Sondaggio etnobotanico sugli impianti epatoprotettivi utilizzati dal gruppo etnico Ansia del Togo, sul lungomare del Parco Nazionale del sud Topodo


Astratto

Conoscenza endogena delle piante e Le piante utilizzate nella medicina tradizionale togolese per il trattamento delle malattie del fegato sono scarsamente documentate. È in questo contesto che questo studio è stato intrapreso per identificare queste conoscenze e conoscenze fare su impianti protettivi di Togo. Le indagini etnobotanniche sono state condotte da giugno 2011 a maggio 2015 per identificare con le popolazioni del gruppo etnico ” adja- ”, Riparians at Togodo South National Park, situato nella regione sanitaria marittima del Togo, le piante protettive epatolate utilizzate dai terapeuti di Tradiale . L’intervista semi-strutturata è stata il metodo di raccolta dei dati. I leader tradizionali hanno contribuito a facilitare la mobilitazione dei terapisti commerciali e ottenere il consenso informato per partecipare allo studio. I dati raccolti sono stati analizzati dal software SPPS 8.1 e R 2.0 per evidenziare le caratteristiche etnofarmacologiche.

da 89 Eerbalisti e Tradiatheves (21 donne e 68 uomini), sono state raccolte 202 ricette protettive epatolate. Questi ricavi sono composti da 91 specie appartenenti a 40 famiglie il cui più rappresentato sono Fabaceae, Malvaceae, Euphorbiaceae e Rubiaceae. Sanséviera Liberiaca, Cocos Nucifera, Lipia Multiflora, Euphorbia Hirta, Gomphrena Celosioides e Lannea KerstingIi sono state le specie più citate. Le ricette sono preparate principalmente dal decotto (49,03%) e macerazione (39,22%). Sono somministrati per via orale (79,41%), cutanea (18,62%) e gocce oculari (1,97%). Epatite (57%), ittero (35%), costipazione (5%), febbre tifoidea (2%) ed edema (1%), erano malattie del fegato citate. L’asta foliata (28%), foglie (23%) la corteccia del tronco (12%) e le radici (11%) erano gli organi più usati. L’uso di parti sensibili come la corteccia, le radici e la lampadina al 37%, preoccupato per la conservazione della specie e rappresenta gravi minacce alla diversità biologica. Dodici ricette sono state selezionate per valutare il laboratorio, le loro attività protettive Hepato per convalidare i propri usi in medicina tradizionale togolese per curare le malattie del fegato.

Parole chiave: sondaggio etnobotanico, piante epato-protettivo, Park National, Topodod , TOGO

Titolo inglese: sondaggio etnobotanico degli impianti di protezione epatolati utilizzati da Adiago gruppo etnico di Togo intorno al Parco Nazionale di Topodo South

Français Abstract

Etnobotanico Le indagini sono state condotte con gli intervistati che forniscono dal “gruppo etnico” etnico di popolazione rivierata del Parco Nazionale del Parco Nazionale, situato nella regione sanitaria maritale del Togo. L’intervista semi-strutturata è stata il metodo della raccolta dei dati sulle piante utilizzate per il trattamento dei foniti del fegato. I leader tradizionali hanno contribuito a facilitare la mobilitazione dei guaritori tradizionali e ottenere il loro consenso informato per partecipare al sondaggio.

con 89 guaritori tradizionali (21 donne e 68 uomini), sono state raccolte 202 ricette protettive epatolate. Le ricette di Thespe sono composte da 91 specie appartenenti a 40 famiglie botaniche. Le famiglie più rappresentate Weere Fabaceae, Malvaceae, Euphorbiaceae e Rubiaceae. Sanséviera Liberiaca, Cocos Nucifera, Lipia Multiflora, Euphorbia Hirta, Gomphrena Celosioides e Lannea KerstingII sono state le specie più cedette. Le ricette sono state preparate essenzialmente mediante decozione (49,03%) e allegramento (39,22%). Sono stati somministrati per via orale (79,41%), per il bagno del corpo (18,62%) e dalla strada degli occhi (1,97%). Epatite (57%), Julum (35%), costipazione (5%), tifoide (2%) ed edema (1%) sono state le malattie del fegato cedarono. Gambo frondoso (28%), foglie (23%), la corteccia di stelo (12%) e le radici (11%) erano gli organi più usati. L’uso di parti sensibili come la corteccia, le radici e la lampadina con il 37%, sono risolte per la conservazione della specifica e rappresenta una grave minaccia per la bodaversity. Dodici ricette sono state selezionate per valutare in laboratorio, le loro attività protettive epatolate per convalidare la conoscenza togola nella medicina tradizionale per curare le malattie del fegato.

Parole chiave: sondaggio etnobotanico, impianti nazionali, Topodod South, Togo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *