Presto la riapertura delle piscine municipali? “Siamo pronti !”

Mentre le piscine francesi sono state chiuse per più di due mesi, il Ministero dello Sport designerà circa venti bacini sul territorio per sperimentare con un protocollo sanitario per una riapertura globale. La piscina Lucien Maylin, a La Rochelle, è un candidato, spiega Catherine Leonidas, vice sindaco.

I nuotatori della domenica prendono speranza. Il Ministero dello Sport designerà circa venti pozze sul territorio per testare dalla prossima settimana un protocollo sanitario per la riapertura futura. La piscina Lucien Maylin, a La Rochelle, è un candidato. “Siamo pronti!”, Assicurati Catherine Leonidas, Assistant Mayor, nel microfono dell’Europa 1.

>> Live – Coronavirus: Segui l’evoluzione della situazione

prenotazione richiesta

Le tre piscine dell’Agnlomeration di solito registrano più 600.000 voci all’anno. “Gli utenti non vedono l’ora di riaprire”, dice. Dall’incontro, Catherine Leonidas e diversi partner, come l’UCPA, stivali su un protocollo sanitario che può essere implementato in tutte le piscine della Francia.

Tra le disposizioni proposte, c’è qualche riserva. Una nicchia da nuoto (massima 1h30), così come la limitazione del numero di utenti. “Per il momento, abbiamo intenzione di accogliere 32 allo stesso tempo”, spiega il Vice Mayor. La capacità della piscina Lucien Maylin è di solito … 1.000 persone. Ogni arrivo dovrà seguire un “corso obbligatorio”, lungo i quali gli agenti indicheranno il percorso da seguire.

Possiamo sperare per un ritorno alla normalità per le vacanze estive? “Si spera, ma stiamo aspettando le linee guida del ministero”, afferma Catherine Leonidas. Nel frattempo, il protocollo di riapertura sarà sperimentato da due a tre settimane, in circa venti lavandino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *