vaginale candidosi: cosa fare? Alcune patologie predispongono alla candidosi

\ r \ n \ t \ t \ r \ n \ n \ t \ t \ r \ n \ t \ r \ n “,” dati “: {” id “: “1022086”, “ext”: “JPG”, “Key”: Null, “Tipo”: “CMS”, “Formato”: “0”, “Allinea”: “Sinistra”, “Leggenda”: “V \ Sono consigliati Amples e A \ U00E9R \ u00e9s, specialmente quando è caldo. “,” Credito “:” Blueorange Studio – Fotolia “,” URL “:” HTTPS: \ / \ / img-3.journalaldesfemmes. Fr \ / hrjt3blwydhxg_cqtdkm_p8dws = \ / 200x \ / smart \ / b497b8c488d04007e1db6e1c759e1db6e1c7595232 \ / ccmcms-jdf \ /1022086.jpg “,” src “:” \ "il"les“, “larghezza”: 200 “Altezza”: 282, “Alt”: “Gli ampi v \ u00e9 sono consigliati, specialmente quando è caldo.”, “URL-Zoom”: “HTTPS: \ /\/img-3.jouraldesfemmes.fr\/hrjt3blwydhxg_cqtdkm_p8dws = \ / 200x \ / smart \ / b497b8c488d04007ae1db6e1c7595232 \ /10220e1db6e1c7595232 \ /10220e1db6e1c75956.jpg “) @eom @ ->

Aumentare gli antibiotici a spettro ad ampio spettro aumenta il rischio di candidosi genitali. Il trattamento antibiotico è effettivamente responsabile della distruzione della flora lattica che limita la proliferazione della candida.

diabete incontrollato predispose alla candidosi vulvovaginale per candida sono meno eliminate dal corpo e usano il glucosio in eccesso per crescere.

Iperglicemia non regolamentata diminuisce l’eliminazione dei neutrofili dell’organismo ed è una fonte di sostanze nutritive per la candida che può quindi colonizzare la mucosa vaginale.

Le donne contaminate da HIV (virus dell’immunodeficienza umana) hanno una colonizzazione vaginale maggiore da parte della candida, ma le candidosi vaginali non sono più gravi rispetto alle donne non infette.

Infine, gli studi scientifici suggeriscono l’esistenza di una predisposizione genetica coinvolta nella colonizzazione vaginale da parte della Candida nell’aspetto di una candidosi e della frequenza delle ricorrenze. Gli studi sono in corso.

immunosupressione, ad esempio seguendo il trattamento del cancro mediante chemioterapia o radioterapia, porta a lesioni che indeboliscono le difese immunitarie e poi promuovono la proliferazione di candida.

Abiti aerati

L’igiene è anche un fattore di rischio molto importante nello sviluppo di CVV. L’uso di prodotti igienici non adatti (irritanti, troppo acidi) associati ad eccessivi servizi igienici vaginali, ma anche i profumi, possono partecipare allo squilibrio della flora vaginale e promuovere lo sviluppo di una candidosi.

L’uso di pantaloni troppo stretti, biancheria intima sintetica può promuovere l’attrito e la macerazione, l’aumento dell’acidità locale e quindi l’infezione fungine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *