Possiamo bruciare i rifiuti verdi nel suo giardino?

i rifiuti verdi sono costituiti da piante (secco o bagnato) di giardino o parco come l’erba dopo Falciatura del prato, foglie morte, residui di potatura, siepe residui elevati e arbusti, residui di compensazione o frutta e peeling di frutta e verdura.

Brucia rifiuti verdi, specialmente se bagnati, rilascia sostanze tossiche per gli umani e l’ambiente (particelle fini in particolare). Ad esempio, bruciare 50 kg di piante all’aria aperta emette tante particelle fini come rotolate per 14.000 km con una nuova auto a benzina. È inoltre necessario considerare possibili disturbi del vicinato (odori o affumicati) e rischi antincendio.

La legge n ° 2020-105 del 10 febbraio 2020 (relativa alla lotta Contro i rifiuti e l’economia circolare) Modificato il codice dell’ambiente (https://www.legifrance.gouv.fr/codes/id/LEGIARTI000042176189/2020-07-31/). Ora è vietato bruciare i biodosletti (compresi i rifiuti verdi) all’aria aperta e negli inceneritori. I Garden Inceneritori sono inoltre vietati in Francia (vendita e uso) dal febbraio 2020. E non possono più essere effettuati gratuitamente per i giardinieri.

In caso di mancato Rispettare il divieto, le contravvenzioni fino a 450 € (articolo 131-13 del nuovo codice penale) possono essere redatte dal Gendarmerie o dalla polizia.

altro Le soluzioni esistono per sbarazzarsi dei suoi rifiuti verdi

è quindi possibile utilizzare i rifiuti verdi come compost o pacciame (https://agirpourlatransition.ademe.fr/particuliers/maison/jardinage ) o per portarli alla discarica (https://www.nicecotedazur.org/environnement/propret%C3%A9/collecte-et-tri-des-d%C3%A9chets/les-d%C3%A9chetteries-mnca).

La macinazione dei rifiuti verdi è anche una soluzione. Inoltre, da luglio, il Comune di Tourrette-Levens ha istituito un sistema di assistenza finanziaria per l’acquisizione di un mulino per impianti elettrici. La sovvenzione rappresenta il 50% del prezzo di acquisto (TTC) del frantoio ed è limitato a 200 €. È cumulativo con quello della bella metropoli della Costa Azzurra. Attualmente sono state ricevute più di 20 domande di sovvenzione e accettate per un importo totale di 3000 €.

Se si desidera sfruttare anche questo dispositivo, scaricare il pagamento e concedere il modulo di domanda: https://tourrette-levens.fr/wp-content/uploads/2020/07/R%C3%A9glement-dispositif-daide-broyeurs.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *