Proprietà non cancerogene dei prodotti: Hard Promises di contenere

Ci sono una piccola varietà di prodotti per la cura delle famiglie e dei corporali sul mercato che presentano la salute e la salute sana e la sicurezza dei consumatori. Quindi indossano le loro proprietà non cancerogene. Ma possiamo certificare che un prodotto non contiene alcun ingrediente cancerogeno? Questo significa che altri prodotti possono causare il cancro? PAUSE fai il magazzino.

Prodotti senza cancerogeni, ma difficili da certificare i prodotti sicuri

“per te, la tua famiglia e il nostro ambiente.” “Salute e benessere, nel cuore di il nostro approccio. “” Se c’è un rischio che un ingrediente non sia sicuro, non lo mettiamo. Punto. “

Oltre alle scommesse sul rispetto per l’ambiente, un numero crescente di prodotti aziendali e di pulizia sono la salute in prima linea. Ci sono settima generazione e natura pulite, Canada, metodo, Stati Uniti o Ecover, Belgio, per citarne alcuni.

in Quebec, l’atteggiamento aziendale, che esiste per 10 anni e che è cresciuto, ha un approccio ancora più esplicito: presenta i suoi prodotti come “senza cancerogeni”.

Una domanda si verifica inevitabilmente: i prodotti convenzionali contengono davvero carcinogeni?

“Se qualcuno dice” Senza Ingredienti cancerogeni “, Avvio, può sembrare fuorviante, poiché il governo non consente ai produttori di utilizzare ingredienti che sono cancerogeni, subito Hans Drouin, vicepresidente ricerca e sviluppo a atteggiamento. Ma noi, ciò che ci motiva e ciò che ci ha fatto iniziare avventura, è tutta la porzione dei contaminanti. Questi sono gli ingredienti indiretti. E il governo tollera la presenza di contaminanti cancerogeni in un prodotto. “

Residui

Questi contaminanti non vengono aggiunti intenzionalmente ai prodotti, ma possono essere trovati sotto forma di residui del processo di produzione. “Anche se il prodotto stesso è sicuro, a meno che tu non sia effettivamente monitorare la reazione per garantire che il prodotto secondario non venga prodotto, vi è un alto rischio che la miscela ottenuta alla fine è carcinogena”, spiega Viviane Yargeau, professore associato nel Dipartimento di Ingegneria Chimica presso l’Università di McGill.

in prodotti per la cura del corpo e le pulizie, cancerogeni o probabilmente contaminanti cancerogeni più citati sono 1,4-diossano, ossido di etilene e nitrosamine. Diversi prodotti per la cura del corpo contengono anche agenti di conservazione per “rilasci formaldeide”. Ampiamente utilizzato nelle industrie, la formaldeide è classificata come cancerogeno per gli esseri umani.

Attitude è tempesta di intelligenza sul suo sito web, ma nell’intervista, Hans Drouin ci ha detto che gli articoli della società Montreal non contengono 900 prodotti chimici Elencato sulla proposta 65 * della California. Questi prodotti sono associati al cancro o alle malattie congenite. L’atteggiamento richiede lettere di garanzie dai suoi fornitori e prove i prodotti nei laboratori esterni per confermare l’assenza di alcuni contaminanti, spiega Hans Drouin, un ingegnere chimico e in possesso di un dottorato.

Le basi dei dati

La Società si basa anche sui database delle agenzie che elencano possibili e probabili carcinogeni, come quello del Centro internazionale di ricerca sul cancro e quello del gruppo di lavoro ambientale, un’organizzazione ambientale americana.

L’atteggiamento dovrebbe adattarsi mentre la conoscenza si evolve. La società ha ritirato gli oli essenziali dei suoi prodotti, quattro anni fa, per non avere il processo di estrazione lascia prodotti secondari indesiderati. “Non possiamo prevedere il futuro, ma siamo proattivi: ad esempio, Aloe inizia ad essere sotto inchiesta a causa della sua busta esterna. Quando sapevamo, abbiamo rimosso l’Aloe, ovunque ci sia nei nostri prodotti.”

Se, fino ad ora, il consumatore doveva fidarsi del commento della Società, i recenti intervalli di prodotti Attitude e coloro che arrivano questa primavera sono “verificati EWG”, un sigillo del gruppo di lavoro ambientale che certifica la mancanza di ingredienti preoccupanti della salute .

Carcinogeni sconosciuti

Agli occhi di Viviane Yargeau e il suo collega Chris Metcalfe, professore alla scuola dell’ambiente presso la Trent University, tuttavia, rimane difficile certificarlo Un prodotto non contiene alcun cancerogeno.Perché oltre alla lunga lista di sostanze chimiche sospettate di essere cancerogeni, dicono, ce n’è uno probabilmente ancora più lungo – cancerogeni che non sappiamo ancora.

“Come ha detto Donald Rumsfeld, ci sono noti Conosciuto, noto noto e sconosciuto sconosciuto “, riassume Chris Metcalf.

” Ci sono migliaia di sostanze chimiche che entrano nella composizione dei prodotti. Usiamo ogni giorno e pochissimi sono stati valutati “, afferma Louise Hénault-Ethier , capo del progetto scientifico presso la Fondazione David Suzuki.

Neverthe, tutti accolgono l’iniziativa delle società. Fornire la missione di creare prodotti più sicuri – una missione che, sottolineano, ha un costo finanziario. “L’intenzione è molto buona e abbiamo bisogno di più aziende del genere”, afferma Viviane Yargeau, secondo cui queste aziende devono prestare attenzione al modo in cui promuovono la loro missione per ottenere fiducia dei consumatori.

* In Proprietion 65, adottato nel 1986, le imprese in California devono dare un avvertimento “chiaro e ragionevole” ai consumatori prima di esporli a una sostanza chimica sulla lista. Ad esempio, l’avviso può essere visualizzato sul pacchetto del prodotto.

Tre suggerimenti

Come limitare la nostra esposizione a prodotti chimici? Ecco tre punte di Louise Hénault-Etier.

> Limitiamo il numero di prodotti di cui abbiamo bisogno e optiamo per il più semplice, con l’elenco Ingredienti meno lunghi.

> La quantità di prodotti viene utilizzata per ogni utilizzo. Non c’è bisogno di mettere una tonnellata!

> Produciamo i propri prodotti. Puoi trovare diverse ricette su Internet.

Analisi del prodotto

Test di laboratorio

Gli scienziati ottengono una buona quota di dati di laboratorio, testando il composto sulle celle di raccolta o sui microrganismi. Possono anche avere un’idea del potere cancerogeno di una sostanza confrontandola con una sostanza con una struttura chimica simile e avendo già testato.

test animali

del Dopo, la sostanza può anche essere testata su dosi molto più alte di quelle a cui sono esposti gli umani. L’effetto trovato sugli animali potrebbe non essere lo stesso sugli esseri umani esposti a basse dosi, ma per motivi di sicurezza, si presume che la sostanza possa causare anche il cancro nell’uomo.

Studi epidemiologici

Infine, gli studi epidemiologici consentono anche di sapere quale fattore può essere correlato al cancro studiando le popolazioni umane. Detto questo, le persone sono esposte a diverse sostanze alla volta e può essere arduo per determinare quale è coinvolto. È spesso necessario combinare questi dati con quelli di studi di laboratorio per vedere più chiaramente.

Elenco dei carcinogeni

Quando il livello delle prove è giudicato “conclusivo”, la sostanza è etichettata cancerogeno. Se la prova è “convincente”, ma non conclusiva, la sostanza è etichettata come un probabile cancerogeno. Agenzie – incluso il Centro internazionale di ricerca sul cancro – mantenere la lista di sostanze cancerogene o probabilmente cancerogeniche.

Fonte: American Cancer Society

sei ingredienti per avere l’occhio

Questi prodotti contengono una moltitudine di sostanze chimiche. Qui ci sono sei.
DIETHANOLAMINE (DEA)

Dove? Dietanolammina è consentito nei prodotti di pulizia, tra cui sapone da tavola (la nostra foto) e detergenti liquidi per la biancheria.

Rischio: “DEA e composti simili, come la diisopropanolamina (dipera), possono produrre nitrosamine pericolose possibilmente associate al cancro “Scritto sul sito web del Canada sanitario.

Regolamento: Salute Canada proibisce l’uso in cosmetici.

Livello di rischio di EWG: 10/10 (ad alto rischio)

dove? Il termine “profumo” o “fragranza” è incluso negli ingredienti di tutti i tipi di prodotti: sapone, detersivo per lavanderia, shampoo, bagni schiumogici … Secondo la Fondazione David Suzuki, circa 3000 prodotti chimici sono utilizzati nella produzione di fragranze.

Rischio: i prodotti che inseriscono questa categoria sono stati associati a allergie, ma “Durante i test di laboratorio, gli ingredienti speciali di fragranza sono stati associati a Canceri”, scritto sul sito web della David Suzuki Foundation, che cita tre studi Su questo argomento.

Regolazione: “Health Canada recensioni Ingredienti per profumi allo stesso modo di qualsiasi altro ingrediente cosmetico”, è scritto sul sito.

Livello di rischio secondo EWG: 8/10 (ad alto rischio)
DMDM Hydantoin

Dove? DMDM Hydanina è un conservante ampiamente utilizzato nei prodotti per la cura del corpo, come shampoo e saponi, gel, ecc.

rischio: come diazolidinil urea, imidazolidinile urea, metanamina e quinternium-15, la funzione della funzione di rilasciando gradualmente la formaldeide come conservante. La formaldeide è classificata come agente cancerogeno.

Regolamento: Salute Canada limita l’uso di formaldeide in cosmetici (da 0% a 0,2%).

Livello di rischio secondo EWG: 7/10 (alto rischio)
Laureth Sodio Solfato

Dove? Detergente e agente schiumogeno diffuso, il solfato di Laureth Sodio si trova in una folla di prodotti da risciacquare, come shampoo e saponi per lavanderia. Sebbene sia visualizzato nell’elenco di 12 ingredienti da evitare secondo la Fondazione David Suzuki, si trova in molti prodotti “verdi”, compresi quelli della compagnia ecover belga, che lo giudica sufficientemente sicuro.

Rischio : Il solfato di Laureth Sodio è prodotto aggiungendo ossido di etilene a Laurylsulfat di sodio per renderlo meno irritante. Tuttavia, questo processo può lasciare contaminanti: 1,4-diossano, classificato come probabile cancerogeno e residui di ossido di etilene, un cancerogeno.

Regolamento: Health Canada non richiede restrizioni contro il solfato di Laureth Sodio.

Livello di rischio Secondo il EWG: 3/10 (Rischio moderato)
PEG-40

Dove? Composto a base di olio, glicole in polietilene (PEG-40, PEG-7, PEG-8, ecc.) Accumula diverse funzioni: è un detergente, un addensante, un solvente, un ammorbidente o un eccipiente di umidità. Si trova alla base di molti prodotti cosmetici, tra cui saponi liquidi, creme idratante e shampoo.

rischio: come nel caso del solfato di sodio Laureth, il processo di produzione della produzione del processo di produzione. PEG può causare residui di 1,4-diossano ed ossido di etilene, sostanze del cancro.

Regolamento: l’uso di composti PEG in cosmetici non è soggetto a restrizioni o divieto in Canada, nell’Unione europea o nel Stati Uniti, dice Salute Canada.

Livello di rischio secondo EWG: 3/10 (Rischio moderato)
Cocamidopropyl betaine

Dove? Il cockamidopropyl betaine è un delicato agente sintetico utilizzato in molti prodotti per la pulizia, compresi gel doccia, shampoo e rivitalizzatori.

rischio: il processo di trasformazione del cockamidopropilè betaina può causare la formazione di nitrosamine, un composto probabilmente cancerogeno.

Regolamento: Salute Canada limita la concentrazione del 3% nei prodotti destinati ad essere applicati sulla pelle (senza risciacquo).

Livello di rischio secondo EWG: 4/10 (rischio moderato)

Sì, ma …

Scienziati a cui siamo stati concordati: il grado di esposizione a sostanze cancerogene attraverso i prodotti trovati a casa rimane bassa o addirittura minimale.

Prendiamo ad esempio formaldeide, una sostanza relativa al cancro del cancro. La cavità nasale tra i lavoratori industriali che sono regolarmente esposti. “Il rischio di sviluppare il cancro dovuto all’esposizione alla formaldeide, a concentrazioni identificate nella maggior parte delle case canadesi, è praticamente zero”, scritto sul sito web della salute del Canada. Secondo la American Cancer Society, la quantità di formaldeide rilasciata da prodotti per la cura del corpo o cosmetici è “debole” e il rischio sulla salute umana, “incerta”.

Idem per 1,4 -Exane, un cancerogeno Trovato nella forma residua in diversi prodotti per la cura del corpo (13 dei 20 prodotti cosmetici testati dalla FDA negli Stati Uniti nel 1996-1997 in contenizione). Come la FDA, il Canada della salute conclude che 1,4-diossano “non è preoccupante per l’ambiente o la salute umana a tassi di esposizione attuali.”

Sul suo sito internet, la società del cancro americano ricorda che “Carcinogens Do non causare il cancro tutto il tempo, in tutte le circostanze “. Ad esempio, alcune sostanze possono essere cancerogene solo se una persona li inganna. Altri causeranno il cancro solo a causa di un’esposizione lunga e intensa, o solo nelle persone con una certa predisposizione genetica.

Principio di precauzione

Dovremmo ancora fuggire i prodotti corporali o di pulizia per contenerlo? Dopotutto, siamo esposti ogni giorno a diverse sostanze cancerogene, come alcol, inquinamento atmosferico, fumo di sigaretta, radiazioni solari …

Secondo Louise Hénault-Ethier, project manager scientifico presso la Fondazione David Suzuki, la precauzione è messa. “Spesso, quello che abbiamo fatto bene è la tossicità acuta a breve termine di queste sostanze, ma a lungo termine comprendiamo molto male le loro conseguenze per la salute,” dice.

“Ogni mostra individuale può sembra trascurabile, ma nel complesso, in un giorno, una settimana o una vita, il corpo è esposto a una quantità significativa di varie fonti, che saremmo tentati di considerare come trascurabili, ma che, presi nel loro insieme e considerando potenziali sinergie, Diventa significativa “, conclude Viviane Yargeau, professore associato nel Dipartimento di Ingegneria Chimica presso l’Università McGill.

Regolamenti

Adottiti nel 1977 e modificati più volte da allora i regolamenti dei cosmetici stabiliscono i requisiti Per sicurezza, etichettatura, restrizioni, barriere di ingredienti e reporting per i prodotti di assistenza corporale. “Salute Canada revisiona regolarmente questi ingredienti per garantire che siano sicuri e vietati o limiti l’uso se determinano il loro rischio per la salute”, scrive sul sito web del Canada Health, che stabilisce un elenco di sostanze il cui uso è proibito (circa 400 ) o limitato (82) nei cosmetici. I prodotti di pulizia, per la loro parte, sono soggetti ai regolamenti chimici. La vendita di prodotti giudicati “molto tossici” è proibita. Attualmente, nessun obbligo legale in Canada costringe i produttori di prodotti per la pulizia per fornire l’elenco completo dei loro ingredienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *