Quarantena

OriginModifier

Separazione e proibizione sociale registrata prima nel contesto del sacro, con la nozione di tabù, ad esempio il tabù del cibo. La separazione di pura e impura relativa alle malattie si manifesta nella Bibbia:

“Parla con gli israeliti, lo dirai: quando un uomo ha un flusso Uscendo dal suo corpo, questo flusso è impuro
qui è la sua impurità finché ha questo flusso: che la sua carne lascia fuori il flusso o tenerlo, è impuro che ogni letto dove dormire quest’uomo Sii impuro e qualsiasi arredamento in cui è asserito sarà impuro che chiunque toccherà il suo letto dovrà pulire i suoi vestiti, lavare nell’acqua, e sarà impuro fino a sera. “

– La Bibbia, Levitico 15: 2-5.

Questo passaggio è stato interpretato come descrizione di una gonorrea con” Dichiarazione obbligatoria di malattia contagiosa “e” isolamento e disinfezione “. Nella medicina ebraica, i testi menzionano malattie della pelle con isolamento sociale temporaneo, o con esclusione definitiva (discriminazione dei leper).

L’idea del numero 40 come periodo decisivo sarebbe quella di Ippocrate ( Verso il V secolo aC), che indica che una malattia acuta si manifesta nello spazio di 40 giorni. Altri menzionano Pythagoras che attribuisce al numero 4 delle virtù mistiche. Questo periodo di 40 giorni è adottato dai primi testi cristiani (il digiuno di 40 giorni di Gesù Cristo nel deserto).

significa-oliodifier

“Plaisées Blessed” o “Leper sermonizzati” da un vescovo. Miniatura del quattordicesimo secolo, British Library of London.

In Francia, la separazione sociale e l’esclusione dei leper rientrano nell’ordine reale del 21 giugno 1321. Il rifiuto Leper è ovunque la domanda locale, ma molto variegata. Molte città hanno una leprotto situato a parte, con limitazione o controllo dello spostamento dei lebbrosi. I motivi di origine sono primi religiosi e morali: la lebbra è una malattia dell’anima che si manifesta da una morte lenta del corpo.

Con il verificarsi della peste nera, i motivi sanitari appaiono nel primo piano. Le misure adottate sono il fatto delle autorità municipali che si basano sul senso comune di una contagiosità, nozione di poca importanza per la medicina medievale. Le più antiche misure per l’isolamento dei piaga consistono nell’includere le piaghe (e le loro famiglie) nella loro casa (sequestrazione), un’altra è l’espulsione fuori città. Queste misure, più del diritto medico, sono ammorbidenti dal XVI secolo. Più raramente, i pazienti sono autorizzati a circolare, ma avendo segni distintivi.

Le strutture sono messe in atto per riconciliare isolamento e cura: cabine di legno escluse l’agglomerazione (nel 1348 ad Avignone di Papa Clement VI), Pifferated Ospedale (a Venezia nel 1403). Le lebbra sono convertite in ospedale per Plagifées (a Marsiglia EN 1476).

La quarantena marittima corretta (isolamento preventiva) viene introdotto il 27 luglio 1377, dal grande consiglio di Ragusa che vieta l’accesso della città o il suo distretto a quelli “che arrivano da un’area infestata dalla peste, a meno che non siamo rimasti prima a Mrkan (It) o Cavtat per eliminarlo per un mese”, istituire così la prima quarantena ufficiale riconosciuta come tale,.

Lo stesso anno, Venezia adotta il metodo di Ragusa (isolamento su un vicino isola). Secondo il parere dei medici, la durata è aumentata a 40 giorni, secondo la dottrina ippocratica dei giorni critici, dove una malattia che supera i 40 giorni può essere solo una malattia cronica. La Quaranta si diffonde nei porti italiani, è stato adottato da Marsiglia nel 1383, Barcellona nel 1458, Edimburgo nel 1475. L’applicazione della quarantena è rafforzata dalla Fondazione dei Lazaret, incluso il primo, quello di Venezia (1403), funge da modelli Per altri porti (Genova nel 1469, Marsiglia nel 1526).

Quarantena sulla Terra è adottato per la prima volta in Provenza (Brignoles, 1464). Il sistema di quarantena è rafforzato da brevetti per merci e biglietti per la salute per le persone. Questi sono certificati che attestano l’origine di una città sana.

Classic Periodmodifier

lazaret della grande piaga di Vienna del 1679, ex-voto del 1680, Saint-Michel Chiesa di Vienna.

Il sistema Quarantena e Lazars diventa amministrazione permanente del 16 ° secolo in Italia.Nonostante i loro rivalità, le città italiane sono collegate da una rete di informazioni sulla salute dalla Francia, dalla Svizzera e dai Balcani. Questo esempio è seguito dalle città germaniche; Mentre altrove, in Francia, Spagna o Inghilterra, le mestrinie sono solo misure temporanee.

Dalla fine del XVII secolo, il sistema di controllo di quarantena ed epidemica è gradualmente trasferito dalla città a livello nazionale. La salute diventa una questione governativa. Il coordinamento più avanzato è quindi quello della Prussia e di altri stati germanici, in cui il termine polizia medica è usato per la prima volta nel 1764 da Wolfgang Thomas Rau (DE) (1721-1772).

In Inghilterra, la prima normativa di quarantena (livello governativo) è fondata nel 1663. In Francia, il Consiglio del re mette tutta la Provenza in quarantena durante la peste di Marsiglia nel 1720-1722. Durante il XVIII secolo è stata fondata una rete di sorveglianza tra i principali porti mediterranei d’Europa e il Levante.

Alle Americhe, la prima Quarantena Sea è quella di Santo Domingo nel 1519 contro il vaiolo. In Nord America, la quarantena viene applicata anche contro il vaiolo, la prima volta nel 1647, dalla colonia della baia del Massachusetts per le navi che arrivano dalle Isole Barbados. Poi contro la febbre gialla, dalle città di New York (1688) e Boston (1691). Nel 1799, il congresso degli Stati Uniti trasferisce l’autorità di quarantena (dal livello di ciascun stato) al livello federale (Segretariato del Tesoro fino al 1876) ,.

Partometdifier moderno

xixe centurymodifier

il monumento ai medici nel cimitero dell’Irish, sulla Big Island di Quebec, in quarantena place creata nel 1832 per gli immigrati.

Il secondo colera pandemico influisce sull’Europa nel 1830 e nel Nord America nel 1832. La strategia ufficiale è quindi di rafforzarsi I metodi utilizzati contro la peste: quarantene, lazaret e cavi sanitari, ma questi sono inefficienti contro il colera, che suscitano tensioni sociali e disturbi politici. Le politiche di quarantena variano per paese, possono servire come pretesto politico (per limitare le libertà dell’avversario – spostamento, scambio, corrispondenza …) o economico (protezione commerciale) ,.

nel 1834, Francia chiede la standardizzazione internazionale delle politiche di quarantena. Nel 1838, un comitato sanitario internazionale è fondato a Costantinopoli per coordinare misure frontiere contro epidemie. Nel 1851, la prima conferenza sanitaria internazionale si svolge a Parigi, dove è stata adottata il primo regolamento sanitario internazionale. Impone agli stati firmatari uguali a misure di quarantena contro la peste e il colera, ma nei 12 paesi partecipanti a questa prima conferenza, solo tre sono firmatari: Francia, Portogallo e Sardegna.

Le seguenti conferenze A volte sono il luogo delle discussioni violente, come la conferenza di Roma nel 1885, circa le quarantenue fatte sul canale Suez per le navi provenienti dall’India. Il vero conflitto non è stato sano ma politico (dominio britannico o francese sulla regione).

Negli Stati Uniti, la politica di quarantena, dipendente dal Dipartimento del Tesoro, è giudicata male applicata e nuova legislazione federale di quarantena è stato adottato nel 1878. L’Autorità di quarantena viene trasferita al servizio ospedaliero marino, un antenato del servizio sanitario pubblico degli Stati Uniti. La somministrazione di quaranta deve essere medicata e la sua durata deve essere basata sul periodo di incubazione specifico della malattia.

Nel 1893, gli Stati Uniti si uniscono al concerto della sanità europea. Le tre malattie internazionali di quarantena sono quindi colera, peste e febbre gialla.

ventesimo centurimodificatore

soldati di spedizione canadesi in quarantena per il morbillo, Francia, 1917-1918.

Le prime misure concrete, applicate da un gran numero di paesi firmatari sono quelle dell’undicesima conferenza internazionale di Parigi nel 1903 (adozione di una convenzione di 184 articoli). Nel 1907, l’ufficio internazionale dell’igiene pubblico è fondato a Parigi, riunendo 12 paesi. Diventa dopo la prima guerra mondiale il comitato dell’igiene della Lega delle Nazioni (SDN). Nel 1926, l’elenco delle malattie di quarantena è cinque, con l’aggiunta di vaiolo e tifo.

nei primi terzi delle misure di quarantena del ventesimo secolo sono medicate.La nuova conoscenza microbiologica consente di distinguere casi confermati, casi sospetti e indennizzazioni, nonché le modalità di trasmissione e la durata dell’incubazione specifiche per ciascuna malattia infettiva. Si scopre che la quarantena può essere efficace nel limitare determinate malattie, ma anche inutile o dannoso per gli altri.

Dopo la seconda guerra mondiale, che, fondata nel 1948, sostituisce il comitato. Igiene dell’SDN. Il termine “malattie di quarantena” scompare, per diventare “malattie internazionali” in un regolamento sanitario internazionale, adottato da 181 paesi e dando origine alla dichiarazione obbligatoria. Nel 1951, sono 6: colera, peste, febbre gialla, vaiolo, typhus e febbre ricorrente.

Nella seconda metà del ventesimo secolo, l’importanza relativa della quarantena diminuisce; Sembra uno dei metodi, tra molti altri, utilizzato in un sistema più generale di sorveglianza e controllo delle malattie. Negli Stati Uniti, nel 1967, 55 “Stazioni di quarantena” sono regolate dal CDC e situate in porti e aeroporti internazionali. Nel 1992 sono solo 8. È lo stesso per le malattie della quarantena: negli anni ’80 il CDC ha ancora elencato 26 malattie per l’ingresso negli Stati Uniti, nel 1992 questo elenco è ridotto a 7 malattie: febbre giallo, colera, difterite, Tubercolosi, peste, sospetto di vaiolo (bioterroristico) e febbre emorragica virale.

Sembra che la quarantena non sia una panacea, che ha i suoi limiti, specialmente quando la comparsa di AIDS, per ragioni biomediche, ma anche legali ed etiche. In altri casi, può essere convalidato per particolari malattie o contesti. La quarantena “moderna” è quindi un mezzo, non indistinto o generalizzato, ma “scolpito su misure” e sempre discutibile. Questo è stato il caso durante l’epidemia SARS del 2003 o la pandemia del 2009 (H1-N1),.

XXIE Curremodifier

Articolo dettagliato: Quarantena nel 2020 in Italia.

Nel 2005, il regolamento sanitario internazionale definisce la quarantena come “restrizione delle attività e / o messe via da persone sospette che non sono pazienti o bagagli, contenitori, mezzi di trasporto o sospetti, quindi come impedire la possibile propagazione di infezione o contaminazione “;

Dal 2000, feedback da epidemie o pandemie di H5N1, SARS, i mari quindi SARS-COV-2 e modelli epidemiologici, hanno portato a perfezionare il Protocolli di quarantena o isolamento (assistenza sanitaria) per determinate malattie e un quadro internazionale è stato prodotto nel 2005 da chi. Così:

  • Le quarantenze in tutta la città sono state imposte in Cina e in Canada contro SARS nel 2003, e nell’Africa occidentale molti villaggi sono stati messi in quarantena per frenare e fermare l’epidemia di Ebola del 2014;
  • Nel 2019-2020, per la prima volta nella storia dell’umanità ed dell’epidemiologia, l’isolamento volontario (“Autoish”) e la quarantena sono stati utilizzati su larga scala per frenare la malattia in Coronavirus (Covid-19). Città intere dalla Cina, quindi nelle regioni, quindi in Europa L’Italia ha imposto restrizioni senza precedenti dal 2020 marzo 20020 per combattere la diffusione di questo virus, mentre migliaia di cittadini stranieri che ritornano da un viaggio in Cina erano dal mondo invitato a isolarsi a casa o in Impianti gestiti da stato;
  • Il caso particolare della principessa Diamond, che è stato vietato atterrare (e mettere in realtà, in quarantena obbligatoria) e dove oltre 700 persone hanno contratto Covid-19, mostra che in un contesto Di improvvisazione, un luogo confinato e inappropriato può anche diventare un luogo di incubazione e contagio.
  • Per la malattia del Coronavirus del 2019, sono state fatte quarantine ridotte a quattordici giorni. Tuttavia, la durata di quattordici giorni non sufficiente, il Quarlo è stato esteso a 21 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *