Polizia – Gendarmerie, la verità del falso: tatuaggi? Sì, ma …

seconda parte della nostra serie di tre articoli destinati a finire con le idee ricevute sulla polizia e sui gendarmi. Commander Emmanuel Evrard, capo dello staff presso l’ufficio di Blois, e il capitano Clement Hamoir, un’assistente ufficiale Intelligence del Gruppo Gendarmerie di Loir-et-Cher, si prestava al gioco e rispondere da verità o false.

I gendarmi non possono intervenire nella zona di polizia e viceversa. Captain Hamoir: “Falso. Nel caso dell’intervento, un Gendarme può intervenire in tutto il territorio nazionale (esempio di Gign). La giurisdizione giudiziaria dei gendarmi è almeno dipartimentale, senza distinzione di zone. L’uso. Asso, tuttavia, che l’unità o il servizio responsabile della sicurezza pubblica sono prevalsi sul Comune di intervento, in particolare, compresi i rischi relativi all’ordine pubblico. “

Commander Evrard:” Vasto soggetto in realtà, perché alcuni servizi specializzati hanno giurisdizione nazionale, altri regionali, altri dipartimenti. E inoltre, per alcuni, ci sono estensioni di competenze in alcuni casi. E abbiamo l’obbligo di intervenire nel caso di una commissione di criminalità o offesa. L’uso e la cortesia che siamo allegati a, tuttavia, che avvertiamo i servizi territorialmente competenti, ad esempio, se andiamo ad Onzain o Cheverny per sfidare, avvertiamo il Gend Armi. “

Questi sono gli investigatori della polizia che decidono di classificare per la prima volta un caso in cui non hanno abbastanza prove dipendenti. Captain Hamoir:” Falso. È il procuratore della Repubblica che decide. “

Gendarmes e la polizia hanno il diritto di avere tatuaggi e piercing. Commander Evrard:” Vero. Una valutazione di gennaio 2018 ha fornito i dettagli. Sono proibiti se costituiscono un segno manifesto di appartenenza a un’organizzazione politica, unione, denominale o associativa, o se minino i valori fondamentali della nazione. Così permesso, così neutrale. Anche i tatuaggi non devono distorcere o compromettere la relazione dell’agente di polizia con gli utenti. E per essere completa, il taglio di capelli, i baffi o la barba devono essere brevi, puliti e mantenuti. “

Captain Hamoir:” Il tatuaggio non dovrebbe essere visibile quando il soldato è in vestito. E anche se è invisibile, non dovrebbe essere incompatibile con i requisiti di moralità del Gendarmerie. Ad esempio, uno svastica tatuato non è tollerabile anche se non è visto. Anche i piercing non dovrebbero essere visibili, ma c’è anche una questione di sicurezza: può aggravare qualsiasi ferita come risultato di scatti ricevuti. “

Qualcuno ha il diritto di rifiutare un prelievo del DNA. Captain Hamoir:” Vero e falso. DNA Levy è obbligatorio in molti reati. Puoi opporsi, ma opporsi, è di per sé un crimine. “
Commander Evrard:” Un reato con un anno di reclusione e 15.000 € bene. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *