesi fa e non applicare la moratoria. Il paese del Sun-Levant ora autorizza a dicembre, nella sua zona economica esclusiva, la caccia di 150 balene di Bryde, 52 balene di Minke e 25 Rorquals Boréals – Quest’ultima specie è classificata “In pericolo” sulla lista rossa del Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN).

Norvegia

Norvegia ha ripreso la caccia commerciale nella Balena nel 1993. Nel 2002 ha anche ripreso le sue esportazioni di prodotti delle balene, vietati da La Convenzione internazionale su specie minacciata, principalmente in Giappone.

Nel 2018, credendo che la balena fosse stata rebbettata, la Norvegia ha persino sollevato 28 quote balene che potrebbero essere la sua stretta nelle sue acque.

Islanda : Nessuna caccia questa estate

L’Islanda ha già cacciato la balena per scopi scientifici e ha deciso di riprendere la caccia commerciale nel 2003. Il ministero islandese aveva stabilito all’inizio del 2018 e 209 il contingente di cattura annuale Per la balena comune, ea 217 per la balena di Minke fino al 2023. Tuttavia, questa estate, nessuna balena sarà arpesata in questo paese. Le licenze di caccia rilasciate dal Ministero dopo l’istituzione di nuove quote alla fine di febbraio arrivarono troppo tardi, e l’unica società di caccia islandese nello scrittore comune non ha avuto il tempo di mantenere le sue navi. Quello specializzato nella caccia alle balene di Minke ha rinunciato, perché la pratica è diventata troppo costosa, con l’estensione di un’area di pesca proibita, che costringe i cacciatori per andare oltre.

Danimarca, Russia, Stati Uniti

Dal suo inizio, il CBI riconosce la caccia al sostentamento aborigena, autorizzata per la Danimarca (Groenlandia), nella Federazione Russa (in Siberia), a Saint Vincent -and-the Grenadines e Alaska per gli Stati Uniti.

Nelle Isole Faroe, che fanno parte del Regno di Danimarca, Whaling è una tradizione, ampiamente vilificata dai difensori degli animali, che ha anche conseguenze drammatiche per gli esseri umani. Quest’ultimo consuma la carne delle balene, che ha un’elevata concentrazione di mercurio a causa dell’inquinamento degli oceani e grassi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *