Riproduzione

un esempio Da MEMENTO dei segni di correzione francese

Nel contesto dell’edizione, una volta completata la composizione, viene disegnato un test di correzione, che viene dato al correttore. Dall’inizio della stampa della stampa, la correzione è stata spesso eseguita da due correttori: la prima leggi una copia del test ad alta voce, il secondo ha fatto le correzioni mediante segni convenzionali. Il lettore utilizzato, per segnalare le varie punte di punteggio e stili tipografici, di termini abbreviativi: apre per una parentesi lavorativa, azienda per una parentesi di chiusura, vongola per un punto esclamativo, sopra i punti di sospensione, ecc. Successivamente il correttore funziona da solo, apposizione delle sue correzioni sull’inchiostro rosso seguendo i codici convenzionali: un segno indica il carattere o i caratteri da modificare nel corpo del testo e la correzione da apportare è menzionata nel margine.

Alla fine del processo, il lettore (o il correttore di stampa) dà un bene da sparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *