Sviluppo sostenibile I 3 Brewer: Brasser GRANDE

I 3 Brewer hanno recentemente avviato un piano di sviluppo sostenibile per cinque anni per fare una vera differenza per l’ambiente. La società ha messo dal 2019 sull’acquisto locale, l’economia circolare e la massiccia riduzione dei rifiuti.

pubblicato il 19 ottobre 2020 alle 12:00 del mattino
Condividi

  • & assegno; Link copioso

sandra sirois
Collaborazione speciale

Jean-Marc Zerbib, Officer di esportazione e sviluppo nei 3 birrilli, è categorico; I cortocircuiti fanno parte del DNA multinazionale dai lampadari. “I 3 birrille sono nati in Francia e il loro obiettivo era quello di posticipare il birrificio al centro del suo quartiere, come nel diciannovesimo secolo. Fare la birra dove viene consumata.”

Photo Marco Campanzi, la stampa

Una birra prodotta qui per ristoranti I 3 Brewers

L’anno scorso, la società francese ha deciso di scommettere su questa filosofia anche in un contesto di sviluppo sostenibile per tutti i suoi ristoranti. Come parte di questo piano, i 3 birritori in Quebec hanno deciso di sviluppare un menu progettato con il 60% del cibo prodotto qui. In particolare, la catena ha vinto una certificazione alimentare Quebec per questo scopo. Inoltre, la società ha portato le sue porzioni per evitare il maggior numero di sprechi possibili.

Drêche e opportunità

La drêche, composta dal 95% di orzo malteso, è il residuo dei cereali utilizzati nel birrificio per la preparazione della birra. I 3 birritori acquistano l’85% di questi cereali nel Canada occidentale. Dopo la fermentazione, il drêche non usa più la compagnia. “Lasciamo dietro una materia prima appena usata usata con un sacco di valore nutrizionale, mi dispiace Sylvain Clep, capo Brewer della compagnia in Quebec. È straziante quando lavori per un’azienda che ha valori molto locali.”

Photo Marco Campanzi, la stampa

I 3 birrifici acquistano 85% di questi cereali nel Canada occidentale.

Per anni, il capo del birraio ha offerto questo drêche gratis per i maggiori agricoltori di Montreal chi lo ha usato come cibo per gli animali. Tuttavia, la fornitura era difficile per i produttori a causa del traffico e degli orari dei ristoranti.

È durante una mattinata aziendale con il Jonathan Entrepreneur Rodrigue, da ancora del buon cibo alcuni mesi fa, quello L’idea di trasformare il drone in farina per far nato i biscotti. Sylvain Clep spera anche che questa farina possa consentire un altro dei loro fornitori, l’arte bianca del panetteria, per fare del pane per il ristorante. Entrambi i progetti stanno ancora sviluppando.

Il capo del birraio offre anche il suo lievito consumato al triciclo, un’azienda specializzata in Grill fattorie, che lo usa per nutrire i suoi insetti.

e microbirrifica non si fermano lì. La catena riutilizza una parte della drêche, che, una volta essiccata, viene trasformata grazie a un subappaltatore del sottopiano commestibile.

È solo per recuperare tutto, l’azienda consente di risparmiare denaro? “No, ammette Sylvain Clep. Ma per gli stessi costi, abbiamo una sensazione migliore al mattino quando guardiamo nel ghiaccio.”

I 3 birrifici in breve

> Fondazione Anno: 1986
> Sede: Villeneuve-D’ascq, Francia
> Arrivo Anno in Canada: 2002
> Numero di filiali in Canada: 15

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *