Tabula Candida (Italiano)

lesbiojoux (1883)

Guy de Maupassant ( 1850-1893)

Mr. Lantin, avendo incontrato questa ragazza, in una serata, nel suo dipartimento dell’ufficio, l’amore lo avvolgeva come una rete.
Era la figlia di un collezionista provinciale, che ha stato morto per diversi anni. Allora venne a Parigi con sua madre, che ha frequentato alcune famiglie borghesi nel suo quartiere nella speranza di sposare il giovane.
Erano poveri e onorevoli, silenziosi e dolci. La ragazza sembrava il tipo assoluto della donna onesta a cui il giovane saggio sogna di affidare la sua vita. La sua modesta bellezza aveva un fascino angelico della modestia, e il sorriso impercettibile che non ha lasciato le sue labbra sembrava un riflesso del suo cuore.
Tutti hanno cantato le sue lodi; Tutti quelli che lo conoscevano ripetuti infinitamente: “Happy He We Lo prenderà, non siamo riusciti a trovarlo meglio.”
M. Lantin, poi principale commesso, presso il Ministero degli Interni, agli stipendi annuali di tremilacinque franchi, chiese il matrimonio e sposato.
E ‘stato insolitamente felice con esso. Ha governato la sua casa con un’economia così adroit che sembravano vivere nel lusso. Non era attento, prelibatezze, chiude che aveva per suo marito; E la seduzione della sua persona era così grande che sei anni dopo la loro riunione, la amava ancora più che nei primi giorni.
ha accusato due gusti, quello del teatro e quello dei migliori gioielli.
il suo Amici (sapeva che poche donne con funzionari modesti) le rivolse in ogni momento le logge per parti popolari, anche per le prime esibizioni; E lei si stava trascinando, buona, male, suo marito a questi intrattenimento che la stanco terribilmente dopo la sua giornata di lavoro. Poi la pregò di acconsentire allo spettacolo con una signora della sua conoscenza che la avrebbe portato giù. Era a lungo da cedere, trova questo modo di agire. Alla fine decise per compiacimento, e lo conosceva una volontà infinita.
Ma questo assaggio per il teatro nasce presto in lei il bisogno di fare pubblicità. I suoi servizi igienici erano tutti semplici, è vero, buon gusto sempre, ma modesto; e la sua dolce grazia, la sua grazia irresistibile, umile e sorridente sembrava amava acquisire un nuovo sapore della semplicità dei suoi abiti, ma era abituata a appendere due grandi ciottoli del Reno che simulava diamanti, e indossava false collane perla, il Bracciali di notizie, commentato i pettini con varie verrotroni che giocano le pietre sottili.
Suo marito, che un po ‘scioccante questo amore per il foglio, spesso ripetuto: “Mio caro, quando non abbiamo il modo di pagare per i gioielli genuini, noi Non mostrare l’un l’altro della sua bellezza e della sua grazia, qui sono ancora i gioielli più rari. “
Ma lei sorrise dolcemente e ripetuta:” Cosa vuoi? Mi piace, è il mio vizio, so che hai ragione; Ma non torneremo indietro. Avrei amato i gioielli, io! “E lei rotolava nelle sue dita collane perla, sfaccettature a specchio cristalli crocieri, ripetendo: ma sembra che sia fatto. Gremeremmo dalla verità. “
Sorrise dichiarando:” Hai saputo bohémien. “A volte, la sera, quando rimasero in mente all’angolo del fuoco, ha portato sul tavolo Dove tungano il tung la scatola maocal dove ha chiuso la “spazzatura”, secondo la Parola del signor Lantin; e stava guardando questi gioielli imitati con un’attenzione appassionata, come se avesse assaporato un divertimento segreto e profondo; e ha ottenuto il passo Una collana con il collo del marito per ridere con tutto il suo cuore che piange: “Come sei divertente!” Poi si gettò se stesso nelle sue braccia e lo baciò follemente.
Come lei aveva estate all’opera, una notte d’inverno, lei restituito tutto il brivido freddo. Il giorno successivo si asciugò. Otto giorni dopo morì di un flusso del seno.
Lantin lo scivolò la segui nella tomba. La sua disperazione era così terribile che i suoi capelli divennero bianchi in un mese. Gridò da mattina a sera, l’anima lacerata della sofferenza Ntolerabile, infestata dal ricordo, sorridendo, vicino alla voce, da tutto il fascino dei morti.
Il tempo non ha il suo dolore. Spesso durante le ore dell’ufficio, mentre i colleghi stavano causando un po ‘del giorno, improvvisamente vide le sue guance gonfiano, il naso a grinza, i suoi occhi riempiono d’acqua; Fece una smorfia spaventosa e si mette a singhiozzalo.
aveva tenuto intatto la stanza del suo compagno in cui chiudeva ogni giorno per pensarle; E tutti i mobili, i suoi abiti rimasero al loro posto mentre erano l’ultimo giorno.
Ma la vita era dura per lui.I suoi salari, che, nelle mani di sua moglie, erano sufficienti per i bisogni della famiglia, divenne, attualmente, insufficiente per lui solo. E si è chiesto di stupore come era stata in grado di farlo per aiutarlo a bere sempre vini eccellenti e mangiare cibi delicati che non poteva più procurarsi con le sue modeste risorse.
ha fatto alcuni debiti e corse dopo il denaro Le persone si sono ridotte agli usi. Una mattina finalmente, come era senza un centesimo, un’intera settimana prima della fine del mese, pensò di vendere qualcosa; E immediatamente il pensiero arrivò a sbarazzarsi della “spazzatura” di sua moglie perché aveva tenuto nel cuore una sorta di rancore contro questi “trompe-l’oeil” che una volta l’ha irritato. La loro visione persino, ogni giorno, lo ha rovinato un po ‘il ricordo della sua amata.
Ha cercato un lungo periodo nel mazzo di foglio che aveva lasciato, perché fino agli ultimi giorni della sua vita aveva comprato ostinatamente, riferiva quasi Ogni notte un nuovo oggetto, e decise per la grande collana che sembrava preferita, e che poteva bene, pensò, sei o otto franchi, perché era davvero un lavoro molto pulito per falso.
lo ha messo nel suo tasca e andò al suo ministero seguendo i boulevards, cercando un negozio di gioielliere che lo ha ispirato fiducia.
ha visto infine ed entrò, un po ‘vergognarsi di diffondere la sua sofferenza e cercare di vendere una cosa così poco prezzo.
– Sir, “disse al commerciante,” vorrei sapere cosa ti senti questo pezzo.
L’uomo ha ricevuto l’oggetto, lo ha esaminato, lo restituì, la zuppa, prese una lente d’ingrandimento, chiamata il suo impiegato, fatto lui qualsiasi osservazione, restaurata la collana sul suo bancone e lo guardò da Lontano per giudicare meglio l’effetto.
M. Lantin, imbarazzato da tutte queste cerimonie, aprì la bocca per dichiarare: “Oh! So che non ha valore”, quando il gioielliere pronunceva:
SIR, vale dodici a quindici migliaia di franchi; Ma potevo solo comprarlo se mi hai fatto sapere esattamente la fonte.
Il vedovo ha aperto gli occhi enormi e rimase a bocca aperta, non capisco. Alla fine balbettò: “Dici … sei sicuro?” L’altro mistrario sul suo stupore e, in un tono secco: “Puoi guardare altrove se ti dici di più. Per me, vale la pena, al massimo, quindicimila, tornerai a trovarmi se non trovi meglio . “
M. Lantin, abbastanza sciocco, rispose la sua collana e andò via, obbedendo a una confusione bisogno di ritrovare se stesso e riflettere.
Ma non appena era in strada, bisognoso di ridere del sequestro, e pensò “il pazzo! Oh! The Fool! Se avessi preso la parola comunque! Qui un gioielliere che non sa come distinguere il falso della verità! “
e entrò in un altro mercante all’ingresso della strada della pace. Non appena aveva visto il gioiello, l’orafo gridò:
– Ah! Parbleu; Lo conosco bene, questa collana; Viene da casa.
M. Lantin, molto turbato, ha chiesto: – Quanto vale?
– Signore, l’ho venduto venticinquemila. Sono pronto a riprenderlo per diciottomila, quando hai indicato per obbedire ai requisiti legali, come lo tieni.
questa volta, il signor Lantin si sedette con stupore. Andò avanti:
– ma …, Ma, ma, esaminalo con attenzione, signore, avevo pensato finora che era in …
Il gioielliere riprendeva: – Vuoi- Mi dici il tuo nome, signore ? – perfettamente. Mi chiamo Lantin, sono impiegato al Ministero degli Interni, rimango 16, rue des Martyrs.
Il mercante ha aperto i suoi registri, cercati e pronunciati:
– Questa collana è stata inviata davvero all’indirizzo di La signora Lantin, 16, Rue des Martyrs, il 20 luglio 1876.
e i due uomini si guardarono a vicenda negli occhi, il dipendente ha recitato di sorpresa, il Goldsmith Flaired un ladro.
Continua:
– Vuoi lasciarmi questo oggetto per ventiquattro ore, ti darò una ricevuta?
M. Lantin Balbutia:
– Ma sì, certamente. E uscì piegando la carta che ha messo in tasca.
Allora attraversò la strada, salì, notò che era sbagliato, scese alle Tuileries, ha superato la Senna, riconobbe di nuovo nel suo errore., Tornò al Champs-Elysées senza un’idea chiara nella testa. Ha cercato di ragionare, per capire. Sua moglie non poteva comprare un oggetto di un tale valore. – No, certamente. – Ma allora era un regalo! Un regalo ! Un regalo da chi? Perché?
Si era fermato e rimase in piedi nel mezzo del viale. L’orribile dubbio la nitidezza. – Lei ? – Ma poi tutti gli altri gioielli erano anche regali! Gli sembrava che la terra si agitava; che un albero davanti a lui, combattuto; Si allungò le braccia e crollò, priva di sentimento.
riprese nel negozio di un farmacista dove i passanti lo avevano indossato. È stato rinnovato a casa e si spegne.
Di notte piangeva trascinando, mordendo un fazzoletto per non gridare. Poi si mise a letto sopraffatto da stanchezza e dolore, e dormiva con un sonno di pesatura.
Un raggio di sole lo ha risvegliato, e si alzò lentamente per andare al suo ministero. Era difficile lavorare dopo tale scuotimento. Pensò che potesse scusarmi con il suo leader; E lo ha scritto. Poi pensò di tornare al gioielliere; e un peccato il montato. Rimase molto tempo a pensare. Non poteva lasciare il colletto in quest’uomo; Si è vestito e uscito.
Era bello, il cielo blu si estendeva sulla città che sembrava sorridere. I forti sono andati davanti a loro, le mani nelle loro tasche.
Pensò Lantin, guardandoli da passare: “Come siamo felici quando hai la fortuna! Con i soldi possiamo scuotere fino ai dolori, andiamo dove vogliamo , viaggiamo, distradiamo! Oh! Se fossi ricco! “
ha capito che era affamato, non aveva mangiato dal primo giorno. Ma la sua tasca era vuota, e uscì dalla collana. Diciottimila franchi! Diciottimila franchi! Era una somma, quella!
ha vinto la strada di pace e ha iniziato a camminare sul marciapiede di fronte al negozio. Diciottimila franchi! Venti volte è quasi entrato; Ma la vergogna si è sempre fermata.
Era affamato, Grand’faim, e non un centesimo. Decise all’improvviso, attraversò la strada a correre in modo da non essere il momento di pensare, e si precipitò nell’orafo.
Non appena lo vide, il mercante si affrettò, offriva un posto con la cortesia sorridente. Arrivando i commessi stessi, che guardarono il lato di Lantin, con allegria negli occhi e sulle labbra.
Il gioielliere dichiarò:
– Ho chiesto, signore, e se sei ancora nelle stesse disposizioni, io sono Pronto a pagare l’importo che ti ho proposto.
Il Balbutia dipendente: – Ma certamente.
Il Goldsmith disegna da un cassetto diciotto biglietti grandi, i conteggi, tendogli a Lantin, che hanno firmato una piccola ricevuta e mit con una mano veloce i soldi in tasca.
allora, mentre usciva, si rivolse al mercante che sorrise sempre, e, abbassando gli occhi: “BR> – Io ho altri gioielli … che vengono da me … dalla stessa proprietà. Saresti adatto a te per comprarli anche tu?
Il commerciante si inchinò:
– Ma certamente, signore. Uno dei commessi è andato a ridere a suo agio; L’altro stava sciogliendo con la forza.
Lantin impassibile, rosso e serio, annunciato:
– Li porterò a te.
e lui prese un taxi per prendere i gioielli.
Quando è tornato a Il mercante, un’ora dopo, non aveva ancora pranzato. Cominciarono a esaminare gli oggetti del pezzo pezzo, ciascuno che valuta. Quasi tutti provenivano da casa.
Lantin, ora ha discusso le stime, era arrabbiato, chiese che i libri vendite fossero stati mostrati e parlando sempre più alto come la somma è aumentata.> I grandi orecchini brillanti valgono ventimila franchi, il Bracciali trentacinquemila, i perni, anelli e medaglioni sedicimila, una serie di smeraldi e zaffiri quattordici migliaia; un solitario sospeso da una collana di formazione della catena dorata quarantamila; Tutto raggiunge la figura di centonovantaseimila franchi.
Il commerciante dichiarò con una bonhomia raschiata:
– Questo deriva da una persona che ha messo tutti i suoi risparmi nei gioielli.
Lantin pronunciato con spokyly:
– È un modo come un altro per posizionare i tuoi soldi. E andò via dopo aver deciso con l’acquirente che una controsistenza avrebbe avuto luogo il giorno successivo.
Quando si è trovato in strada, guardò la colonna Vendôme con il desiderio di scalare, come se fosse un albero di cocagne. Si sentì leggeri a giocare a Giappone-Mutton sulla statua dell’imperatore appollaiata lì nel cielo.
Andò ad avere una notte e goal di vino a venti franchi la bottiglia.
Poi ha preso un fiacre e fatto Una torre di legno. Guardò gli equipaggi con qualche disprezzo, oppresso dal desiderio di gridare ai passanti: “Sono ricco anche io, io ho duecentomila franchi!”
Il ricordo del suo ministero tornò. Si guidava, deliberatamente entrò nel suo chef e ha annunciato:
– Vengo, signore, darti le mie dimissioni. Ho fatto un’eredità di trecentomila franchi.
è andato a scuotere i suoi ex colleghi e affidava i suoi nuovi progetti di esistenza; Poi ha cenato al café inglese.
Accanto a un gentiluomo che sembrava distinto, non poteva resistere al prurito di affidarlo, con una certa cilindrica, che aveva appena ereditato quattrocentomila. Franks.
per La prima volta nella sua vita non ha tagliato il teatro, e passò la notte con le ragazze.
Sei mesi dopo si è risposata. La sua seconda moglie era molto onesta, ma di un personaggio difficile. Lo fece soffrire molto.

Fonte: http://www.itereva.pf/disciplines/lettres/didac/seqcol/bijoux.htm

La fonte dell’immagine: http://dl9.glitter-graphics.net/pub/252/252719ah80nid2pv.gif

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *