Perché siamo più stanchi in inverno?

Meteo fresco e secco, luminosità in goccia affilata, morale in calzini, l’inverno non è la stagione più piacevole. Non facile rimanere in forma a dicembre, gennaio e febbraio. Devi ancora aspettare che devi vedere arrivare i bellissimi giorni di primavera. Come spiegare l’affaticamento che può vivere in inverno?

L’influenza degli ormoni

È necessario sopra tutti capire cosa succede nel nostro cervello per spiegare la fatica stagionale. Il cervello non funziona allo stesso modo giorno e notte. Durante il giorno, produce serotonina. Questo ormone ci consente ora in forma. Di notte, d’altra parte, un altro ormone è secreto: melatonina. Gli effetti sono quindi contrari a quelli della serotonina. Il corpo perde energia, tono e persino inizia ad addormentarsi. La melatonina agisce come medicina e promuove il processo di addormentarsi. I giorni sono più brevi in inverno, la melatonina ha quindi il tempo di crescere più velocemente. Conseguenza, ci sentiamo meno vivi e dinamici.

Per alcune persone, questo passaggio all’inverno è particolarmente duro e difficile. Le cause possono essere ormonali come abbiamo visto, ma anche ereditarie. L’influenza di Genova può anche spiegare le nostre variazioni dell’umore durante l’inverno. Sono meno “resistenti” durante questo periodo dell’anno e provocano affaticamento più rapido.

Come trovare la forma?

Per trovare energia, esistono diverse soluzioni, come la terapia della luce. Il principio ? È esposto per mezz’ora in luce bianca ogni giorno per stimolare la produzione di serotonina. Esistono grandi lampade dedicate alla luminosità per restituire la forma. Puoi anche comprare occhiali con cui la luce viene trasmessa negli occhi inferiori. In entrambi i casi, questi oggetti devono essere usati preferibilmente al mattino per garantire una buona dose di energia. Quando hai l’opportunità, tira fuori sembrare il più spesso possibile. Se sei in telelavoro, tira le tende dalla stanza in cui lavori per vedere la luce del giorno. Un piccolo gesto che avrà grandi conseguenze sulla tua condizione fisica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *