Stati Uniti. L’opposizione è chiamata FreedomWorks

Richard K. Armey è professore di economia, leader dei repubblicani nella casa dei rappresentanti e del lobbista per grandi aziende. Non ha mai masticato le sue parole per quanto riguarda i suoi compagni sulla destra. E ora, in prima linea a una banda eterogenea di avversari dei programmi del Presidente, intraprende un’opera a cui Obama stesso strofinata anni fa, quello dell’organizzazione della base.

Dal momento che le riunioni pubbliche rumorose del mese Di agosto fino all’evento del 12 settembre ha attirato migliaia di conservatori a Washington, Richard K. Armey e Freedomworks, la Fondazione che dirige, ha superato l’affrontare i democratici sulla riforma del sistema sanitario. L’idea di un mercato conservatore sulla capitale federale è nata al quartier generale della FreedomWorks. I membri dell’organizzazione hanno scelto la data, è riuscita a ottenere autorizzazioni e altri dettagli logistici. Il gruppo è diventato coinvolto in diverse altre organizzazioni, compresi i patrioti del Tea Party, per effettuare l’operazione. Agli occhi di Armey, è l’intero programma politico di Obama che rappresenta un’espansione inaccettabile dello stato. “Difendere la libertà, questo è il lavoro della mia vita, lui afferma, e mai la libertà è stata minacciata in America.”

I suoi detrattori parlano di lui e della sua fondazione in termini meno laudativi. Si accusano di fare il gioco dell’industria farmaceutica e delle compagnie di assicurazione sanitaria. Matt Kibbe, presidente della Freedomworks, afferma che l’organizzazione ha “non accettato un solo dollaro” dell’uno o dall’altro settore dall’inizio della battaglia sulla salute.
di Texane Origin, Armey ha costruito la sua carriera sulle contraddizioni. Attivista politico, dichiara che la politica “detiene la frustrazione”. In agosto ha lasciato la sua posizione a DLA Piper, l’impresa legale specializzata nel lobbismo di cui è stato uno dei principali associati dal 2003. Tra i suoi clienti. Carmax, Gruppo di distribuzione dei veicoli usati e il Consiglio interattivo dei giochi. Armey ammette che, a causa del suo impegno, era in una situazione difficile e ha detto che i clienti del gabinetto non fanno l’oggetto di “molestie” finché sarebbe un membro . “Ma ho avuto problemi da”, dice.

Un nuovo evento anti-obama in autunno del 2010

FreedomWorks è con sede a Washington. La fondazione è forse l’unico inquilino, Tra le aziende e le società legali hanno trovato lì, per visualizzare un ottimo poster di Ayn Rand nella sua hall. Fondata nel 1984 sotto il nome di cittadini per un’economia audio, la Freedomworks oggi impiega sedici persone a tempo pieno e ha un budget annuale di circa $ 7 milioni. Armey ha incatenato nove mandati nella Camera dei rappresentanti, ma spiega che si sente meglio a Washington nella pelle di un estraneo. Certamente va alcuni giorni al mese nella capitale per raccogliere fondi e incontrare attivisti presso la FreedomWorks locali, ma quello che preferisce, dice: “È tornato ogni volta che può nel suo ranch della regione di Dallas.

Nei diciotto anni trascorsi nella casa dei rappresentanti, i ripetitori di leader Blicens e sembra aver perso più a lungo per litigare che combattere contro i democratici. Armey aveva frequentemente usato per dire tutto il massimo cosa la passava dalla sua testa. Le tensioni non hanno placato dopo la sua partenza, nel 2003, dal momento che ha criticato i suoi ex colleghi per scavare il deficit di bilancio. Ha anche scatenato il governo Bush, andando a lamentarsi pubblicamente che il vicepresidente Dick Cheney aveva mentito in Iraq. Dice oggi si sente molto più libero nel suo nuovo ruolo. A proposito, con il suo AIDS AIDS, prepara una nuova passeggiata su Washington per settembre 2010. “Penso che tutti abbiamo la stessa sensazione, conclude, siamo desiderosi di ricominciare”.

ben pershing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *