Severn Cullis-Suzuki “Dobbiamo mostrare ai nostri figli che le soluzioni sono lì, che noi Può risolvere la crisi del clima e salvarle “

ha 12 anni, nel 1992, al Rio Earth Summit Tribune, il canadese Severn Cullis-Suzuki ha esortato i leader per agire per preservare l’ambiente. Con i suoi pari dell’organizzazione ambientale dei bambini (ECO), la figlia del Genetician David Suzuki e lo scrittore Tara Cullis, entrambi gli ecologisti, avevano portato insieme i fondi necessari per il viaggio. “A scuola, anche nell’asilo, ci porti a comportarci, non combattere, per rispettare gli altri, per pulire ciò che abbiamo disturbato, non ferire altre creature, di condividere alcuna avarizia. Quindi, perché fai le cose che tu Diciamo a noi di non fare? Valutare, la sua voce seriamente e ti ha messo in merito alla sfida, per favore, fai riflettere le tue azioni. ” Il video del suo discorso, quindi ovation, rimane molto condiviso su Internet. A quasi 40 anni, il biologo e l’ambientalista continua a combattere per la “giustizia intergenerazionale”. Sposato con un membro della gente di Haida, che ha vissuto per millenni in un arcipelago al largo della costa occidentale del Canada, insiste sulla necessità di ascoltare i nativi americani. E incoraggia la giovane generazione di attivisti.

Sei spesso paragonato a Greta Thunberg. Cosa ne pensi della sua azione?

È molto intelligente e coerente. Giovane attivista, ho avuto la stessa passione, lo stesso dolore, lo stesso bisogno di dire cosa stava succedendo. Ma nel 1992, il contesto era molto diverso. Siamo molto più consapevoli del potere delle forze che desiderano mantenere l’egemonia delle energie fossili. Allo stesso tempo, dal 1992, abbiamo estratto molte ricchezze dal pianeta. Lo chiamiamo “qualità della vita”, ma in realtà, è il nostro consumismo, che è aumentato. Come nella magia, abbiamo creato prosperità da nulla, o piuttosto dalla passata energia del sole, attraverso la trasformazione del petrolio di animali morti e piante ci sono lampadari. Ma tutto ha un costo. E il costo qui è il futuro dei nostri figli. Il cambiamento climatico è lì, sentiamo i primi effetti, vediamo che ciò accade molto più veloce di quello che avevamo immaginato.

Forse i giovani sembrano essere molto più mobilitati come quelli degli anni ’90?

I giovani sono sempre stati i più pronta ad agire, nelle avanguardie della società. Non ero l’unico giovane attivista in quel momento, ma probabilmente era meno visibile in assenza di social network. Oggi il resto della società comprende migliori problemi ambientali. Dobbiamo supportare i giovani che stanno mobilitando per il clima, dobbiamo fare un movimento intergenerazionale, in modo che la rivoluzione sociale ed economica accada. Abbiamo bisogno di trasformare la nostra economia il prima possibile, sulla base di energie rinnovabili e risparmi energetici. Quando ero giovane, gli adulti mi hanno detto, “salverà il mondo, posso andare in pensione.” Come volevo sentire: “Mi unirò a te e combatterò per te.” Questo è quello che abbiamo bisogno di dire a giovani oggi. Ci chiedono di aiutarli, difenderli.

Questo non è proprio il caso. Greta Thunberg è attaccata, alcuni si qualificano per “Guru apocalittico” …

certo, perché richiede una trasformazione, una rimozione di strutture di potenza ben ancorata e stabilita. Le persone stanno cercando di taglierla perché ha un impatto, influenza. Lei è fantastica. Forse la sua sindrome per cospargere aiuta ad avere questa visione, questa resistenza. Fortunatamente viene dalla Svezia e non dal Brasile perché non poteva mai rimanere vivo. Ci sono giovani attivisti in tutto il mondo, ma spesso non hanno questo pubblico, questo forum che possiamo avere nel mondo occidentale.

Sei stato vittima di tali attacchi?

No, non allo stesso livello di Greta, anche se non lo considero come una vittima, gestisce molto bene. I social network sono diventati una piattaforma per i codardi che “Trollen” in modo anonimo. E il livello del dibattito pubblico si è deteriorato considerevolmente, basta guardare la persona che gestisce gli Stati Uniti.

La maggior parte dei giovani che stanno combattendo per il clima sono ragazze …

Assolutamente . Ed è stata la stessa cosa nel 1992. Nel mio club di advocacy ambientale, c’erano solo ragazze, e vediamo che ovunque.Non voglio fare giudizi o scorciatoie, ma se guardiamo le statistiche, vediamo che sono le donne che, su questo pianeta, si prendono cura dei bambini più spesso, prestare attenzione alla loro educazione, alla loro salute, Leggi l’elenco degli ingredienti sugli alimenti che mangiano, offrono ONG ambientali, sono preoccupati per il futuro. Naturalmente, anche gli uomini lo fanno, ma i numeri mostrano che le donne si prendono cura delle generazioni future e degli anziani, che pensano ai compleanni e a tutte queste cose che creano un legame sociale. La nostra società sta valutando nulla. Il nostro PIL, che non ha mai dovuto misurare la qualità della vita, cresce dopo il passaggio di un uragano. L’ex ministro canadese della Finanza Joe Oliver ha detto che il Canada beneficerà dei cambiamenti climatici in quanto crescerà il nostro PIL. Ma sì, certo, avremo bisogno di più ambulanze, più polizia, ci sarà più scambio di denaro a causa dei disastri … Quando lo sento, mi chiedo dei nostri valori. Abbiamo bisogno di più donne al potere di controbilanciare che. Ciò di cui abbiamo bisogno non è la rivoluzione per la rivoluzione, ma un ritorno da equilibrio. Questo va in parte da una ridistribuzione egualitaria del potere, gli uomini lo hanno afferrato per così tanto tempo …

Parliamo molto su “ecofochinism” ultimamente.

Va tutto bene, ma Sono diffidente dei termini alla moda. Mia madre, che è stata anche una letteratura professore e attivista, mi ha detto un giorno che non abbiamo bisogno di parole complicate per parlare di valori che hanno persistito per generazioni. Le relazioni del dominio “di genere”, problemi di genere, il bene delle generazioni future, non è nuovo. Tutto meglio se questi concetti si evolvono, ma i termini della terminologia non dovrebbero distrarci, né dividere noi come è spesso il caso. Quindi rispetto l’ecofeminismo, ma non abbiamo bisogno di parole sofisticate per parlare di ciò che facciamo.

Greta Thunberg è anche accusato di “manipolato”. Sei stato?

È molto simile a ciò che potremmo dire sulle donne, che non sarebbero in grado di pensare da soli. Greta sa di cosa sta parlando, sa come leggere gli articoli scientifici, ascoltarlo. Devi solo parlare con un adolescente per realizzare quanto i giovani brillanti e così liberi. Noi, adulti, sono radicati in qualche modo per pensare, ma i giovani non hanno questi carcisti. Quando, con il mio gruppo di bambini ECOLI, abbiamo sentito parlare del Summit Rio nel 1992, abbiamo detto che dovevamo andare a rappresentare le generazioni future. Adulto, non avrei mai avuto questo pellet, questo audace (ride). Oggi abbiamo bisogno di crescere una sfida gigantesca, che è quella di uscire da tutta l’energia fossile in un tempo molto breve. Quindi abbiamo bisogno del grande spirito dei giovani.

Nel 1992, il tuo discorso ha “silenziato il mondo per cinque minuti”. Qual è stato il suo impatto a lungo termine?

Questa è l’intera domanda. I bambini mi chiedono cosa ha servito il mio discorso. Come può cambiare accadere in una società? Pensai, figlio, che i leader potessero cambiare le cose. Non è logico? Tuttavia, dopo il mio discorso e soprattutto dopo l’adozione in Rio dell’ambiziosa agenda dell’ordine del programma 21, cosa è successo? Questo è stato seguito dagli anni peggiori per l’ambiente. Il decennio precedente era stato molto favorevole, con politici che dichiarando se stesso Ecolos. Ma l’ascesa di multinazionali e globalizzazione ha fermato questo slancio. E il mondo ha preso la direzione opposta. Uno dei miei amici, Nathaniel Rich, ha pubblicato un libro su come il mondo ha quasi agito negli anni ’80 per combattere contro il cambiamento climatico … Le persone continuano a scrivere per dirmi che il mio discorso del mio 1992 ha colpito. Trovo affascinante che dopo tutto quello che sono stato in grado di fare da allora, questo è il discorso più efficace. Questo dimostra il potere e l’importanza della voce dei giovani.

Alcuni leader come Trump o Bolsonaro fanno esattamente l’esatto opposto di ciò che dovrebbe essere fatto e incoraggiare la distruzione del pianeta …

Il parallelo con l’abolizione della schiavitù sembra interessante e utile. Questo sistema in cui è stato applicato il diritto di proprietà degli esseri umani è stata un’enorme industria, il motore dell’economia globale per secoli. Gli anti-abolizionisti brandrirono la minaccia di un disastro economico, allo stesso modo delle energie dei fossili le lobby assicurano che non possiamo fare a meno di loro. Era necessario combattere per centinaia di anni per abolire la schiavitù, trasformare un’economia basata su qualcosa che ci sembra oggi uniformemente indifendibile.

Non abbiamo così tanto tempo a Frank Fossil Energies …

No, è vero. L’umanità sarà in grado di riorientare completamente la sua infrastruttura globale per preservare un terreno vivente? E poi, cosa significa “farlo in tempo”? Per gli abitanti dei piccoli stati dell’isola del Pacifico, è già troppo tardi, hanno perso la terra. È anche troppo tardi per coloro le cui case sono state distrutte dagli uragani. Il cambiamento climatico è già lì, è solo una questione di grandezza. Quando diciamo “abbiamo tempo?”, Quello che stiamo dicendo in realtà, è “quanto hanno ricco hanno il tempo di respingere la scadenza?”

Cosa pensare ai leader come il primo ministro canadese Justin Trudeau O il presidente Macron, che sorge come campioni del clima ma i cui atti non seguono?

Trudeau cerca di essere rieletto. La flessibilità dei nostri cosiddetti funzionari eletti è molto limitata, specialmente a livello nazionale. Un leader, un vero, a volte deve prendere decisioni impopolari, specialmente in tempi di crisi. Nella piccola comunità indigena in cui vivo, al largo della costa occidentale del Canada, vedo “leader” ogni giorno. La vera leadership prende pile di forme, può essere qualcuno che pulisce la stanza multifunzionale perché deve essere fatto. Poiché alcune persone sono rispettate per le loro azioni, diventano leader per prendere decisioni, anche impopolari, è una forma di contratto sociale. C’è pochissimo spazio per questo a livello federale. Quindi non penso che i nostri politici nazionali ci salvino.

Credi ancora nelle cime delle Nazioni Unite? Non sono nemmeno controproducenti, lasciandoci che i leader agiscono?

The ONU è un sogno, una nobile visione, è molto importante mantenerlo, per continuare a difenderlo. Perché abbiamo altro? Se non abbiamo avuto le Nazioni Unite, dove ci sarebbe un forum per le discussioni globali su questi argomenti? Detto questo, mi ha smesso di rendermi sistematicamente per picchi globali o con conferenze lontane, valuto caso per caso se vale il colpo per bruciare il cherosene rispetto all’impatto che posso avere. P.>

Gli Stati non rispettano i propri impegni dell’accordo di Parigi sul clima …

Questo è vero, molti accordi non sono vincolanti. Ma cosa fare? Controlla i paesi? Questa non è la soluzione neanche. Dobbiamo sostenere l’ONU e questi accordi, ma è qui che la vera leadership deve intervenire, per rispettarli. Ahimè, non lo vediamo ancora.

Qual è il cuore della tua azione, oggi?

Lavoro principalmente nella mia piccola comunità nativa americana. Piccolo in termini di popolazione, ma certamente non in termini di mente. Ho sposato un membro della gente di Haida, la cui lingua ha solo 30 altoparlanti. Con il vecchio e ora i miei due figli, sto cercando di rivitalizzarlo. La massiccia perdita della diversità attuale riguarda Soula e Animali come culture umane, è lo stesso fenomeno. Tuttavia, per affrontare l’incidente climatico e l’estinzione di massa delle specie, abbiamo bisogno di modalità alternative di pensiero, altri modi per considerare la vita e la nostra relazione con esso. Senza il mondo, le comunità indigene che sono sopravvissute alla nostra colonizzazione hanno mantenuto questa saggezza che è sapere come vivere in armonia con la natura. Parte della soluzione, per l’umanità, sarà di riconciliare con queste culture, ascoltare con umiltà, e dire loro “Impara come riconquistare questo equilibrio, un modo di vita sostenibile”. Dove vivo, la popolazione era dieci volte più grande di oggi. Come stavano facendo per vivere in modo sostenibile con un’alta qualità della vita?

Cosa possiamo imparare da loro, concretissamente?

È un’azienda matriarcale. Se il leader ereditario non funziona bene, le donne anziane possono revocarla. Le decisioni sulle risorse naturali e il resto della vita sono basate sulla reciprocità e sul rispetto. Gli altri animali non sono solo considerati pesci o orchi, ma come “popoli animali”, comunità con cui dobbiamo negoziare con rispetto. Cambia totalmente il modo in cui vengono prese le decisioni. Se i salmoni sono rari in questo fiume, devi smettere di pescare. È una conoscenza basata su millenni di sopravvivenza, semplici osservazioni: “Se prendiamo troppo, l’anno successivo, noi dimoremo affamati”. Uscire dal impastatore in cui ci mettiamo noi stessi, spero che ci tireremo e ci ispiriamo.

in Brasile o altrove, piuttosto che ascoltare queste culture, li minacciamo …

È vero.Ma in Canada, le cose sono cambiate molto negli ultimi cinque anni, la voce dei nativi americani è ora ascoltata.

ancora, Justin Trudeau ha approvato l’estensione del conduttura Trans Mountain, che deve triplicare il Volume di petrolio greggio. Trasportato dalle sabbie dell’olio di Alberta al Pacifico, senza consultare i popoli che vivono sulla rotta …

Sì, ma la giustizia ha respinto questa decisione. È un enorme progresso. Ora, i nativi americani sono anche attori politici, la loro opinione conta.

Il tuo messaggio sembra più ottimista di quanto non fosse nel 1992.

trovi? (Ride). Non abbiamo altra scelta che mantenere speranza e agire. Anche se so, siamo in una situazione critica, non penso che diresse alla gente che la fine del mondo è vicino a motivazione. Ho provato a suonare l’allarme per tutta la vita, vedo che non funziona. Ho ricevuto un’e-mail da un padre la cui figlia si è suicidata, apparentemente dalla disperazione a causa della crisi ambientale. Chi può biasimarlo? Se leggiamo i rapporti scientifici, c’è qualcosa da devastare. Il mio figlio di 10 anni a volte mi dice che preferirebbe essere una rana o una lucertola, perché non fanno tanto male come umani. Cosa rispondergli? Sono d’accordo con Greta quando racconta i leader “Voglio che tu faccia il panico, perché c’è urgenza, ma deve essere accompagnato da azioni. Per mostrare ai nostri figli che le soluzioni sono lì, che possiamo risolvere questa crisi, salvarle. Il Canada può uscire dalle energie fossili nel 2030, è totalmente possibile. Possiamo farlo, quindi fallo!

Green Week Covering clima ora

Banniere_CoveringClimatnow2 Green Settimana Banner che copre il clima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *